WEC | 24h di Le Mans: Toyota #8 sotto il 3:20 nella FP2, Porsche passa al comando tra le GTE

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Le LMP1 giapponesi continuano a dettare il passo, situazione incerta tra le Gran Turismo


A pochi minuti dall’inizio delle qualifiche della 24h di Le Mans, si può dire senza ombra di dubbio che la sessione di prove ufficiali e la Hyperpole di domani saranno affare privato tra le due Toyota TS050 Hybrid.

Sébastien Buemi ha primeggiato nella seconda sessione di libere con la #8 in 3:19.719, precedendo di otto decimi la #7 che tuttavia non è riuscita a districarsi altrettanto bene tra il traffico e le neutralizzazioni che hanno segnato l’ultima parte del turno.

Ben lontane le Rebellion R13 a motore Gibson. 3:23.175 il riferimento di Louis Délétraz sulla #3, mentre la #1 ha percorso appena un giro prima di dover subire un tagliando completo ai box: i meccanici del team svizzero hanno sostituito il motore della vettura, che peraltro è stata smontata quasi interamente. Solo negli ultimi cinque minuti della sessione l’Oreca è tornata in pista per verificare il lavoro svolto in vista delle qualifiche. La presenza di appena cinque vetture in LMP1 garantisce comunque la Hyperpole a tutti i partecipanti della classe regina.

Nyck de Vries ha portato l’asticella della LMP2 a 3:27.185, replicando alla buona prestazione già messa in pista stamattina dal compagno di equipaggio nel Racing Team Nederland, Giedo van der Garde. Otto decimi di ritardo per la #37 del team DC Racing, seconda davanti alla “cugina” del team Jota Sport e alle due vetture del team United Autosports.

LMP2 protagonista di entrambe le bandiere rosse della sessione, peraltro provocate dalle due vetture del team Idec Sport. Incidenti sia per Paul Lafargue sulla #28 che per Dwight Merriman sulla #17. La giornata di giovedì sembrerebbe essere già in archivio per la scuderia francese, protagonista dell’ELMS.

Dopo una FP1 in ombra, tra le GTE-Pro sono risorte le Porsche. 3.52.783 per la #92 con Laurens Vanthoor, sei decimi più veloce dell’Aston Martin #97 che invece aveva dettato il passo in mattinata. Segue la seconda 911 ufficiale del team Manthey, la #91; quarto tempo per la migliore delle Ferrari, quella del team WeatherTech Racing.

Negli ultimi minuti della sessione, Matthew Campbell ha segnato il riferimento della classe GTE-Am in 3:53.961, con la Porsche #77 del team Dempsey-Proton, precedendo Côme Ledogar sulla Ferrari del team Luzich Racing di un secondo; subito alle spalle del francese Ben Barker, sulla Porsche del team Gulf Racing, davanti all’Aston Martin #98 che è rimasta al comando per gran parte delle tre ore del turno con il solito Ross Gunn.

Appuntamento tra pochi minuti con le qualifiche, che decideranno le sei vetture di ogni categoria promosse alla Hyperpole di domani.

Classifica

Immagine copertina: fiawec.com

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

MotoGP | Takaaki Nakagami rinnova con LCR per i prossimi anni

Contratto pluriennale tra il team di Lucio Cecchinello e il giapponese. Honda completa così le sue due line-up.

CONDIVIDI

WEC | 24h di Le Mans: Toyota #8 sotto il 3:20 nella FP2, Porsche passa al comando tra le GTE 1
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

ALTRI DALL'AUTORE