WEC | 24h di Le Mans 2021, 12a ora: Toyota amministra, calma relativa a metà gara

La 24 ore di Le Mans arriva a metà gara con le Toyota che comandano ancora. Nelle altre classi i leader hanno conservato la posizione.

Scocca la dodicesima ora dell’edizione 89 della 24 ore di Le Mans. In classifica non si segnalano particolari stravolgimenti, né eventi segnanti tranne alcuni ritiri nelle classi GTE.

La Toyota mantiene ancora la prima e la seconda posizione con la #7 di Kamui Kobayashi che precede di circa mezzo minuto la vettura sorella guidata da Sébastien Buemi. Al terzo posto, invece, è tornata l’Alpine che ha recuperato il tempo e le posizioni perse dopo l’errore di Vaxiviere di qualche ora fa. La Glickenhaus #708 ritorna quindi in quarta posizione, mentre continua a correre a distanza la #709.

Doppietta anche in LMP2 con il Team WRT che mantiene saldamente la propria leadership di classe con la vettura #31 di Charles Milesi a precedere la #41 presa da Yifei Ye. Le due Oreca sono separate da soli 5 secondi, mentre vantano oltre 100 secondi di vantaggio sulla United Autosport USA #22 che mantiene la terza posizione di classe.

In classe GTE Pro è sempre la Ferrari a comandare il gruppo con la #51 di AF Corse che vede Alessandro Pier Guidi ancora in pista per gli ultimi giri del suo stint. La vettura di testa ha lottato a lungo con la Corvette #63 per il primato di classe. A separare l’auto americana, in terza posizione, dal battistrada c’è la seconda Ferrari, la #52, che al momento vede Sam Bird al volante.

Davanti a tutte le Am, invece, c’è la Ferrari #83 di AF Corse condotta da Nicklas Nielsen che mantiene un vantaggio di circa un minuto sul primo degli inseguitori. Secondo posto sempre per l’Aston Martin del TF Sport con Felipe Fraga, a precedere di circa un minuto e mezzo la Ferrari dell’Iron Lynx con Rino Mastronardi attualmente alla guida.

Nel corso di queste quattro ore si segnalano i ritiri delle Ferrari dello Spirit of Race #55, del JMW Motorsport #66, dopo un contatto alla curva Dunlop con la LMP2 del Racing Team Nederland, e della 488 #57 del Kessel Racing. Abbandono anche per la Porsche #79 dopo l’errore di McNeil, alle curve Ford, il quale è finito contro le barriere danneggiando irreparabilmente la propria vettura.

Immagine di copertina: Toyota Gazoo Racing WEC / Twitter

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM