WEC | Anteprima 24h di Le Mans 2022: Balance of Performance, entry list e orari

In breve, tutte le informazioni utili per seguire la maratona della Sarthe


L’attesa è finita: oggi alle ore 14:00 prenderà ufficialmente il via la 90esima edizione della 24h di Le Mans con la prima sessione di prove libere. 62 vetture si affronteranno per quattro giorni (perché il venerdì, come da tradizione, è dedicato ai media) sugli storici 13625 metri del Circuit de la Sarthe. L’ultima corsa della Triple Crown, almeno a livello di svolgimento temporale nell’arco dell’annata, sarà valida anche come terzo appuntamento del WEC 2022 assegnando doppi punti per le classifiche generali.

Ces petites choses qui n'ont au clair

Le 62 vetture saranno ripartite nelle solite quattro categorie: cinque Hypercars, 27 LMP2, sette GTE-Pro, 23 GTE-Am. Alla quarantina di auto impegnate full-time nel mondiale endurance si aggiungeranno dunque una ventina di invitate che non prenderanno punti per la classifica di campionato, ma questo a Le Mans ha importanza molto relativa.

Questa la entry list definitiva, già pubblicata lo scorso 10 marzo e poi completata in corso d’opera. Gli italiani in gara saranno 14 e solo due di questi correranno con i prototipi, entrambi in LMP2: Lorenzo Colombo sulla vettura del team Prema e Mirko Bortolotti sulla #32 del team WRT. Altri quattro saranno protagonisti nella GTE-Pro con Alessandro Pierguidi sulla Ferrari #51, Antonio Fuoco e Davide Rigon sulla Ferrari #52 e Gianmaria Bruni sulla Porsche #91. Ben otto, infine, correranno (e quasi tutti con ambizioni importanti) in GTE-Am: Matteo Cairoli sulla Porsche #46 del team Project 1, Francesco Castellacci sulla Ferrari #54 di AF Corse, l’intero equipaggio della Ferrari Iron Lynx #60 con Claudio Schiavoni, Alessandro Balzan e Raffaele Giammaria, Matteo Cressoni e Giancarlo Fisichella sulla #80 dello stesso team e Riccardo Pera sulla Porsche #86 del team GR Racing. A questi 14 si aggiungono due piloti stranieri che scenderanno in pista con licenza italiana: il monegasco Louis Prette (Ferrari AF Corse #61) e l’argentino Nicolás Varrone (Ferrari Iron Lynx #75).

E veniamo al Balance of Performance, che per i prototipi è rimasto pressoché invariato rispetto alla 6h di Spa-Francorchamps. L’unica modifica ha riguardato l’energia massima utilizzabile ad ogni stint per la Alpine A480, portata da 797 a 774 MJ contro gli 898 delle Toyota e i 910 delle Glickenhaus 007. La vecchia LMP1 sarà ancora la vettura più leggera in pista a 952 chilogrammi a fronte dei 1030 delle Glickenhaus e dei 1070 delle Toyota. Le GR010 Hybrid manterranno l’attivazione del sistema ibrido a 190 km/h, velocità molto più facilmente raggiungibile a Le Mans piuttosto che a Spa-Francorchamps o, peggio, a Sebring. Le potenze massime raggiungibili, infine, sono di 520 kW per le Glickenhaus, 506 kW per le Toyota e 420 kW per la Alpine.

Anche per quanto riguarda le categorie GTE il bureau tecnico non è intervenuto rispetto ai parametri più recenti. In GTE-Pro le Porsche 911 RSR-19 peseranno 1285 chili contro i 1269 delle Corvette C8R e delle Ferrari 488 Evo, ma avranno a disposizione un serbatoio più ampio: 102 litri contro i 98 di Corvette e i 90 di Ferrari. Le due vetture a motore aspirato dovranno utilizzare un air restrictor da 30,7 millimetri per Porsche e 41,9 millimetri per Corvette. Le GTE-Am peseranno dieci chili in più delle controparti Pro, con la Aston Martin Vantage AMR a 1262 chili come vettura più leggera, e avranno tre litri di serbatoio in meno, con la Aston Martin a 92 litri. La flangia delle Porsche GTE-Am sarà infine di mezzo millimetro più piccola rispetto a quella delle GTE-Pro.

Il format della 24h di Le Mans è rimasto invariato rispetto al 2021, con quattro sessioni di prove libere intervallate da un turno di prove ufficiali e dalla Hyperpole, che vedrà scendere in pista le migliori sei vetture di ogni categoria al termine delle qualifiche. Le uniche, piccole variazioni riguardanti gli orari hanno visto la FP3 posticipata di un’ora mentre la Hyperpole e il warm-up di domenica mattina sono stati anticipati di un’ora. Tutto il programma sarà visibile in diretta su Eurosport 1 e sulle piattaforme streaming dell’emittente satellitare.

Mercoledì 8 giugno
14:00-17:00 Prove Libere 1
19:00-20:00 Qualifiche
22:00-0:00 Prove Libere 2

Giovedì 9 giugno
15:00-18:00 Prove Libere 3
20:00-20:30 Hyperpole
22:00-0:00 Prove Libere 4

Sabato 11 giugno
10:30-10:45 Warm-up
16:00 Gara

Immagine copertina: 24 Hours of Le Mans Twitter

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS