WEC | 24h di Le Mans 2021 – Anteprima

Per la prima volta le Hypercars sbarcano sulla Sarthe, dopo i test è Toyota vs Glickenhaus


Dopo tre edizioni di egemonia Toyota in una categoria LMP1 ormai morente, l’89esima 24h di Le Mans sarà la prima della nuova era Hypercars, la classe dei prototipi presentata proprio sul circuito francese tre anni fa e ora pronta al debutto assoluto nella gara endurance più importante del mondo.

Nonostante anche quest’anno la concorrenza non sia così ricca per la Casa giapponese, logica favorita per una quarta vittoria consecutiva, la novità delle vetture LMH porterà anche numerose incognite, su tutte la lunghezza della corsa stessa. Sono stati effettuati molti test nei mesi passati, su durate analoghe o poco inferiori, ma la gara vera e propria rappresenta sempre una sfida differente.

Come emerso nei test dello scorso weekend, la Le Mans 2021 si presenta come una sfida tra il colosso Toyota e la piccola Glickenhaus, struttura che fa capo ad un imprenditore e regista con la passione per le automobili. Da una parte un team grande, organizzato e già vincente, dall’altra il culmine di una grande sfida, la prima apparizione alla Sarthe del piccolo costruttore italo-statunitense.

La 24h di Le Mans vale ovviamente anche come quarto dei sei round del WEC 2021. Toyota ha portato a casa la vittoria nei primi tre appuntamenti e al comando della classifica generale c’è il trio della vettura #8 composto da Sébastien Buemi, Brendon Hartley e Kazuki Nakajima, vincitori in Belgio e Portogallo. Con il successo di Monza e la contemporanea défaillance dei compagni di squadra Mike Conway, Kamui Kobayashi e José María López hanno ridotto le distanze a -6 e il doppio punteggio assegnato in questo weekend potrebbe anche capovolgere la classifica.

Con una Glickenhaus senza particolari ambizioni iridate avendo saltato Spa-Francorchamps e avendo corso a Portimão a ranghi ristretti, i rivali per il titolo di Toyota sono i tre piloti del team Alpine, al volante della A480 che sarà a tutti gli effetti l’ultima LMP1 a correre a Le Mans dopo un ventennio leggendario. Nicolas Lapierre, André Negrão e Matthieu Vaxivière sono rimasti leggermente attardati nei test del weekend ma dispongono di un’esperienza notevole e di un mezzo affidabile per poter dare l’assalto alla vittoria finale.

25 vetture parteciperanno invece alla categoria LMP2, ormai ridotta ad un monomarca Oreca vista la presenza di una sola Ligier a far fronte allo sciame di 07 del costruttore diretto da Hugues de Chaunac. Il team United Autosports ha conquistato Spa-Francorchamps e Monza e la vettura #22 di Filipe Albuquerque, Philip Hanson e Fabio Scherer è sicuramente tra le favorite per il successo.

Jota Sport porterà in gara le solite due vetture: Tom Blomqvist, Sean Gelael e Stoffel Vandoorne guideranno la #28 mentre Anthony Davidson, António Félix da Costa e Roberto González scenderanno in pista con la #38. Da tenere d’occhio è anche il team WRT, al debutto a Le Mans con tre piloti velocissimi ma a loro volta rookie per questa corsa: Robin Frijns, Ferdinand Habsburg e Charles Milesi.

La squadra belga utilizzerà poi una seconda vettura, quella protagonista nell’ELMS con Louis Délétraz, Robert Kubica e Yifei Ye. Tante sono le LMP2 iscritte come wildcard e tra queste rientra anche la #48 del team Idec Sport che ha capeggiato la classifica dei test grazie a Paul-Loup Chatin, affiancato da Paul Lafargue e Patrick Pilet.

Un altro nome noto è quello di G-Drive Racing e tra le due vetture della squadra russa bisognerà puntare l’attenzione soprattutto sulla #26 con il team principal Roman Rusinov, il nuovo campione di Formula E Nyck de Vries e il giovane talento argentino Franco Colapinto. High Class Racing ha invece soddisfatto la suggestiva prospettiva tutta danese di mettere la famiglia Magnussen sulla stessa vettura: Jan e Kevin si divideranno l’Oreca #49 e insieme ad Anders Fjordbach cercheranno anche di portare a casa un risultato importante.

In attesa di scoprire come potranno cambiare i valori del Balance of Performance dopo le prime prove la classe GTE-Pro, che pare avviata verso il tramonto a favore di un’esplosione ulteriore e definitiva delle GT3, proporrà una battaglia a tre tra Porsche, Ferrari e Corvette.

Le prime tre gare del mondiale 2021 hanno visto un sostanziale equilibrio tra Weissach e Maranello, con la prima che aggiungerà altre due 911 alle due ufficiali della struttura di Olaf Manthey mentre le 488 in gara saranno le solite due di AF Corse. Kévin Estre e Neel Jani, leader del campionato sulla #92, verranno affiancati da Michael Christensen mentre sulla #91 tornerà Frédéric Makowiecki insieme a Gianmaria Bruni e Richard Lietz. Vista la totale assenza di italiani nelle due classi dei prototipi, Bruni sarà co-capitano della nostra spedizione di Le Mans.

L’altro co-capitano è Alessandro Pierguidi, alla guida della Ferrari #51 insieme a James Calado e Côme Ledogar. Sull’altra 488 Evo, la #52, non ci sarà invece Davide Rigon poiché il pilota veneto è rimasto infortunato nell’incidente al via della 24h di Spa-Francorchamps. Al posto di Rigon ci sarà il ritorno di Sam Bird, al fianco dei titolari Miguel Molina e Daniel Serra.

Dopo avere messo in mostra prestazioni poco competitive nelle ultime uscite europee, Corvette cercherà di invertire la tendenza con una Le Mans di tutt’altro spessore. Nick Catsburg, Antonio García e Jordan Taylor guideranno la #63 mentre Tommy Milner, Alexander Sims e Nick Tandy si alterneranno sulla #64.

Molto nutrita anche la pattuglia della GTE-Am, a quota 23 auto. Leader del campionato è il team Cetilar Racing, che lasciata la LMP2 riproporrà Antonio Fuoco, Roberto Lacorte e Giorgio Sernagiotto sulla Ferrari 488 #47. Il Cavallino Rampante è attualmente imbattuto nella categoria in questa stagione, poiché a Spa-Francorchamps e a Monza si è imposta la #83 con Nicklas Nielsen, François Perrodo ed Alessio Rovera.

Porsche schiererà come sempre un vasto numero di piloti ufficiali nei vari equipaggi della categoria. La #56 del team Project 1 sarà ovviamente la vettura da tenere maggiormente d’occhio per noi italiani, vista la presenza di Matteo Cairoli e Riccardo Pera, ma anche le tre 911 del team Proton saranno tra le sicure protagoniste della corsa.

A difendere la vittoria del 2020 sarà TF Sport con la sua Aston Martin che tuttavia non sarà guidata da nessuno dei tre vincitori dell’anno scorso, poiché la Vantage #33 vedrà alternarsi Felipe Fraga, Ben Keating e Dylan Pereira. Per la Casa britannica tornerà anche Nicki Thiim sulla #98, al fianco di Paul Dalla Lana e Marcos Gomes.

La entry list si completa con l’Oreca LMP2 della squadra di Frédéric Sausset, che verrà portata in gara da Matthieu Lahaye e da due piloti affetti da paraplegia, ossia l’ex pilota ufficiale HRC Takuma Aoki e Nigel Bailly.

Ecco l’elenco completo dei partecipanti.

Come ormai tradizione, tutta la 24h di Le Mans sarà esclusiva dei canali di Eurosport.

89ème 24 Heures du Mans – Circuit de la Sarthe
Round 3/6
18-22 agosto 2021

WEC | 24h di Le Mans 2021 - Anteprima

INFO CIRCUITO

Lunghezza del circuito: 13,626 km
Tempo di gara: 24 ore
Numero di curve: 21
Senso di marcia: orario

RECORD

Distanza di gara: 24h01:23.694 (397 giri, 5410,713 km) – Timo Bernhard/Romain Dumas/Mike Rockenfeller – Audi – 2010
Giro gara LMH:
 nuova categoria
Giro prova LMH: nuova categoria
Giro gara LMP2: 3:27.200 – Nathanaël Berthon – Oreca – 2018
Giro prova LMP2: 3:24.528 – Paul di Resta – Oreca – 2020
Giro gara GTE-Pro: 3:49.448 – Jan Magnussen – Corvette – 2018
Giro prova GTE-Pro: 3:47.504 – Gianmaria Bruni – Porsche – 2018
Giro gara GTE-Am: 3:52.449 – Ross Gunn – Aston Martin – 2020
Giro prova GTE-Am: 3:50.728 – Matteo Cairoli – Porsche– 2018

Vittorie pilota: 9 – Tom Kristensen
Vittorie costruttore: 19 – Porsche
Pole pilota: 5 – Jacky Ickx
Pole costruttore: 18 – Porsche
Podi pilota: 14 – Tom Kristensen
Podi costruttore: 52 – Porsche

ALBO D’ORO

WEC | 24h di Le Mans 2021 - Anteprima

PROGRAMMA

Mercoledì 18 agosto
14:00-17:00 Prove Libere 1
19:00-20:00 Qualifiche – Eurosport 1
22:00-0:00 Prove Libere 2 – Eurosport 1

Giovedì 19 agosto
14:00-17:00 Prove Libere 3 – Eurosport 2
21:00-21:30 Hyperpole – Eurosport 1
22:00-0:00 Prove Libere 4 – Eurosport 1

Sabato 21 agosto
11:30-11:45 Warm-up – Eurosport 1
16:00 Gara – Eurosport 1

Immagine copertina: fiawec.com

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM