Vettel domina il GP di Singapore 2013 e chiude i giochi Mondiali

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Chi credeva in un miracolo ancora possibile, da oggi dovrà abbandonare i sogni. Le quasi lacrime di Sebastian Vettel sul gradino più alto del podio di Singapore abbassano la serranda su un Mondiale che, a sei gare dalla fine, ha ancora poco da dire.

Il tedesco, amalgamato alla perfezione su una Red Bull stellare, domina in lungo e in largo nel palcoscenico fashion di Singapore. Resiste in partenza al quasi colpacco di Rosberg, e nei primi giri di fatto chiude la gara, dimostrando di avere in tasca un vantaggio incolmabile per tutti.

Solo la Safety Car a metà gara, causata dall’uscita di pista del suo futuro compagno Daniel Ricciardo, movimenta per poco gli animi. Ma il tutto porta scossoni nelle posizioni alle sue spalle, con il solito grintoso Fernando Alonso che dopo una partenza fantastica (da settimo a terzo) riesce a guadagnare anche la seconda posizione e a mantenerla fino a fine gara.

Ottimo anche Kimi Raikkonen, che nonostante i problemi alla schiena sofferti al sabato riesce a giungere sul gradino più basso del podio con la Lotus. Sfortunatissimo il compagno Romain Grosjean, che è stato costretto ad abbandonare la gara per problemi alla monoposto quando era nelle prime posizioni.

Sfortunatissimo amche Mark Webber, l’altra faccia della medaglia Red Bull. L’australiano si è dovuto ritirare per la rottura del cambio all’ultimo giro, proprio mentre Vettel andava a festeggiare sotto la bandiera a scacchi.

Alle spalle del podio il duo Mercedes, con Rosberg davanti ad Hamilton, seguito da Felipe Massa con la seconda Ferrari e dal duo Mclaren con Button e Perez, finalmente nella top ten e in leggera ripresa. Buona anche la gara di Hulkenberg, nono con la Sauber davanti a Sutil con la Force India, che dopo una qualifica disastrosa riesce a conquistare un punticino Mondiale.

Con questa vittoria Vettel diventa di fatto imprendibile in classifica generale, e solo una casistica impensabile potrebbe riaprire i giochi.

Il risultato di gara:

PosNoDriverTeamLapsTime/RetiredGridPts
11Sebastian VettelRed Bull Racing-Renault61Winner125
23Fernando AlonsoFerrari61+32.6 secs718
37Kimi RäikkönenLotus-Renault61+43.9 secs1315
49Nico RosbergMercedes61+51.1 secs212
510Lewis HamiltonMercedes61+53.1 secs510
64Felipe MassaFerrari61+63.8 secs68
75Jenson ButtonMcLaren-Mercedes61+83.3 secs86
86Sergio PerezMcLaren-Mercedes61+83.8 secs144
911Nico HulkenbergSauber-Ferrari61+84.2 secs112
1015Adrian SutilForce India-Mercedes61+84.6 secs151
1116Pastor MaldonadoWilliams-Renault61+88.4 secs18
1212Esteban GutierrezSauber-Ferrari61+97.8 secs10
1317Valtteri BottasWilliams-Renault61+ secs16
1418Jean-Eric VergneSTR-Ferrari61+ secs12
152Mark WebberRed Bull Racing-Renault60+1 Lap4
1621Giedo van der GardeCaterham-Renault60+1 Lap20
1723Max ChiltonMarussia-Cosworth60+1 Lap22
1822Jules BianchiMarussia-Cosworth60+1 Lap21
1920Charles PicCaterham-Renault60+1 Lap19
2014Paul di RestaForce India-Mercedes54Accident17
Ret8Romain GrosjeanLotus-Renault37Pneumatics3
Ret19Daniel RicciardoSTR-Ferrari23Accident9

Fonte tempi: formula1.com

Aggiornamenti a seguire.

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci