WEC | 24h di Le Mans 2021: Toyota in fuga dopo il brivido iniziale

La #8 viene centrata alla prima curva ma un super Buemi la riporta al secondo posto: dopo quattro ore, le GR010 dominano


Le prime quattro ore della 24h di Le Mans 2021 hanno offerto numerosi colpi di scena, dovuti anche alle condizioni mutevoli del meteo. La gara è partita dietro safety car su una pista allagata e soprattutto nella prima ora gli errori (anche grossolani) e gli stravolgimenti non sono mancati. Al calare del sole le condizioni dell’asfalto sono tornate ad essere stabili e la pioggia, salvo mutazioni repentine, non dovrebbe più essere un problema per tutto il resto della corsa.

Toyota domina pressoché indisturbata nonostante l’incidente che ha coinvolto la #8 alla prima curva. Olivier Pla, al volante della Glickenhaus #708, ha sbagliato completamente la staccata della prima variante centrando Sébastien Buemi, finito in testacoda. Lo svizzero si è dunque lanciato in una rimonta furiosa, risalendo tutto il gruppo in meno di un’ora a suon di giri veloci.

I detriti lasciati in pista da altre vetture hanno causato una foratura lenta a testa alle GR010 Hybrid, problemi tuttavia risolti con grande rapidità. La #7 comanda la corsa con una decina di secondi di vantaggio sulla #8 dopo la safety car intervenuta per rimuovere l’Aston Martin #98 dalla via di fuga della curva Indianapolis. Nel corso della quarta ora, Marcos Gomes ha perso il controllo della Vantage finendo rovinosamente contro le gomme di protezione. Nessun danno fisico per il pilota brasiliano ma la sua gara, così come quella di Paul Dalla Lana e Nicki Thiim, si è già conclusa.

Terzo posto per la Alpine #36, a sua volta costretta a recuperare posizioni dopo un testacoda di Nicolas Lapierre nel corso del primo giro in bandiera verde. Le Glickenhaus, complici diversi errori da parte dei rispettivi piloti sull’asfalto viscido, sono rispettivamente nona (#708) e 13esima (#709) assoluta.

Tra le LMP2 il protagonista assoluto delle prime ore di gara è stato António Félix da Costa, sull’Oreca #38 del team Jota Sport. Il portoghese ha corso al limite per due ore e mezza ma il suo egregio lavoro è stato rovinato in appena cinque minuti da Anthony Davidson, finito nella ghiaia alla prima curva del suo primo giro lanciato. Male solo in parte per la squadra britannica, comunque al comando della categoria con la #28 guidata da Tom Blomqvist dopo un buon primo stint da parte di Sean Gelael. Secondo posto per la #23 del team United Autosports davanti alla #65 del team Panis Racing, alla #29 del team Nederland e alla #26 del team G-Drive Racing, spinta a sua volta da un ottimo stint del suo pilota di riferimento, Nyck de Vries. Un fuoripista ha segnato anche la gara di un altro degli equipaggi da tenere maggiormente in considerazione, il #48 del team Idec Sport: grave l’errore di Patrick Pilet dopo pochi secondi di bandiera verde.

Il gioco delle (tante) slow zone è costato qualcosa alle Ferrari, che hanno dominato la prima parte di gara in GTE-Pro. Le 488 del team AF Corse stanno viaggiando in tandem ma la neutralizzazione parziale della quarta ora ha sfasato le strategie. Ora al comando si trova la Corvette #63 di Nick Catsburg, Antonio García e Jordan Taylor con la Porsche #92 alle calcagna nonostante un paio di grosse sbavature da parte di Kévin Estre sul bagnato. Per la classe principale delle GT si preannuncia una gara “a distanza” almeno per qualche ora.

Anche in GTE-Am è stata una vettura di Maranello a dettare legge finora, ossia la #83 gestita sempre da AF Corse con Nicklas Nielsen al volante. Pure in questo caso, tuttavia, le strategie sono piuttosto sfasate e l’Aston Martin #33 del team TF Sport sta dettando il passo davanti alle Ferrari #57 del team Kessel e #47 del team Cetilar, della quale si segnala un ottimo run d’apertura da parte di Antonio Fuoco.

Immagine copertina: fiawec.com

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM