WRC 10: tanta voglia di storia dei rally

Puntuale come il Natale WRC 10 è arrivato nelle scorse settimane, pronto a deliziare gli appassionati con tutti i contenuti del mondiale rally e altre chicche che andremo a raccontarvi in questa breve recensione. Con Codemasters, che dal 2023 al 2027 ha acquisito i diritti del campionato del mondo, per il team francese KT Racing supportato da Nacon questo capitolo è uno degli ultimi in produzione e fase di sviluppo. Per festeggiare i 50 anni del mondiale rally, nel nuovo WRC sono presenti diversi contenuti storici che vanno ad arricchire l’offerta per il videogiocatore.

WRC 10: tanta voglia di storia dei rally

LA STORIA SU TUTTO

WRC 10 non ha sostanzialmente subito cambiamenti degni di nota rispetto al capitolo precedente, soprattutto nel comparto grafico e gameplay. Questo è andato in una direzione più mainstream, con il joypad più semplice da governare quando si cerca di portare al limite il proprio mezzo. Rispetto a WRC 9 le impostazioni sembrano differenti e trovare il proprio setup preferito non è immediato, tanto che i primi chilometri in strada potrebbero risultare difficoltosi. Tornando al comparto storico, gli sviluppatori hanno ricreato una modalità 50° Anniversario che permette di correre (e sbloccare) diversi eventi storici della storia del mondiale con le auto più iconiche che hanno sfrecciato in questi 50 anni di mondiale rally. Le auto sono riprodotte fedelmente, ma font del numero e sound non soddisfano al 100%.

WRC 10: tanta voglia di storia dei rally

TANTA QUANTITÀ MA CON UNA MANCANZA

Il comparto auto è molto ricco e indubbiamente questo è un pregio di WRC 10. Gli sviluppatori hanno ricreato le auto di 52 squadre diverse, appartenenti ai campionati ufficiali WRC, WRC-2, WRC-3 e WRC Junior. Non sono presenti tutte le tappe del mondiale 2021 ma la road map, apprezzabile, ci anticipa quello che arriverà nelle prossime settimane, con il Rally di Ypres pronto a sbarcare anche sulle nostre console. Ci auguriamo che qualcosa sia fatto anche in ottica Monza, ma ovviamente il tempo a disposizione per gli sviluppatori non è tantissimo.

Diverse le modalità di gioco presenti in WRC 10. La classica partita rapida, la zona test, la stagione (che ci permetterà di essere concentrati soltanto sulle prove speciali) e la modalità carriera dove dovremmo occuparci di ogni aspetto, anche extra-pista. Buone le proposte che riguardano le sfide giornaliere, così come il multiplayer dove è possibile unirsi a campionati online con altri giocatori o semplici partite rapide. Quello che manca già da diverso tempo è la possibilità di iniziare un campionato esclusivamente con il proprio pilota preferito. Un qualcosa che per diversi giocatori che non hanno voglia di iniziare una stagione o carriera potrebbe essere molto appetibile.

WRC 10: tanta voglia di storia dei rally

GRAFICA “NI”

L’arrivo su console next-gen aveva fatto pregustare qualcosa di diverso ma il comparto grafico è sostanzialmente simile a quello di WRC 9. Non sono arrivate le migliorie che anche gli sviluppatori avevano promesso nei presi precedenti al lancio del gioco. Fenomeni di tearing e pop-up sono ancora presenti e certi aspetti dello scenario dei rally che andiamo ad affrontare (come alberi e case) non sono di grandissima qualità. Un plauso, al contrario, va fatto per la qualità della vetture, ben realizzate in ogni minimo dettaglio. Un grande “no” il comparto audio, con il rombo delle vetture sempre molto simile che non ricrea un effetto reale di quello che effettivamente sprigionano le WRC.

WRC 10: tanta voglia di storia dei rally

COMMENTO FINALE

È chiaro che per gli appassionati il gioco del WRC resta un punto di riferimento ogni anno. L’arrivo della modalità storica in formato maxi regala un’esperienza di gioco che indubbiamente farà piacere ai videogiocatori, soprattutto i più nostalgici. Ma questo forse non basta, perché la sensazione è che questo WRC 10 sia una sorta di “vorrei ma non posso” oppure “non ci riesco”, soprattutto nel comparto tecnico. Bene il compromesso tra simulazione e arcade che sicuramente amplia l’offerta per chi volesse cimentarsi alla guida di WRC 10.

WRC 10: tanta voglia di storia dei rally

PRO:
– 50esimo anniversario
– Compromesso gameplay
– Buona sensibilità del joypad

CONTRO:
– Comparto tecnico deludente
– Gestione setup vettura non intuitiva
– Audio insoddisfacente

VOTO P300: 6,5

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM