WMX | GP Italia 2024: Valk vince nell’inferno di fango, Guillén recupera su van Drunen

WMX | GP Italia 2024: Valk vince nell’inferno di fango, Guillén recupera su van Drunen

MXGP
Tempo di lettura: 4 minuti
di Federico Benedusi @federicob95
16 Giugno 2024 - 10:49
Home  »  MXGP

L’unica manche disputata viene interrotta con bandiera rossa a tempo scaduto, Fontanesi sfiora il successo ma cade

Il meteo è stato tutt’altro che clemente con le categorie di contorno del mondiale motocross a Maggiora. Il Gran Premio d’Italia del WMX si è disputato in manche unica, dopo la bandiera rossa che al sabato ha sancito la fine di gara-1 dopo due giri e la successiva cancellazione anche della ripartenza programmata per stamani. In un inferno di fango, su una pista che ha richiesto ore di lavori per poter essere considerata percorribile, l’ha spuntata Lynn Valk rifacendosi dalla penalità che le aveva tolto il successo di gara-2 in Germania.

L’olandese ha lasciato sfogare Larissa Papenmeier nei primi minuti, sfruttando poi un’indecisione della tedesca per prendere una leadership che non ha più abbandonato. La gara è stata dichiarata conclusa da un’altra bandiera rossa, calata a tempo scaduto quando la rampa del primo ferro di cavallo era ormai completamente occupata da moto stese e da pilote che cercavano di scalare una montagna divenuta troppo alta.

Anche a Maggiora come un paio di settimane fa a Teutschenthal, mastica piuttosto amaro Kiara Fontanesi. La parmense ha corso una gara di costanza recuperando margine giro dopo giro, una volta superata Daniela Guillén nei primi minuti, ma al momento decisivo ha commesso a sua volta un errore finendo a terra quando Valk era ormai un obiettivo raggiunto ed attaccabile. La 22esima vittoria resta “stregata” per la sei volte campionessa del mondo, che dovrà riprovarci negli ultimi due round di questa stagione.

Terza posizione per Guillén, capoclassifica con grande margine nella prima frazione annullata nel pomeriggio di ieri. Non essendo riuscita a ritrovare l’holeshot, la spagnola ha sofferto molto di più nelle immediate retrovie ma con la solita prova di grande coraggio e tenacia ha portato a casa un altro podio recuperando buona parte del gap che la separava da Lotte van Drunen.

Se Guillén ha sofferto, quello della tabella rossa ha assunto i tratti di un mezzo calvario. Ostacolata dalla caduta di Courtney Duncan alla prima curva, van Drunen ha dovuto risalire dai margini della top 15 venendo costretta anche ad una veloce sosta ai box per il cambio dei guanti, ma nonostante un’altra caduta ha portato a termine la sua fatica al sesto posto difendendo la posizione di comando della classifica generale. Molto peggio è andata alla rientrante Duncan, finita a terra più volte nei 19 minuti di gara e solo 14esima.

Al quarto posto ha concluso la sorpresa Danée Gelissen, con la Yamaha del team Ceres71 Racing, davanti ad una Papenmeier che ha progressivamente perso ritmo finendo anche coinvolta in una scivolata quando occupava il terzo posto. Piazzamento più che onorevole anche per la rientrante Amandine Verstappen, ottava.

Punti importanti per buona parte della spedizione italiana, oltre a Fontanesi. Giorgia Montini, in gara con una wildcard, si è spinta in settima posizione occupando anche la top 5 per qualche minuto, Emanuela Talucci e Gaia Franchi hanno raccolto la prima top 20 stagionale rispettivamente al 13° e al 15° posto. Subito fuori dalla zona punti, invece, Priska Busatto 22esima.

La classifica di campionato vede van Drunen confermata tabella rossa con 198 punti e Guillén riavvicinatasi considerevolmente a quota 195. Valk ha scavalcato Fontanesi per il terzo posto ma le due sono separate da tre lunghezze, con l’olandese a -32 dalla connazionale in cima.

Il mondiale femminile di motocross si ferma ora per due mesi, il prossimo appuntamento andrà in scena nel weekend del 18 agosto con il Gran Premio di Olanda sulla pista di Arnhem.

Classifica:

Campionato piloti:

Immagini: Lynn Valk Instagram, Yamaha Media Center

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live