WEC | Confermato fino al 2022 l'attuale regolamento LMP2

WEC
Confermato fino al 2022 l'attuale regolamento LMP2

I prototipi cadetti verranno rallentati per l'arrivo delle hypercars di 05 Ottobre 2019, 12:03

Il Consiglio Mondiale FIA svoltosi ieri a Colonia, per quanto riguarda l'ambito del WEC, ha confermato l'attuale regolamento delle vetture LMP2 fino al 2022. I prototipi costruiti da Oreca, Dallara, Ligier e Riley e spinti da motore Gibson resteranno quindi in uso fino al termine del mondiale 2021-2022 con una riduzione di potenza in vista dell'arrivo delle nuove hypercars.

Essendo le hypercars molto più lente delle LMP1, per principio, ACO e FIA saranno costrette a regolare anche le prestazioni delle LMP2 per impedire che possano essere più veloci rispetto alla nuova categoria regina dell'endurance. Sin dal lancio della nuova categoria si è parlato infatti di un riferimento di 3:30 sul circuito di Le Mans, ben sei secondi più lento rispetto al record sul giro secco in qualifica della LMP2 segnato da Paul-Loup Chatin nel 2018, da qui i dubbi riguardanti anche solo la sopravvivenza della categoria cadetta dei prototipi.

Il regolamento introdotto nel 2017 ha portato le LMP2 su un livello prestazionale tutto nuovo, con miglioramenti sul giro nell'arco di 5-6 secondi su circuiti "tradizionali" fino ai 10-11 visti a Le Mans nell'edizione in cui il team DC Racing ha rischiato di centrare anche la vittoria assoluta. Si interverrà dunque sui motori Gibson con una semplice limitazione dei giri motore, non essendoci un altro parametro a disposizione che non vada ad inficiare l'omologazione delle scocche delle LMP2, come scritto dalla stessa ACO in un comunicato ufficiale.

Nella giornata di ieri è stata data anche l'approvazione definitiva al nuovo regolamento hypercars, che riunisce sotto lo stesso tetto sia i prototipi che le vetture basate sulla produzione di serie, ibride o meno.

Immagine copertina: fiawec.com



Condividi