TCR | Tailem Bend riabbraccia la serie australiana dopo 5 anni. In pista su Nordschleife per la 24 ore

TCR | Tailem Bend riabbraccia la serie australiana dopo 5 anni. In pista su Nordschleife per la 24 ore

TCR
Tempo di lettura: 8 minuti
di Marco Colletta @MarcoColletta
29 Maggio 2024 - 16:00
Home  »  TCR

TCR AUSTRALIA | ANTEPRIMA TAILEM BEND, ROUND 4

Ritorno alle origini per il TCR Australia che questo fine settimana scenderà in pista dopo una pausa di un mese e mezzo e lo farà su un tracciato presente solo nella stagione inaugurale: The Bend.

Si arriva al quarto round stagionale, ovvero il giro di boa, con una situazione in classifica ancora ben poco definita. Il leader Ben Bargwanna, dopo essersi imposto a Sandown, ha conquistato un solo podio. Dietro di lui c’è invece Zac Soutar che insegue a soli 7 punti grazie soprattutto alla marea di quarti posti ottenuti nei primi eventi. Terzo è invece Josh Buchan che paga 22 punti di ritardo, ma è il pilota con più piazzamenti a podio nel 2024.

Fino ad ora, quindi, non abbiamo ancora avuto un vero dominatore capace di fare la differenza, con sette vincitori differenti nelle prime nove gare. La novità, o meglio il ritorno, di questo weekend è quella che vede coinvolto il campione in carica Josh Buchan che a partire da Tailem Bend potrà riabbracciare la Hyundai Elantra che gli ha consegnato il titolo nel 2023.

In seguito a qualche problema riscontrato durante i test pre-stagionali, Buchan era stata forzato a ritornare alla i30. Ora che le difficoltà sono state risolte, il campione potrà guidare nuovamente la vecchia vettura, mentre il compagno di squadra Tom Oliphant prenderà in eredità la i30 che invece è stata condotta proprio da Buchan nei precedenti tre round. Dato il conseguente cambio di motore a cui dovranno andare incontro i due piloti, entrambi subiranno una penalità di 5 posizioni sulla griglia di Gara 1.

E guardando al passato di The Bend, potremmo ancora una volta vedere tanta varietà dato che nelle sei corse del 2019 sono stati cinque i piloti diversi a salire sul gradino più alto del podio.

L’unico che fu capace di imporsi per due volte è stato colui che poi ha vinto quel campionato: Will Brown. Tra i piloti in pista questo weekend, l’unico che invece può vantare un successo è Aaron Cameron, ancora alla ricerca della vittoria nel 2024 e soprattutto di ottimi risultati, dopo un avvio deludente che lo ha visto solo una volta sul podio contro le otto complessive dei suoi compagni di marca.

Saranno comunque pochi i piloti che potranno vantare esperienza su questa pista nel contesto del TCR Australia. Oltre a Cameron hanno corso Tony D’Alberto, che ottenne un terzo posto come miglior risultato, Dylan O’Keeffe che però ha rimediato ben due ritiri e due gare seguite dai box e Jordan Cox che proprio a Tailem Bend fece il suo esordio in categoria, ottenendo un terzo posto a fine stagione.

Sicuramente, guardando al passato, potranno sorridere i piloti del HMO Customer Racing, dato che la Hyundai i30 può vantare metà delle vittorie su questa pista, anche se proprio il team australo-coreano è quello che ha vinto meno quest’anno se confrontato al GRM e al Wall Racing.

L’unica differenza rispetto al 2019 risiede nella conformazione del tracciato che verrà utilizzata. Se cinque anni fa fu adottata la variante “International” da 4,950 km, quest’anno gli organizzatori hanno optato per il circuito “West” lungo solo 3,410 km. Il layout passa quindi da 18 a 12 curve e va ad escludere tutto il tratto compreso tra le curve 6 e 13, rimanendo invariato nel primo e ultimo settore.

Il fine settimana di Tailem Bend partirà nella notte italiana di venerdì con le prime sessioni di libere. Sabato notte andranno in scena le qualifiche, mentre la prima delle tre gare si disputerà nella mattinata dello stesso giorno. Tra la notte e la mattina di domenica le altre due corse. Tutte le sessioni ufficiali si potranno seguire in diretta sul sito delle Shannons Speedseries o in differita sul profilo X dell’organizzazione.

Will Brown (Hyundai, HMO) vincitore in entrambi i round di Tailem Bend nel 2019 – Copyright: TCR Australia

24H NÜRBURGRING NORDSCHLEIFE | ANTEPRIMA

È arrivata la settimana di una delle gare più importanti del panorama delle corse endurance: quella della 24 Ore del Nürburgring Nordschleife. Giunta alla 52esima edizione, questa sarà la nona ad avere una classifica riservata alle vetture TCR, e nelle ultime tre la gara delle vetture turismo è stata a senso unico con il successo della Hyundai ufficiale #830.

La Hyundai Elantra così come lo Hyundai Motorsport N sono vettura e squadra più vincenti nell’Inferno Verde. Per quanto riguarda i piloti, Marc Basseng e Manuel Lauck hanno raggiunto i tre successi record registrati nel 2021 da Moritz Östreich che proprio in quell’anno è stato compagno di squadra dei primi due. L’obiettivo per i due tedeschi, che per il terzo anno di fila correranno insieme a Mikel Azcona, sarà quello di riscrivere il primato portandolo a quota quattro trionfi.

Saranno in totale sei le vetture in pista nel corso del weekend, di cui due di queste di classe DSG. Ancora una volta tre Hyundai Elantra N in pista di cui una con equipaggio europeo, la seconda con squadra in arrivo dal Michelin Pilot Challenge e la terza che richiama i piloti dal TCR China.

Il weekend sarà suddiviso in quattro giorni, con le tre sessioni di qualifica che si disputeranno tra giovedì e venerdì, mentre la gara prenderà il via alle 16 di sabato, per poi concludersi per l’appunto dopo ventiquattr’ore.

La vettura #830 con cui Azcona, Basseng e Lauck difenderanno la corona per il terzo anno di fila – Copyright: Hyundai Motorsport / X

TCR MEXICO | ANTEPRIMA QUERÉTARO, SPRINT ROUND 3

A due mesi di distanza dalla prima tappa sprint del TCR México, la serie centroamericana torna in pista a Querétaro, per il Gran Premio Ida y Vuelta ovvero il secondo appuntamento stagionale. Nell’unico precedente della stagione – a Città del Messico – i dominatori sono stati Julio e Rodrigo Rejón che, conquistando entrambe le vittorie, sono al comando della classifica con un vantaggio di 28 punti su Horia Chirigut e 31 su Hugo Bonilla.

Anche in questo evento i protagonisti saranno gli stessi del primo; oltre ai primi tre in classifica ritroveremo Mario Domínguez e Sergio Legorreta che invece condivideranno la Volkswagen Golf.

Sono due le particolarità di questo gran premio: la prima è che tutto il programma si svolgerà in pochissime ore con le prime libere che si disputeranno nel pomeriggio italiano di sabato e la bandiera a scacchi della seconda gara che invece verrà sventolata poco dopo la mezzanotte di domenica.

La seconda peculiarità è invece legata al fatto che non tutte le sessioni si svolgeranno sullo stesso circuito. La prima sessione di prove libere, le qualifiche e Gara 2 si terranno in direzione di marcia contraria rispetto a quella tradizionale, mentre le seconde libere e Gara 1 invece sul tracciato originale. Da questo deriva infatti il nome “Ida y Vuelta” della competizione. Le gare del TCR México potranno essere seguite in diretta sul canale YouTube della Copa NotiAuto.

La Cupra di Julio e Rodrigo Rejón, vincitori della prima tappa e leader in campionato – Copyright: TCR México

TCR RUSSIA | ANTEPRIMA BOGORODSK, ROUND 3

Dopo il round di Smolensk, che ha visto un weekend non eccellente del pluricampione Dmitry Bragin e la salita al comando della classifica da parte di Vladimir Atoev, il TCR Russia ritorna in pista per il terzo round sul circuito NRING di Bogorodsk. Qui lo scorso anno hanno trionfato Pavel Kalmanovich e Ivan Chubarov, mentre l’attuale leader della classifica aveva colto un secondo e un quinto posto. Un podio anche per il campione in carica Bragin, che invece ha registrato il secondo posto in Gara 1.

Atoev comanda quindi con 81 punti, ma solo due di vantaggio su Simonov e appena dieci su Smolyar. Gara 1 si terrà sabato alle 12:05, mentre Gara 2 vedrà lo spegnimento dei semafori domenica alle 15:00. Le gare sono trasmesse in diretta sul canale del Russian Circuit Racing Series.

Immagine di copertina: TCR Australia

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live