WEC | 24 Ore Le Mans 2024, 6a ora: Ferrari al comando con la AF Corse #83, la pioggia crea scompiglio

WEC | 24 Ore Le Mans 2024, 6a ora: Ferrari al comando con la AF Corse #83, la pioggia crea scompiglio

WEC
Tempo di lettura: 3 minuti
di Matteo Pittaccio
15 Giugno 2024 - 22:46
Home  »  WEC

A Le Mans pioggia e imprevisti condizionano le prime 6 ore. Ora comanda la Ferrari #83 di AF Corse con Kubica, ma il polacco è sotto investigazione per l’incidente con la BMW di Dries Vanthoor

È una 92esima 24 Ore di Le Mans altamente imprevedibile quella che si sta correndo nel Circuit de La Sarthe. Alla fine della sesta ora di gara, con il sole che lascia spazio alla notte, qualche breve ma importante scrocio di pioggia ci offre una situazione decisamente inattesa. Ora al comando c’è la Ferrari AF Corse #83 guidata da Robert Kubica, appena ritornato in pista con le slick dopo la sosta sfruttata per montare le gomme da bagnato. Tuttavia, il polacco è sotto investigazione per un contatto con la BMW di Dries Vanthoor (costretto al ritiro, ndr) poco prima di Mulsanne, zona in cui Kubica stava doppiando il belga e, al contempo, superando una GT3. L’entità dell’incidente ha dato origine alla prima Safety Car della corsa.

Fino ad ora tutte le chiamate ai box della 499P gestita interamente dal team di Amato Ferrari sono state corrette, mentre proprio in questi minuti le due Ferrari ufficiali, in terza e quinta posizione con la #50 e la #51, hanno deciso di continuare con le slick, nella speranza che la pioggia smetta. Da segnalare che dopo il primo pit stop la #50 abbia dovuto scontare una penalità per unsafe release sulla Cadillac #3, equipaggio che ha optato per il passaggio alle gomme da bagnato in occasione del primo scroscio di pioggia. La scelta, copiata dalla Toyota #8 e dalla Porsche #6 scattata dalla Pole, non ha funzionato e tutte le tre squadre sono state obbligate a tornare sulle slick perdendo circa un minuto. 

Sfortunatamente, la Cadillac giallonera #3 è stata vittima di due uscita di pista, la prima alla chicane del primo settore e la seconda qualche minuto fa con Bourdais a Indianapolis. Nello stesso punto è arrivato il testacoda di Marco Wittmann sull’ormai ritirata BMW WRT #15, mentre l’auto gemella ha sbattuto violentemente alle curve Ford con Robin Frijns al volante.

La seconda posizione è occupata dalla Porsche Penske #5, che ha seguito la AF Corse #83 nella strategia ritrovandosi in zona podio dopo una prima ora passata mella pancia del gruppo. Buon recupero per la Toyota #8, risalita fino al quarto posto dopo aver sbagliato strategia. Restando in casa Toyota, la GR010 #7 partita dal fondo ha dovuto scontare un drive through per un’infrazione durante una slow zone. Tornando alla classifica, quinto posto per la Porsche Penske #6, poi la 963 #12 di Hertz Jota, riparata in tempo record dopo l’incidente di Ilott nelle FP2. 

Nessuna gioia per i marchi francesi. Peugeot non ha ritmo ed ora è al diciassettesimo e diciottesimo posto. Alpine, invece, ha appena alzato bandiera bianca, ritirando entrambe le A424 LMDh per problemi tecnici. Il primo ad abbandonare la corsa è stato il team AF Corse #54, ko a causa dell’incidente di Thomas Flohr alla chicane Dunlop.

Passando alla LMP2, ora COOL Racing #37 comanda su Vector Sport con tredici secondi di vantaggio. In LMGT3-Am, Poesche Manthey e BMW WRT hanno ripreso il controllo della situazione. Joel Sturm, infatti, vanta quasi un minuto di margine sulla M4 #46 di Maxime Martin, subentrato ad un solidissimo Valentino Rossi, al comando per qualche giro.

Immagine di copertina: Ferrari Media Center

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live