WEC | Via libera alle LMDh nel mondiale da questa stagione, nuove LMP2 al debutto nel 2025

Il Consiglio Mondiale FIA ha deliberato la presenza delle Hypercars “made in USA” già a partire dal mondiale in corso, in regime di pre-omologazione


Poche ma importanti decisioni riguardanti il WEC sono arrivate dall’ultimo Consiglio Mondiale FIA. Il mondiale endurance, iniziato ieri a Sebring con la vittoria di Alpine e Porsche, potrà infatti riservare qualche presenza a sorpresa in più rispetto al previsto.

La Federazione Internazionale ha deliberato la presenza in griglia di vetture LMDh già a partire dal campionato in corso, in regime di pre-omologazione e in qualità di wildcard, cioè senza la possibilità di acquisire punti iridati. Buona notizia per Porsche, che di fatto è l’unica Casa ad avere già approntato e testato ufficialmente il suo prototipo in linea con i regolamenti ideati dall’IMSA. Da escludere la presenza delle vetture di Weissach a Le Mans, gara per la quale non si sono iscritti, ma da Monza in poi il costruttore tedesco avrà la possibilità di mettere a confronto la sua nuova vettura con Toyota e le altre protagoniste del WEC.

Per quanto riguarda la categoria LMP2, è stato deciso di estendere l’attuale regolamento fino al mondiale 2024 posticipando il debutto dei nuovi prototipi cadetti al 2025. Grazie a questo nuovo “ritardo” ci sarà modo di studiare meglio le condizioni tecniche, soprattutto in confronto alle Hypercars, e i costi di progettazione e sviluppo, oltre a rendere più facile la transizione dal regolamento tecnico attuale a quello nuovo.

Alla luce di queste novità, dunque, resta solo l’incognita riguardante l’evoluzione delle categorie Gran Turismo. La classe GTE verrà giubilata a fine 2023, ma ancora non è ufficiale l’impiego delle vetture GT3 (o di eventuali derivate) a partire dalla stagione successiva.

Immagine copertina: Porsche Mediacenter

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS

MXGP | GP Spagna 2022 – Anteprima