WEC | Silverstone: Toyota escluse, vince la Rebellion #3

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Come già accaduto due anni fa, la 6h di Silverstone si è prolungata ben oltre la già importante durata di gara. Se nel 2016 fu l’Audi vincitrice a dover fare i conti con le verifiche tecniche, oggi la tegola è caduto sull’intero team Toyota. La causa, peraltro, risiede nello stesso particolare, ma per motivazione differente. 

Anche le TS050 sono state infatti bocciate per un’irregolarità nel pattino sottoscocca, ma a risultare non conforme al regolamento tecnico in questo caso è la sua flessione e non il suo spessore. Gli stewards hanno infatti riscontrato una flessione di nove millimetri su entrambi i lati del pattino all’applicazione di una forza di 2500 N sulla sua parte anteriore della #7, mentre sulla #8 è stata riscontrata una flessione di sei millimetri a sinistra e di otto a destra all’applicazione della stessa forza.

A fare doppietta è quindi il team Rebellion, con la #3 di Beche/Laurent/Menezes vincitrice davanti alla #1 di Jani/Lotterer. Podio per la BR1 #17 del team SMP con Edor Orudzhev e Stéphane Sarrazin. Si riduce quindi a due sole lunghezze il vantaggio di Alonso/Buemi/Nakajima nella classifica di campionato, con i nuovi vincitori di oggi saliti a quota 63 punti. Conway/Kobayashi/López scendono così in terza posizione con 46.

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Federico Benedusi
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci