WEC | Ufficializzati i nuovi regolamenti tecnici GT e LMP2, al debutto rispettivamente nel 2024 e nel 2025

Il futuro del mondiale endurance anche al di là delle Hypercars ha ora un nome e un cognome: le LMP2 saranno la base delle nuove LMDh, per quanto riguarda le GT si utilizzeranno delle GT3 “kittate”


La conferenza stampa di ACO e FIA, classico appuntamento del venerdì della 24h di Le Mans, si è incentrata quest’anno sul futuro delle categorie LMP2 e GT. Gli ultimi aggiornamenti riguardavano lo spostamento del debutto dei nuovi prototipi cadetti al 2025 e il passaggio al regolamento GT3 dal 2024 con abolizione della GTE-Pro già a partire dal prossimo anno.

Per quanto concerne la classe LMP2 è stato confermato il nuovo regolamento tecnico a partire dal 2025. Le nuove vetture saranno preparate dagli stessi telaisti del ciclo 2017-2024, ossia Oreca, Ligier, Dallara e Riley-Multimatic, e in realtà sono già la base delle LMDh che stanno iniziando a popolare le piste per i loro primi test in vista del 2023.

Il nuovo ciclo regolamentare durerà almeno fino al 2030. Fondamentale sarà evitare una disparità di prestazione come quella osservata negli ultimi anni, con le Oreca 07 nettamente dominanti rispetto alle avversarie, pertanto ogni anno il bureau tecnico si riunirà in due occasioni per analizzare eventuali modifiche da apportare ai parametri delle vetture: questo procedimento è stato preliminarmente definito dal presidente dell’ACO, Pierre Fillon, come “Adjustment of Performance”.

F1 | GP Azerbaijan 2022, FP2: Leclerc davanti a tutti, seguono Pérez e Verstappen

La storica categoria GTE, derivata dalle GT2 degli anni 2000, cesserà definitivamente di esistere alla fine del mondiale 2024 dopo essere stata già abolita dall’IMSA in luogo di un’ulteriore classe GT3 riservata ai piloti professionisti. Nella sua ultima stagione di vita, a meno di capovolgimenti di fronte pressoché impossibili visti gli impegni di Ferrari e Porsche con i prototipi, le GTE saranno protagoniste di un’unica classe nella quale i professionisti si mischieranno agli amatori che già popolano la categoria GTE-Am.

A partire dal 2024 anche il WEC adotterà le vetture di regolamento GT3. Per distinguersi dai campionati SRO come il GT World Challenge (e si ricordano a tal proposito i rapporti tesi tra FIA e SRO dai tempi del FIA GT…), tuttavia, ACO metterà a disposizione delle squadre che vorranno partecipare un kit aerodinamico più sofisticato rispetto all’assetto delle GT3 “base”. Questo kit sarà removibile, quindi le squadre potranno portare la propria vettura a correre nel WEC riutilizzandola successivamente anche in altri campionati GT3. Per contenere i costi, la nuova categoria (che dovrebbe chiamarsi LMGT) utilizzerà gomme ad alte prestazioni ma di una gamma venduta in serie.

F1 | GP Azerbaijan 2022, FP2: Leclerc davanti a tutti, seguono Pérez e Verstappen

Queste le dichiarazioni di Fillon: “Oggi abbiamo coperto un vasto campo di situazioni. Il futuro della nostra disciplina sta prendendo forma, con i grandi costruttori che stanno aderendo alla classe Hypercars e la modernizzazione delle categorie LMP2 e GT. I competitors giocano sempre un ruolo fondamentale nelle novità e questi regolamenti aggiornati rifonderanno le competizioni endurance, con l’idrogeno che sta giocando un ruolo sempre più importante nelle nostre strategie. Il futuro appare luminoso, il centenario della 24h di Le Mans è appena dietro l’angolo. Sono felice che Tom Kristensen abbia accettato di essere ambasciatore delle celebrazioni che abbiamo iniziato a preparare due anni fa”.

Il presidente della Commissione Endurance FIA, Richard Mille, ha aggiunto: “L’introduzione della categoria Hypercars si è rivelata essere un grande successo, ma per assicurarci una evoluzione continua del mondiale endurance abbiamo bisogno di pensare in grande e l’obiettivo è quello di avere classi forti e di grande qualità. Sono fiero del fatto che dal 2024 si proceda con l’adozione di nuovi regolamenti. Inizieremo con le GT e l’anno successivo sarà la volta dell’altamente competitiva classe LMP2. Utilizzando il regolamento FIA GT3 avremo a disposizione una base a basso costo, studiata anche per gli amatori, che allo stesso tempo potrà garantire una griglia di partenza ampia e varia”.

Immagini: fiawec.com

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS