World SX | Ufficializzate le wildcard per il double header di Melbourne

di Federico Benedusi @federicob95
28 Settembre 2022 - 13:05

L’esperto Brett Metcalfe guiderà una pattuglia di quattro piloti locali tra le due classi


Con la griglia di partenza ormai al gran completo, per i due appuntamenti del World SX 2022 tra Cardiff e Melbourne mancano solo i nomi delle quattro wildcard previste da regolamento ad ogni round. Se per l’apertura in Galles è già certa la presenza di Eli Tomac oltre a tre piloti ancora da annunciare, in Australia saranno quattro piloti locali a godere di una chance sul nuovo palcoscenico globale del motocross indoor.

A guidare la pattuglia di “aussies” che parteciperanno all’evento di casa sarà un nome ben conosciuto tra gli appassionati delle competizioni fuoristrada, quello di Brett Metcalfe. Il 38enne di Mannum, South Australia, vanta un’esperienza internazionale lunga quasi 20 anni tra campionato mondiale e serie americane e solo nelle ultime stagioni è tornato alle competizioni casalinghe. Nel corso della sua carriera statunitense, durata dal 2003 al 2015, Metcalfe ha corso a turno con tutte le Case ufficiali, vincendo una sola volta (a Southwick, National 450cc 2011) ma salendo sul podio in ben 28 occasioni tra tutte le serie. Limitatamente al Supercross, si è classificato quarto nella Lites West del 2008 mentre nella categoria regina ha concluso ottavo nel 2012. Nella stagione del motocross australiano appena conclusa ha terminato quarto in sella ad una KTM, stesso risultato raggiunto nell’ultimo campionato indoor Down Under nel 2019.

Con Metcalfe nella classe WSX ci sarà Kyle Webster, che in queste settimane si è allenato nella struttura di David Millsaps insieme al resto del team Honda Genuine Racing, Ken Roczen compreso. Webster è pilota dell’Ala Dorata nei campionati australiani e quest’anno ha concluso all’11° posto, causa infortunio, nella classe MX1 della serie outdoor.

In SX2 gareggeranno invece Nathan Crawford e Rhys Budd, che nelle serie nazionali sono piloti ufficiali rispettivamente di KTM e Yamaha. Il primo vanta anche una fugace e non troppo fortunata esperienza nel mondiale motocross MX2, nel 2020, con il team 114 Motorsports che sarà protagonista anche nel World SX sotto l’effigie di Honda Nils Racing, mentre il secondo è stato battuto solo da Wilson Todd (che ritroverà come avversario a Melbourne) nella MX2 australiana del 2022.

Il Gran Premio d’Australia del World SX, presso il Marvel Stadium a pochi passi dall’Albert Park che ospita la F1, andrà in scena con un format double header il 21 e 22 ottobre.

Immagine copertina: ausmx.com.au