Vettel: “Non siamo qui per finire secondi”

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Ecco le prime dichiarazioni di Sebastian Vettel dopo la presentazione della nuova Ferrari, la SF15-T.

“Per me è un cambio di colore, una nuova esperienza. La macchina mi piace. E’ speciale vedere i vari step con i quali tutto viene assemblato. Non vedo l’ora di provarla in pista. La posizione di guida non è un grosso problema (rispetto alla Red Bull) perché comunque viene personalizzata in base alle nostre richieste. Le strategie sono un po’ diverse. Le persone parlano delle stesse cose magari con termini diversi, e quindi ci vuole un attimo per adattarsi. Lo faremo durante i test. Quando sono venuto qui alla fine dell’anno per provare la macchina del 2012, è stato qualcosa di veramente speciale. Ma la concentrazione ora è per la stagione 2015 e per la prima gara con la Ferrari a Melbourne.”

Sulla Ferrari: “Ci sono stati diversi cambi di persone in diverse posizioni, incluso me. Ci vuole un po’ di tempo per adattarsi, ma sono fiducioso che stiamo proseguendo nella giusta direzione. Sarebbe comunque un errore aspettarsi molto e subito. Dobbiamo ricordare che nel 2014 c’è stato un team dominante, quindi non sarà facile essere competitivi dall’inizio. L’obiettivo è di lavorare insieme, iniziare a fare progressi e migliorare durante la stagione.”

Su Kimi: “Non ci saranno problemi con lui. Sarà difficile da battere perché è veloce e ha talento, fuori dalla pista ci troviamo bene, lui non parla molto ma è sempre sincero, cosa che apprezzo. Non succede spesso in F1.”

Sull’italiano: “Sto cercando di imparare piano piano. Aiuta ascoltarlo. Venendo dalla Toro Rosso, mi sto riabituando”.

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci