WEC | Anche Porsche aderisce al regolamento LMDh: il debutto nel 2023

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

La Casa di Weissach tornerà all’attacco delle più importanti gare endurance del mondo


La rivoluzione dell’endurance, che cercherà di riportare WEC e IMSA allo splendore dopo qualche anno di luci ed ombre, ha guadagnato oggi un altro nome altisonante.

Anche Porsche, infatti, ha deciso di aderire ai regolamenti LMDh a partire dal 2023, decretando il suo ritorno in veste ufficiale sia nel mondiale endurance che nel campionato statunitense.

Sulla scia del ritorno di Audi, la Casa di Weissach tornerà a sfidare la “cugina” dopo le esaltanti battaglie dell’epoca LMP1 tra il 2014 e il 2016, anno in cui Ingolstadt ha lasciato il campo come conseguenza del Dieselgate.

Con il nuovo progetto LMDh, quindi, Porsche tornerà a dare l’assalto alle più importanti gare endurance del mondo. Con 19 successi (compreso quello della Dauer del 1994) nella 24h di Le Mans e 18 nella 24h di Daytona e nella 12h di Sebring, Porsche è detentrice del record di vittorie in tutte e tre le più importanti corse di durata per prototipi.

Ulteriori informazioni sulla vettura che verrà impiegata da Porsche per il suo ritorno ufficiale tra i prototipi arriveranno nei prossimi mesi.

Queste le parole di Oliver Blume, amministratore delegato di Porsche AG: “La nuova categoria LMDh ci permetterà di lottare per le vittorie assolute con un sistema ibrido nelle grandi classiche di Le Mans, Daytona e Sebring senza ‘rompere le righe’. Il progetto è estremamente attraente per Porsche. L’endurance è parte del nostro DNA”.

Così Fritz Enzinger, vice-presidente di Porsche Motorsport: “Deteniamo un record con i nostri 19 successi nella 24h di Le Mans e siamo saliti sul gradino più alto del podio a più riprese nelle più importanti gare degli Stati Uniti. Potremo continuare questa tradizione con un prototipo LMDh, contenendo allo stesso tempo i costi. L’interesse da parte dei costruttori è stato davvero grande. Spero si possa ripartire da dove avevamo lasciato, nella lotta con altri grandi costruttori durante gli anni ’80 e ’90. Questo darà un grande boost a tutta la scena motoristica mondiale”.

Pierre Fillon, presidente dell’ACO, ha concluso: “Questo annuncio, largamente anticipato, è una notizia eccellente per le competizioni endurance. Confermando il suo impegno nella nuova categoria principale dell’endurance, Porsche tornerà a Le Mans per avere la meglio sugli altri grandi costruttori partecipanti alla 24h. I recenti annunci hanno dato prova che i nostri nuovi regolamenti, insieme allo storico legame instaurato con gli Stati Uniti, rappresentano una proposta molto affascinante”.

Immagine copertina: Porsche

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Federico Benedusi
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

ALTRI DALL'AUTORE