WEC | Interlagos cancellata, si torna ad Austin

WEC
Interlagos cancellata, si torna ad Austin

Salgono a due gli appuntamenti negli Stati Uniti, sarà una gara di 6 ore di 02 Dicembre 2019, 14:30

Da qualche settimana ormai si vociferava a proposito di problemi organizzativi per la 6h di Interlagos, che avrebbe dovuto ospitare la quinta tappa del WEC 2019-2020 il prossimo 1° febbraio. Nella giornata di oggi il promoter ha annunciato la cancellazione dell'evento, che avrebbe segnato il ritorno del Brasile in calendario dopo sei anni, e la FIA ha prontamente annunciato la pista che sostituirà quella intitolata a Carlos Pace nella schedule della seconda superseason.

Trattasi di Austin e della gara denominata "Lone Star Le Mans", che rientreranno nel calendario del mondiale endurance dopo una sola stagione di stop. La corsa, della durata di 6 ore come da tradizione, si disputerà nel weekend del 22 e 23 febbraio per evitare concomitanze con il Superbowl e con l'ePrix di Città del Messico della Formula E. Con il ritorno di Austin, le gare statunitensi del WEC 2019-2020 salgono a due, con la 1000 miglia di Sebring che si disputerà un mese dopo la corsa texana.

Queste le parole dell'amministratore delegato del WEC, Gérard Neveu: "Innanzitutto dobbiamo ringraziare Bobby Epstein e il Circuit of the Americas per avere accolto la nostra richiesta nonostante il poco preavviso. Si tratta di un circuito eccellente e ora i nostri fans, i nostri piloti e i nostri media avranno a disposizione ben due eventi di eccezionale valore in Nord America nel giro di due mesi. Ovviamente, per noi non è ottimale ritrovarci in questa situazione. Il WEC è altamente dispiaciuto per la città di San Paolo e per le migliaia di fans brasiliani. La nostra preoccupazione principale riguarda i piloti e i nostri partners, abbiamo lavorato duramente per trovare una soluzione che desse il minor numero di problemi".

Da sempre terreno di caccia delle vetture tedesche, l'albo d'oro della 6h di Austin si appresta ora ad ospitare un nome nuovo al suo interno vista la dipartita di Audi (vincitrice nel 2013 e nel 2014) e Porsche (che ha conquistato le tre edizioni successive) dal WEC.

Immagine copertina: fiawec.com



Condividi