WEC | La nuova Lamborghini LMDh sarà costruita su telaio Ligier

A differenza della “cugina” Porsche, il prototipo del Toro al debutto nel 2024 si baserà sulla LMP2 transalpina


A meno di un mese dall’annuncio della nascita del programma Lamborghini LMDh, che porterà il marchio di Sant’Agata Bolognese a gareggiare nel WEC e nell’IMSA a partire dal 2024, Ligier ha confermato che il nuovo prototipo della Casa del Toro sarà basato sulla LMP2 francese. Questo a differenza dell’imparentato marchio Porsche, che così come l’ormai defunto progetto Audi si baserà sui telai Riley-Multimatic.

Dopo la partnership tecnica già instaurata con Peugeot per la costruzione della 9X8 che debutterà nella prossima 6h di Monza, la Lamborghini sarà la prima vettura LMDh a basarsi sull’erede della Ligier JSP217 che invece, per quanto riguarda i pensionandi regolamenti americani DPi, era servita come base per la Nissan Onroak DPi vincitrice della Petit Le Mans 2017 e della 12h di Sebring 2018.

Jacques Nicolet, presidente di Ligier Automotive, ha commentato: “Siamo estremamente fieri del fatto che Lamborghini abbia scelto Ligier per il suo programma LMDh. Siamo rimaste sempre nel nostro campo di attività, come aziende che poggiano sul fattore umano. La priorità di tutto il nostro staff è quella di impegnarsi per raggiungere determinati obiettivi in tempo record. Ligier è un’azienda fiorente, questa scelta di Lamborghini ci onora e conferma la nostra direzione strategica in Francia e negli Stati Uniti”.

Il capo del motorsport di Lamborghini, Giorgio Sanna, ha aggiunto: “Siamo lieti di annunciare la nostra partnership tecnica con Ligier per il progetto LMDh. Lamborghini Squadra Corse ha trovato a Magny-Cours un team di persone giovani, competenti e motivate. Ci sentiamo già come un’unica squadra e non vediamo l’ora di affrontare le sfide che ci verranno proposte”.

Immagine copertina: ligierautomotive.com

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS