Matomo

WEC | 8h del Bahrain: le dichiarazioni di Conway, Kobayashi e López

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Le parole dei nuovi campioni del WEC, gli ultimi dell’era LMP1


Con la 8h del Bahrain 2020 si è conclusa l’era delle LMP1 ibride nel WEC. A cogliere il successo è stata l’ultima superstite di questo regolamento, Toyota, che ha portato al titolo mondiale Mike Conway, Kamui Kobayashi e José María López.

Nel 2021 Toyota sarà ancora protagonista del mondiale endurance, con la vettura di regolamento Hypercars che verrà svelata l’11 gennaio.

Ecco le parole dei tre campioni dopo la vittoria di ieri, in una gara che ha davvero chiuso un’epoca.

Mike Conway: “Essere qui come campione del mondo alla fine di una stagione tanto dura quanto fantastica è una bellissima sensazione. Voglio fare un grosso ringraziamento al team per avere dato a me, a José e a Kamui la possibilità di vincere questo titolo. La squadra #7 e i miei compagni di equipaggio hanno svolto un ottimo lavoro durante tutta la stagione e questo mi fa sentire davvero bene. Sono un po’ triste perché questa è stata l’ultima gara della TS050 Hybrid ma è andato tutto alla perfezione per noi”.

Kamui Kobayashi: “Grazie a tutti per l’enorme supporto arrivato dal Giappone e da Colonia, specialmente riguardando all’enorme lavoro fatto sulla TS050 sin dal 2016. Non è stato facile ma ci porteremo dietro grandi ricordi riguardo questa vettura. La squadra ha vinto per tre volte a Le Mans e ora siamo campioni del mondo con la vettura #7. Non potevamo chiedere di più. Ma non è solo merito dei piloti. Un grande ringraziamento va anche a meccanici, ingegneri e a tutti coloro che hanno lavorato su questo progetto”.

José María López: “Vincere un titolo con una vittoria in gara è una sensazione davvero speciale. Voglio ringraziare tutte le persone impegnate tra Colonia e Higashi-Fuji, tutti coloro che hanno lavorato su questa vettura fantastica per così tanti anni. La stagione è stata fantastica. Abbiamo lavorato molto duro e diventare campione del mondo, insieme a Mike e Kamui, è un sogno che si realizza. Sono diventati come fratelli per me. La sensazione è davvero incredibile”.

Immagini: Toyota

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Federico Benedusi
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

ALTRI DALL'AUTORE