TCR World Tour | Mid-Ohio 2024, Gara 1: Thed Björk beffa Azcona e porta a casa il successo

TCR World Tour | Mid-Ohio 2024, Gara 1: Thed Björk beffa Azcona e porta a casa il successo

TCR
Tempo di lettura: 5 minuti
di Marco Colletta @MarcoColletta
8 Giugno 2024 - 15:40
Home  »  TCR

Prima vittoria stagionale per Thed Björk e terza consecutiva per Lynk & Co Cyan Racing, dopo le due in Marocco. I problemi rinviano ancora una volta l’appuntamento con il successo per Mikel Azcona.

Una gara molto combattuta quella del TCR World Tour disputata nella mattinata americana sul circuito del Mid-Ohio. Ad ottenere il successo è stato Thed Björk con un sorpasso su Mikel Azcona a tre giri dalla fine, che gli ha permesso di ritornare sul gradino più alto del podio per la prima volta dalla gara in Ungheria della passata stagione. Il leader della classifica Norbert Michelisz ha chiuso al secondo posto passando sul finale proprio il compagno di squadra.

CRONACA DELLA GARA

Allo spegnimento dei semafori, Mikel Azcona ha avuto un ottimo spunto che gli ha permesso di mantenere la prima posizione. Non è stato altrettanto per il compagno di squadra Norbert Michelisz che invece si è visto bruciare da Thed Björk dopo i primi metri. L’ungherese ha inoltre rischiato di perdere la posizione a podio in approccio di curva 4, conservata grazie alla difesa dall’attacco di Ma Qing Hua. Pessima partenza anche da parte di Marco Butti che dall’ottava piazzola è retrocesso in undicesima.

Nel corso del secondo giro, una sbavatura di Ma in curva 12 ha permesso a Guerrieri di infilare subito il pilota cinese salendo così in quarta posizione, quindi all’inizio della tornata successiva anche Girolami è riuscito a sopravanzare il pilota Cyan Racing con un sorpasso all’esterno.

Pochi attimi più tardi Borkovic ha invece perso posizione a vantaggio di Ehrlacher – salito in settima – con un azione in curva 3. Rimanendo in casa Honda, le difficoltà per Butti non sono terminate infatti l’italiano si è ritrovato pressato da subito dalle due Hyundai del Bryan Herta Autosport di Wilkins e Gottsacker.

Nel corso del settimo giro doppio scambio di posizioni. Il primo è quello che ha visto Ehrlacher guadagnare il sesto posto grazie a un gioco di squadra che ha fatto arretrare Ma, il secondo è invece quello ottenuto su pista da Wilkins su Butti, che è scivolato così in 12esima piazza. Il portacolori di GOAT Racing ha però dovuto cedere il passo anche a Gottsacker nella tornata successiva, piazzandosi così definitivamente al 13esimo posto.

L’unico ritiro della corsa si è verificato al decimo giro con Riley Pegram costretta a tornare ai box – dopo essere stata doppiata – per una lenta foratura alle gomme. La pilota statunitense ha provato a tornare in pista, salvo poi rimanere in pitlane fino alla bandiera a scacchi.

Tra il dodicesimo e il tredicesimo giro sono iniziati i problemi per il leader Azcona che ha iniziato a soffrire una perdita di bilanciamento della propria Hyundai. Dopo aver portato il proprio vantaggio a un massimo di 2.1 secondi, lo spagnolo ha visto Björk avvicinarsi negli specchietti in solo due tornate. Al tredicesimo giro il primo attacco delle svedese in curva 4; un’azione che lo ha portato a lasciare la porta aperta permettendo a Michelisz di provare un attacco in curva 5.

Un giro più tardi Björk era riuscito a mettere le ruote davanti alla Hyundai nel rettilineo che porta in curva 4, ma una buona difesa da parte di Azcona ha permesso all’iberico di restare davanti. La sua leadership è però durata un altro passaggio, infatti a tre giri dalla fine il pilota di Cyan Racing ha sfruttato un piccolo pertugio in curva 9 per infilarsi – mettendo anche due ruote sull’erba – e prendersi la prima posizione.

Successivamente Michelisz ha più volte provato a passare il compagno di squadra nei chilometri finali, fino a quando Azcona non ha dovuto alzare bandiera bianca in curva 10, a pochi metri dal traguardo.

La gara si è conclusa con il secondo successo nel TCR World Tour per Thed Björk che ha conquistato il terzo successo consecutivo per Lynk & Co dopo quelli di Ehrlacher e Ma a Marrakech. Lo svedese ha chiuso davanti a Norbert Michelisz che allunga nel mondiale e Mikel Azcona al suo primo podio del 2024.

  1. Thed Björk (Lynk & Co, Cyan Racing)
  2. Norbert Michelisz (Hyundai, BRC Squadra Corse)
  3. Mikel Azcona (Hyundai, BRC Squadra Corse)

Giù dal podio la terza Hyundai ufficiale con Néstor Girolami che nelle fasi finali aveva passato Esteban Guerrieri, relegato al quinto posto con la prima delle Honda. Yann Ehrlacher e Santiago Urrutia hanno rimontato fino al sesto e settimo posto dopo le penalità per la sostituzione del motore, mentre Ma è scivolato in ottava piazza sotto la bandiera a scacchi. Nona posizione per John Filippi che nel corso del weekend ha accusato qualche problema fisico, quindi Dusan Borkovic a chiudere la Top10.

Questi ultimi, nelle tornate finali, sono stati raggiunti dalle Elantra del BHA con Wilkins e Gottsacker che hanno mancato la Top10 per tre e sei decimi rispettivamente. Molto lontano Marco Butti che non ha mai trovato il giusto ritmo, girando costantemente più lento di almeno due secondi rispetto al resto del gruppo. Chiude la classifica Megan Tomlinson, unica donna delle due al via a tagliare il traguardo.

Il TCR World Tour tornerà in pista questa sera alle 23:45 per la seconda gara del weekend statunitense che sarà trasmessa in diretta sul canale del TCR TV.

RISULATI COMPLETI DI GARA 1

Immagine di copertina: TCR World Tour

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live