WEC | Presentazione Toyota GR010: le parole dei protagonisti

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Le dichiarazioni ufficiali alla presentazione della nuova Toyota Hypercar


Queste le dichiarazioni ufficiali rilasciate dai protagonisti della presentazione della Toyota GR010 Hybrid, la prima vettura con cui la Casa giapponese aderirà al regolamento Hypercars del WEC 2021.

Hisatake Murata, presidente del team Toyota Gazoo Racing: “È un periodo molto affascinante sia per le competizioni endurance, con la nuova categoria Hypercars, sia per Toyota Gazoo Racing, con la presentazione della GR010 Hybrid. Questa vettura rappresenta la nostra nuova generazione delle competizioni a motore ibrido. Durante l’epoca LMP1, dal 2012, abbiamo lavorato instancabilmente per migliorare e rafforzare la nostra tecnologia ibrida applicata alle corse. Con la TS050 Hybrid abbiamo settato un nuovo standard e il nostro primo passo nello sviluppo dell’ibrido si è completato; questa tecnologia sarà presto disponibile anche per i clienti.

Ora inizierà un secondo stadio. Con la nostra partecipazione al WEC ridefiniremo la nostra powertrain ibrida sulla GR010 Hybrid, miglioreremo la conoscenza della tecnologia legata alle Hypercars e continueremo a sviluppare il nostro staff. Lo facciamo con un chiaro obiettivo: garantire vetture più stimolanti anche per i nostri clienti in futuro. La GR010 Hybrid è un’anteprima della nostra nuova vettura stradale e i clienti potranno beneficiare direttamente della nostra esperienza sui campi di gara nel WEC. Per questa ragione siamo lieti di dare il benvenuto a tutti i nostri nuovi avversari nella categoria top del WEC, una battaglia più tosta ci porterà a migliorare costantemente e a spingerci sempre oltre”.

Rob Leupen, team director: “Sviluppare e produrre questa vettura ha richiesto uno sforzo grandioso sia per il nostro team tra Higashi-Fuji e Colonia sia per tutti i nostri partners, a fronte di tutte le circostanze difficili che stiamo affrontando. Non vediamo l’ora di mostrarne i frutti a tutto il mondo. La categoria Hypercars rappresenta una nuova era, con una filosofia differente e nuovi sfidanti. Il Balance of Performance è un qualcosa che non avevamo mai affrontato prima nel WEC, ma da altri nostri progetti sappiamo che tutto ciò mette ancora più enfasi su piloti, lavoro di squadra e strategie.

Nei nostri nove anni passati nel WEC abbiamo raggiunto grandi traguardi, ma non restiamo a compiacerci di ciò. Sfidiamo sempre noi stessi per migliorare la nostra tecnologia e per tirare fuori performance sempre migliori. Abbiamo lavorato intensamente e continueremo a farlo nei test che dobbiamo ancora svolgere prima del tanto atteso debutto a Sebring. Non vediamo l’ora di mostrare finalmente la nuova vettura ai fans e di essere parte di questa nuova, appassionante epoca”.

Pascal Vasselon, direttore tecnico: “I nuovi regolamenti sono stati progettati per dare più importanza alla tecnologia rivolta alle vetture stradali, offrendo allo stesso tempo uno spettacolo attraente e di primo livello. Con la GR010 Hybrid diamo il benvenuto a nuovi sfidanti e vogliamo essere parte di questa nuova era delle corse endurance. La nascita dei regolamenti Hypercars implica che la GR010 Hybrid sia una vettura tutta nuova, progettata su una filosofia differente. La differenza principale sta nell’architettura del sistema ibrido: useremo un solo KERS e un solo brake-by-wire, sull’asse anteriore; abbiamo dovuto installare un motore d’avviamento e un impianto frenante totalmente idraulico per la prima volta nel nostro progetto WEC.

In relazione a questi regolamenti la vettura avrà una sola specifica aerodinamica per tutti i circuiti e quindi abbiamo dovuto provvedere ad una finestra di efficacia più ampia. E questi sono solo alcuni esempi, abbiamo dovuto rispondere a nuove problematiche nel corso dello sviluppo della vettura, quindi è stata una sfida molto interessante a livello ingegneristico. Ora proseguiremo nel nostro programma di test e finalmente vedremo la nostra vettura ‘al completo’. Credo che l’attesa possa essere ripagata”.

John Litjens, capoprogettista del telaio: “Una grande differenza tra la GR010 Hybrid e la vettura che l’ha preceduta risiede nell’aerodinamica. In passato i regolamenti limitavano la permissività in diverse aree, mentre per quanto riguarda le Hypercars tutte le vetture devono restare in una determinata finestra di performance in termini di carico e drag pur avendo più libertà in termini di forma e concezione della carrozzeria. Con la GR010 Hybrid si possono notare chiaramente i frutti di questa maggiore libertà. Il principio è similare anche dal punto di vista motoristico, con una curva di potenza ben definita ma molta più libertà in termini di configurazione del motore.

La più grande sfida per noi è stata quella del passaggio ad una MGU unica dopo cinque anni con un sistema ibrido sia sull’asse anteriore che su quello posteriore. Lo sviluppo del sistema ibrido su questa vettura ha rappresentato una sfida più importante, a causa dello sviluppo degli standard di sicurezza. In più, il motore endotermico della GR010 Hybrid è più prestazionale rispetto a quello della TS050 Hybrid. Si tratta di una vettura molto differente sia nell’estetica che nel suono”.

Mike Conway, pilota #7: “Sono tutti entusiasti di vedere la GR010 Hybrid per la prima volta. Guidare una nuova vettura per la prima volta è sempre bello, dovremo abituarci a tutte le novità. Sono rimasto sorpreso dalle ottime sensazioni che la vettura mi ha dato già dopo pochi giorni di test, mi sono sentito subito a casa. Essere parte dello sviluppo di un nuovo progetto, che poi verrà trasferito su una vettura stradale, è fantastico. Tutto il team è molto motivato e non vede l’ora di mostrare la propria forza in questa stagione. Sulla #7 inizieremo da campioni in carica e questo ci darà un grande valore aggiunto, ma una cosa è vincere un titolo e un’altra è confermarlo. L’obiettivo è vincere ancora il campionato e soprattutto conquistare la gara delle gare, Le Mans”.

Kamui Kobayashi, pilota #7: “Questo nuovo progetto è molto stimolante. Correremo nello stesso campionato ma con una nuova vettura e contro nuovi sfidanti, è sempre divertente partecipare all’inizio di una nuova storia. Il concetto delle Hypercars e della GR010 Hybrid mi piace molto, è bellissimo far parte di un progetto che vuole portare le performance di Le Mans anche sulla strada. Gli obiettivi e i requisiti per centrarli non cambiano. Corriamo per vincere e in quanto piloti dobbiamo essere veloci e consistenti, soprattutto considerando il nuovo Balance of Performance, non possiamo permetterci errori. Personalmente, l’obiettivo numero uno sarà quello di vincere a Le Mans dopo tanta sfortuna. Tutti i meccanici e gli ingegneri dell’equipaggio #7 meritano di vincere a Le Mans”.

José María López, pilota #7: “Amo guidare questo tipo di vetture. La GR010 Hybrid è la nostra nuova amica e ci siamo divertiti molto nei primi test. Sono sicuro che i fans resteranno impressionati da come queste nuove vetture suoneranno e appariranno. Le linee della macchina sono molto belle e il motore V6 è fantastico. Piloti e ingegneri dovranno adattarsi alle nuove caratteristiche, in particolar modo il peso e il nuovo modo in cui l’ibrido agisce. La GR010 Hybrid segue lo spirito della TS050 Hybrid ma si può avvertire chiaramente come sia nata seguendo regolamenti diversi. Stiamo attraversando un processo di adattamento, il primo obiettivo è Sebring ma non smetteremo mai di imparare e migliorare nel corso di questa stagione”.

Sébastien Buemi, pilota #8: “Abbiamo atteso questa nuova era a lungo e finalmente siamo pronti a correre con la nuova Hypercar, penso che sarà fantastico. La GR010 Hybrid mi piace molto, le sensazioni di guida sono buone e il look è stupendo. Non pensavo potesse anche essere così divertente da guidare, credevo potesse somigliare di più ad una vettura GT. Abbiamo imparato tanto durante l’epoca LMP1 e abbiamo sfruttato le nostre conoscenze per migliorare la nuova vettura, sembra a tutti gli effetti un prototipo ed è molto bello guidare un’auto così veloce. Ci stiamo preparando per la prima gara, vogliamo lottare per la vittoria da subito. Vincere in LMP1 è stato grandioso ma ora vogliamo fare lo stesso con le Hypercars”.

Kazuki Nakajima, pilota #8: “Essere parte di questa nuova generazione del WEC è emozionante, è tutto molto differente da quello a cui eravamo abituati in termini di tecnologia e di approccio alle gare. Come pilota è un’esperienza speciale portare in gara una vettura per la prima volta, sperimentando sensazioni diverse al volante. La macchina è fantastica e sarà spettacolare da vedere correre a tutta velocità. La competizione sarà più serrata che mai in questa stagione, tutti i concorrenti della categoria Hypercars spingeranno per vincere e questo è sempre positivo per piloti e fans. Avremo bisogno di un approccio differente ma l’obiettivo non cambierà e quello di questa stagione è chiaro: vogliamo vincere a Le Mans per la quarta volta, conquistando anche il mondiale”.

Brendon Hartley, pilota #8: “I fans saranno piacevolmente sorpresi dalla GR010 Hybrid, è un mix tra una LMP1 e una vettura stradale. Le competizioni endurance sono sempre state un banco di prova importante per le nuove tecnologie e ora assumeranno ancora più rilevanza per la produzione di serie. La GR010 Hybrid anticipa una vettura che il consumatore potrà godersi al massimo su strada. La macchina è fantastica da guidare, specialmente per la trazione integrale ibrida che dal punto di vista del pilota dà sempre una sensazione meravigliosa. C’è molto più peso a fronte di meno potenza e carico, ma da guidare è divertente quanto la TS050 Hybrid. Ci attende una bella sfida, quella di proseguire la marcia vincente di Toyota nel WEC e a Le Mans”.

Immagini: toyotagazooracing.com

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

Avatar of Federico Benedusi
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

ALTRI DALL'AUTORE