WEC | 24 Ore Le Mans 2024, Hyperpole: Estre batte Cadillac, Porsche Penske in Pole

WEC | 24 Ore Le Mans 2024, Hyperpole: Estre batte Cadillac, Porsche Penske in Pole

WEC
Tempo di lettura: 3 minuti
di Matteo Pittaccio
13 Giugno 2024 - 21:41
Home  »  WEC

Partita mezz’ora dopo per l’incidente di Rossi nella Road to Le Mans, la Hyperpole vede Estre e Porsche Penske imporsi sulle Cadillac. Quarto e quinto posto per Ferrari, a muro Dries Vanthoor

Porsche conquista la Pole Position della 92esima 24 Ore di Le Mans grazie ad un Kevin Estre in forma strepitosa nell’ultimo giro di qualifica. Il francese firma il tempo di 3:24.634 e regala a Porsche e Penske Motorsport la partenza dal palo nel Circuit de La Sarthe, beffando le due Cadillac di Alex Lynn e Sébastien Bourdais, rimasto ai box dopo la bandiera rossa provocata da Dries Vanthoor, a muro ad Indianapolis. Ricordiamo che la Cadillac #2 di Lynn/Palou/Bamber dovrà scontare la penalità di 5 posizioni in griglia per l’incidente causato da Bamber a Spa. Tornando a Porsche, per il marchio più vincente di sempre si tratta della ventesima Pole a Le Mans, la terza stagionale e la prima per la 963 #6 affidata a Kevin Estre, André Lotterer e Laurens Vanthoor.

L’interruzione dovuta all’incidente di Dries Vanthoor a sette minuti dalla fine sembrava aver messo al sicuro la Pole Position provvisoria di Bourdais, ma il turno è ricominciato con altri due giri a disposizione e alla fine Cadillac è stata piegata dal marchio tedesco, supportato dal Team Penske. Ad agevolare Estre nella caccia al miglior tempo è stata una scia offerta dalla Oreca di United Autosports USA (guidata da Hanley) tra Mulsanne e Indianapolis. Dopodiché, il velocissimo francese ha fatto il resto, confezionando un gran terzo settore e uscendo vincitore nella caccia alla prima posizione.

Ferrari AF Corse deve accontentarsi del quarto e quinto posto con la #51 e la #50, che sabato guadagneranno una casella ciascuna in griglia per la penalità della Cadillac #2. Antonio Fuoco ha perso la chance a causa di un controsterzo alla Chicane Dunlop, dopo la quale ha abortito il tentativo tornando ai box. Tra l’altro, prima della bandiera rossa Fuoco era quasi due decimi sotto al tempo di Bourdais, in quel momento il più veloce, ma la neutralizzazione ha rovinato i piani del 28enne di Cariati. Pier Guidi, invece, ha proseguito e chiuso in seconda fila a tre decimi dalla Pole. Le due 499P partiranno davanti alla Alpine di Paul-Loup Chatin, che approfitta della cancellazione dei tempi di Dries Vanthoor per salire al sesto posto. Come anticipato, niente Hyperpole per la Jota #12, ancora in mano ai meccanici dopo il cambio di telaio richiesto in seguito all’incidente delle FP2.

In LMP2 Louis Delétraz fa una grande differenza su tutti, ottenendo la Pole con AO by TF grazie ad uno scarto di ben sei decimi su Job van Uitert (IDEC Sport), secondo assoluto tra le LMP2 ma primo nella categoria Pro. Grande gioia in casa McLaren-Inception Racing nella classe LMGT3-Am, in cui Brendan Iribe ha regalato spettacolo registrando prima il miglior tempo e poi finendo in testacoda alle chicane Ford nel tentativo di migliorarsi.

TUTTI I RISULTATI QUI

Immagine di copertina: Porsche Motorsport – X

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live