WEC | 24h di Le Mans 2021, 16a ora: Brivido per Toyota con Kobayashi

A metà della dodicesima ora, Kobayashi crea tensione in Toyota finendo lungo a Indianapolis, a pochi centimetri dal muro. Leadership stabili nelle altre classi.

Procede in modo lineare questa edizione della 24 Ore di Le Mans che, così come allo scoccare della dodicesima ora, anche alla sedicesima vede gli stessi leader. Davanti a tutti c’è sempre la Toyota #7 che però ha sofferto alcuni attimi di preoccupazione per un errore di Kamui Kobayashi.

Mezz’ora dopo il giro di boa, il pilota giapponese è stato protagonista di un errore alla curva Indianapolis, con la sua Toyota che si è ritrovata a pochi centimetri dal muro di gomme. Un rischio che quasi vanificato dodici ore perfette per la GR010. Il nipponico è comunque riuscito a riprendere la strada del circuito e, grazie al vantaggio accumulato, ha avuto modo di rimanere anche davanti al proprio compagno di squadra.

Al terzo posto di classe Hypercar l’Alpine per ora ha la meglio sulla Glickenhaus #708, anche se tra le due vetture c’è circa un minuto che porta a un continuo scambio di posizioni in occasione dei pit stop.

Invariato anche il dominio del Team WRT in LMP2 con la #31 di Robin Frijns che continua a mantenere la prima posizione, davanti alle #41 di Robert Kubica. Cambio di guardia in terza posizione dopo un problema all’alternatore della United Autosport #22 che l’ha costretta a una sosta nel garage di oltre due ore.

A ereditare il terzo gradino del podio è quindi la Panis Racing #65 che però è seguita a breve distanza dalla Jota #28 con Will Stevens e Tom Blomqvist a sfidarsi attualmente in pista.

Anche in GTE Pro la Ferrari #51 di AF Corse mantiene il battistrada, con James Calado attualmente al volante della 488 GTE. L’auto italiana comanda con più di un minuto e mezzo sulla Corvette #63 di Antonio Garcia.

Così come in LMP2, anche nella classe GTE Pro c’è stato un avvicendamento per il terzo posto che ora è finito nelle mani della Porsche #92 di Kevin Estre. Posizione ceduta dalla Ferrari #52 rimasta a lungo nel garage per un problema alla sospensione posteriore sinistra. Daniel Serra si ritrova ora in sesta posizione di classe a 9 giri di ritardo dalla vettura gemella.

In GTE Am la Ferrari #83 di AF Corse è ancora in testa alla classifica con François Perrodo al volante della 488. Il vantaggio sull’Aston Martin #33 di TF Sport, guidata da Ben Keating, è salito a oltre 2 minuti. Terzo posto ancora per la Ferrari di Iron Lynx con Matteo Cressoni a condurre l’auto.

Immagine di copertina: Toyota Gazoo Racing / Twitter

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM