WEC | Gli attuali regolamenti LMP2 e GTE resteranno in vigore fino al 2023

Le categorie del mondiale endurance resteranno intatte per altre due stagioni, al vaglio l’utilizzo di una categoria GT3 dal 2024


Nella consueta conferenza stampa di FIA e ACO che precede la 24h di Le Mans, un importante annuncio sul futuro del WEC ha riguardato le categorie tuttora impegnate nel mondiale endurance.

Con le nuove Hypercars ormai consolidate, in attesa del confronto tra LMH e LMDh, LMP2 e GTE resteranno tali e quali a quanto stiamo attualmente vedendo fino al termine della stagione 2023, posticipando quindi di un anno le novità regolamentati annunciate tempo addietro.

Particolare attenzione deve essere rivolta alla categoria GT. Le GTE ormai sembrano giunte alla fine della loro gloriosa storia, a causa di costi molto elevati e della progressiva scomparsa dei costruttori ufficiali. Già dal 2022 il campionato IMSA abolirà questa categoria in favore di un’ulteriore classe GT3 riservata unicamente a piloti professionisti e a squadre ufficiali o comunque molto vicine alle Case, che si affiancherà alla categoria GTD già presente. Questa è la via che anche il WEC vorrebbe percorrere.

FIA e ACO hanno accennato ad una categoria legata alla classe GT3, ma non strettamente aderente a questo regolamento tecnico. La ragione risiede probabilmente nell’esistenza di una serie ben radicata in Europa come il GT World Challenge gestito da SRO, promoter in rapporti piuttosto freddi con gli organizzatori del WEC a causa di vicende passate (si ripensi al mondiale GT1). Le vetture GT3 nel senso più stretto sono comunque già utilizzate da due campionati ACO, la Asian Le Mans Series e la Michelin Le Mans Cup. SRO è a sua volta presente negli Stati Uniti, ma il GT World Challenge America non è competitivo come la classe GTD dell’IMSA.

Richard Mille, presidente della commissione endurance FIA, ha chiarito a Sportscar365 le intenzioni della Federazione Internazionale riguardo il passaggio da GTE a GT3: “Parlarne in questo momento è prematuro. Si tratta di contenere i costi ed è lo stesso obiettivo che ci siamo posti con le Hypercars. Uno dei parametri principali su cui basarci è il fatto che i costruttori non possano impegnarsi ufficialmente. Questo perché abbiamo già le Hypercars e noi vogliamo che ci siano grandi battaglie in questa categoria, quindi dobbiamo impedire che le Case si impegnino anche nella nuova classe, cosa che rientra nello spirito delle competizioni GT a Le Mans”.

Sull’onda dei rinvii dei nuovi regolamenti tecnici, anche la nuova classe riservata alle vetture a idrogeno è stata posticipata al 2025. Sabato, ad un quarto d’ora dall’inizio della 24h di Le Mans, un prototipo alimentato a idrogeno compirà un giro di pista del Circuit de la Sarthe.

Immagine copertina: fiawec.com

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM