World SX | Bud Racing svela la sua line-up per la stagione inaugurale

Federico Benedusi - 17 Agosto 2022 - 18:03

All-in sull’esperienza per il team francese: Aranda e Soubeyras in 450cc, Blose e Moss in 250cc


Bud Racing ha svelato i quattro piloti che guideranno le Kawasaki gestite da Stéphane Dassé nella prima stagione del mondiale Supercross. Non si tratta di una line-up giovane, ma l’esperienza andrà tutta a favore della scuderia francese che nella classe WSX schiererà Grégory Aranda e Cédric Soubeyras mentre in SX2 sarà rappresentata da Chris Blose e Matthew Moss.

Ex team del mondiale motocross, da sempre legato a Kawasaki, Bud Racing è una grande realtà del supercross europeo e lo testimonia il palmarès dei quattro piloti scelti. Soubeyras conta infatti cinque titoli transalpini e tre europei, mentre Aranda si è imposto a sua volta nella serie francese ripetendosi poi in quella tedesca. Prima di tornare a correre in patria quest’anno, Soubeyras si è misurato per diverse stagioni con la realtà americana terminando al 14° posto nella classe 250cc Ovest del Supercross nel 2021.

Un volto proveniente dall’altra sponda dell’Atlantico era quasi d’obbligo e la scelta è ricaduta sul 34enne Blose, che al termine dell’ultima stagione americana ha dato l’addio alle competizioni a tempo pieno tornando però sui suoi passi per accettare questa nuova sfida. In 16 anni di professionismo, Blose si è distinto soprattutto nella classe 250cc con un quinto posto in Costa Ovest nel 2009 e un settimo nella serie conclusasi lo scorso maggio. Nel 2019 si è aggiudicato anche il titolo australiano indoor nella classe SX2.

Moss è stato parte dell’ondata di australiani che hanno cercato fortuna negli Stati Uniti all’inizio dello scorso decennio, trovandola solo a fasi alterne. La miglior stagione del 34enne di Sydney è stata senza dubbio quella del 2012, con il sesto posto finale nella 250cc Costa Ovest condita da un podio (terzo) a San Diego. Moss, che vanta ben nove titoli australiani Supercross e anche una terza posizione assoluta al Motocross delle Nazioni 2011 insieme a Chad Reed e Brett Metcalfe, ha poi pagato una squalifica per doping tra il 2017 e il 2020 e attualmente è protagonista saltuario del campionato nazionale di motocross.

Queste le dichiarazioni di Dassé: “Questi quattro piloti sono incredibilmente versatili, hanno avuto successo in una miriade di differenti format e vantano una grande esperienza di competizioni internazionali tra Europa e Australia, due delle regioni che verranno visitate dalla prima stagione del World SX. La possibilità di espandere il supercross globalmente e di attrarre nuovi appassionati in nuovi Paesi è estremamente motivante per noi. Pensiamo di disporre sufficiente talento non solo per essere competitivi, ma anche per poter vincere un titolo mondiale: siamo determinati a dimostrarlo”.

Immagine copertina: wsxchampionship.com