WEC | Rebellion Racing si lega a Peugeot per il progetto hypercar

WEC
Rebellion Racing si lega a Peugeot per il progetto hypercar

La squadra svizzera è la prima ad abbracciare il ritorno nell'endurance della Casa del Leone di 04 Dicembre 2019, 13:29

Il nuovo programma endurance di Peugeot, che entrerà nel WEC dal 2022, va definendosi sempre più. Con le prime notizie ufficiali sulla vettura attese per gennaio, oggi la Casa del Leone ha annunciato la partnership con Rebellion Racing, che sarà quindi la prima scuderia a poter disporre delle hypercars francesi.

La squadra elvetica, reduce dalla vittoria nella 4h di Shanghai, è pronta per il salto definitivo. Dopo una lunga militanza tra le file di Oreca, marchio che peraltro ha collaborato con la stessa Peugeot in passato, Rebellion diventerà una delle strutture di riferimento della Casa francese per andare in caccia di nuovi successi da aggiungere a quelli già ottenuti come privati.

Ecco le dichiarazioni ufficiali dei principali protagonisti di questo accordo, a partire dall'amministratore delegato di Peugeot Jean-Philippe Imparato: "Peugeot ha firmato alcuni dei momenti più memorabili nella storia delle competizioni endurance, sia con motori benzina che diesel. Oggi abbiamo spostato l'attenzione su una nuova avventura, fondata sulla tecnologia ibrida. Siamo rimasti sorpresi dal calore con cui è stato accolto il nostro annuncio di partecipazione al WEC, specialmente perché questo spostamento in termini di competizioni e tecnologie accompagnerà anche il lancio di nuove vetture Peugeot. Sono davvero entusiasta di questo programma, soprattutto perché lavoreremo con un partner d'eccezione. La comprovata passione di Rebellion Racing, la loro ricerca della perfezione e le loro credenziali in fatto di performance si abbinano perfettamente con i valori di Peugeot, che richiedono standard esigenti, design ben definiti ed emozioni".

Jean-Marc Finot, direttore di PSA Motorsport: "Il nostro programma partirà nel 2022 e siamo estremamente felici di esserci legati ad uno dei nomi più grossi nelle competizioni endurance. L'esperienza di Rebellion Racing nel WEC sarà molto importante quando dovremo formare il team più competitivo possibile per il nostro programma e questa scelta è stata corroborata dalla recente vittoria nella 4h di Shanghai. La divisione dei ruoli avverrà in base alle nostre competenze e la nostra sede sarà stabilita a Satory".

Alexandre Pesci, presidente di Rebellion Racing: "Credo che la passione delle nostre rispettive compagnie parli al posto nostro, con una lingua comune e semplice. Insieme costruiremo una vettura e un team in grado di competere in un campionato che si preannuncia fieramente combattuto e cercheremo di dare il via ad un periodo di grandi successi".

Calim Bouhadra, amministratore delegato di Rebellion Racing: "Siamo giovani, ambiziosi e... ribelli! Sono fiero che i nostri valori come team rispecchino quelli di Peugeot. Il know-how tecnico di Peugeot Sport, combinato all'esperienza di Rebellion Racing, saranno fondamentali per dare il via alla nuova era dell'endurance, con ambizioni molto chiare".

Immagine copertina: Peugeot Sport



Condividi