WEC | 24h di Le Mans 2021, FP1: Toyota al millesimo su Alpine

Le prime tre Hypercars racchiuse in nemmeno un decimo, tra le GTE-Pro Ferrari inizia al top


La 24h di Le Mans 2021 è ufficialmente iniziata con la prima sessione di prove libere, che per tre ore ha dato modo a piloti e squadre di ambientarsi sugli oltre 13 chilometri e mezzo del Circuit de la Sarthe.

La classifica della FP1 ha visto Toyota e Alpine sfidarsi sul filo del millesimo di secondo. Kamui Kobayashi ha settato il primo riferimento della settimana in 3:29.309 a bordo della Hypercar giapponese #7, precedendo Nicolas Lapierre sulla vecchia LMP1 francese di 86 millesimi. Terza la Toyota #8 ad un solo millesimo dal transalpino, peraltro ex rappresentante della Casa nipponica.

Leggermente attardate, per ora, le Glickenhaus. Sesto e settimo tempo assoluto per le 007 statunitensi, con la #709 a precedere la #708, a cavallo del secondo di distacco dalla Toyota al comando.

Tra le LMP2 si è messa subito in luce United Autosports, con la vettura #22 tra le favorite della vigilia. Filipe Albuquerque ha messo a segno il quarto crono più veloce della sessione in 3:29.441, appena 132 millesimi più lento di Kobayashi. Almeno sulla prestazione singola, i prototipi cadetti non sembrerebbero essere troppo lontani dalle nuove LMH.

Il portoghese ha comunque fatto la differenza su tutte le LMP2 avversarie. G-Drive Racing #26 ha concluso in seconda posizione a sei decimi di distacco, mentre Jota Sport #28 si è fermata terza ad ulteriori sei decimi. Una vettura di questa categoria è stata protagonista di una bandiera rossa durante la sessione, con l’uscita di pista di Anthony Davidson a Tertre Rouge sulla Jota Sport #38. L’Oreca è rimasta danneggiata e richiederà una lunga riparazione in questi minuti precedenti le qualifiche.

Ferrari al top nella prima sessione delle GTE-Pro. La 488 #52 di AF Corse ha segnato un tempo di 3:50.123 grazie a Miguel Molina, precedendo di quattro centesimi la Corvette #64 e di poco più di tre decimi la Porsche #91. Quarta piazza per la seconda vettura di Maranello, la #51.

Si parla italiano anche in GTE-Am ma questa volta il protagonista è al volante di una Porsche e si tratta, neanche a dirlo, di Matteo Cairoli. Sulla Porsche #56 del team Project 1, il comasco ha stabilito un 3:50.193 staccando di un secondo e due decimi la 911 gemella del team GR Racing pilotata da Ben Barker, quindi altre due vetture di Weissach come la #88 del team Proton e la #18 del team Absolute Racing. Quinta piazza per la migliore delle Ferrari, la #57 del team Kessel guidata da Mikkel Jensen, ad un secondo e otto decimi di ritardo.

Terminate le prime tre ore di azione sulla Sarthe, l’appuntamento è ora per le 19:00 con l’unica sessione di qualifiche. Le migliori sei vetture di ogni categoria avranno accesso alla Hyperpole di domani.

Classifica

Immagine copertina: TGR WEC Twitter

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM