WEC | Il calendario 2023: confermata Monza, si torna a Portimão

di Federico Benedusi @federicob95
29 Settembre 2022 - 14:32

Il mondiale endurance torna a sette round, con il rientro del Portogallo; Le Mans nel weekend del 12 giugno, Monza resta nello slot del 2022


Ad un mese e mezzo dall’ultimo appuntamento del campionato 2022 in Bahrain, FIA e ACO hanno annunciato oggi il calendario 2023 del WEC. Superate gran parte delle problematiche legate alla pandemia, il mondiale endurance tornerà a disputarsi su sette round nella prossima stagione, con il ritorno della gara di Portimão.

Confermato il debutto negli Stati Uniti, con la 1000 miglia di Sebring che nel 2023 proporrà il primo confronto tra WEC e IMSA sulla stessa pista e con i nuovi regolamenti LMDh ad affiancare le Hypercars. Tra l’11 e il 12 marzo andrà in scena il prologo, mentre venerdì 17 si disputerà la prima gara del WEC che precederà la storica 12h valida per la serie americana.

Portimão, che a differenza del 2021 proporrà una gara di sei ore anziché otto, ospiterà il mondiale endurance nel weekend del 16 aprile, mentre la precedente apparizione del WEC nell’Algarve si verificò a metà giugno. Anticipata di una settimana anche la 6h di Spa-Francorchamps, collocata nel primo fine settimana di maggio negli ultimi anni ma spostata a sabato 29 aprile per il 2023.

L’appuntamento cardine del campionato è ovviamente quello con la 24h di Le Mans, che per la sua edizione del centenario riunirà i grandi appassionati di motorsport tra il 10 e l’11 giugno, senza scomode concomitanze con la F1 che correrà invece nel weekend precedente e in quello successivo.

Confermato anche il round italiano, la 6h di Monza, che ha mantenuto anche il suo slot temporale nel secondo fine settimana di luglio, precisamente il giorno 9. La tappa brianzola sarà la quarta ed ultima su suolo europeo, prima della trasferta in Asia: invariata anche la collocazione della storica 6h del Fuji, in programma il 10 settembre, mentre il gran finale in Bahrain sarà anticipato al 5 novembre con il format da otto ore usato per la prima volta nel 2020.

Se è venuto finalmente a mancare il clash tra Le Mans e la F1, non si può comunque non notare quanto strida la doppia concomitanza tra WEC e IMSA, campionato con il quale ACO ha firmato una collaborazione che va al di là della mera questione regolamentare tra LMH e LMDh. L’appuntamento di Portimão coinciderà con il Gran Premio di Long Beach, mentre Monza si disputerà nello stesso weekend della trasferta canadese di Mosport.

Queste le parole del presidente della FIA, Mohammed ben Sulayem: “Sono contento di vedere il WEC tornare a crescere. Ringrazio tutti gli enti coinvolti, dalla FIA all’ACO passando per il promoter del campionato. Grazie agli sforzi di quest’ultimo, la serie dispone ora di un calendario forte e stabile. Guardando al futuro, il 2023 non arriverà mai sufficientemente presto. La competizione endurance più importante, la 24h di Le Mans, celebrerà la sua edizione del centenario e in questa occasione non presenterà concomitanze con la F1. La categoria Hypercars avrà la più corposa entry list mai vista finora, quindi ci sono solo grandi aspettative a riguardo”.

L’amministratore delegato del WEC, Frédéric Lequien, ha aggiunto: “Siamo fieri di annunciare il calendario 2023 del WEC. Per il nostro campionato è un periodo esaltante, con la crescita e lo sviluppo delle Hypercars e l’ulteriore espansione del nostro calendario per comprendere un altro evento, il ritorno in Portogallo. Portimão ha già mostrato un grande potenziale nel 2021, sarà fantastico tornarci il prossimo anno. Abbiamo lavorato a stretto contatto con tutte le parti in causa per produrre un calendario che venisse incontro alle esigenze di piloti e squadre iscritte oltre che dei fans. Il 2023 proporrà una fantastica stagione di gare, non vediamo l’ora di iniziare”.

Immagine copertina: toyotagazooracing.com