TCR Italy | Anteprima Mugello 2024

TCR Italy | Anteprima Mugello 2024

TCR
Tempo di lettura: 6 minuti
di Marco Colletta @MarcoColletta
11 Luglio 2024 - 09:30
Home  »  TCR

Il Mugello apre le sue porte per il terzo appuntamento del TCR Italy che anticiperà la pausa estiva di due mesi. Quattro vincitori nelle prime quattro gare, ma il primo in classifica è Tavano ancora a secco di successi.

Dalla Sicilia alla Toscana, questo il viaggio che il TCR Italy affronta per intraprendere il terzo round della stagione 2024. Si arriva all’Autodromo del Mugello dopo l’inedito round di Pergusa di inizio giugno, il quale ha visto la prima affermazione nel campionato italiano per Ruben Volt e il ritorno al successo nella serie casalinga per il campione 2017 Nicola Baldan.

In tutto questo, però, la leadership della classifica è nelle mani di Salvatore Tavano, che aveva sì conquistato la vittoria nella prima gara di casa, salvo vedersela tolta in seguito a una penalità. La classifica della corsa in questione, a distanza di un mese, risulta essere ancora sub-judice, quindi tutto può ancora essere riscritto.

Il siciliano tre volte campione del TCR Italy comanda il gruppo con 146 punti e un vantaggio di 30 lunghezze su uno dei volti nuovi di questa stagione, Nicolas Taylor. Il canadese, fresco di primo podio stagionale a Pergusa e di conquista della leadership del trofeo Under25, precede a sua volta tre piloti che si trovano in terza posizione a pari punti (107): Ruben Volt, Junui Park e Michele Imberti.

La grande incertezza regalata da questo avvio di stagione della serie italiana la si può confermare proprio dalla classifica che vede nei primi cinque piloti solo due vincitori, per l’appunto l’estone che ha trionfato in Gara 2 a Pergusa e Junui Park che invece ha conquistato la relativa di Misano.

Oltre a Tavano, che avrà voglia di riscattarsi e conquistare nuovamente un successo che gli manca dal 2022, sono diversi i piloti da tenere sott’occhio questo weekend. Sicuramente c’è Taylor che proverà ad unirsi alla schiera di giovani piloti che sono riusciti a salire sul gradino più alto del podio.

Chi avrà però le maggiori attenzioni potrebbe essere Ruben Volt, il pilota estone di ALM Motorsport che nell’ultimo periodo ha fame di vittoria in tutti i campionati. Nelle ultime settimane infatti ha conquistato due successi nel TCR Europe, rilanciandosi nella lotta per il titolo, ed è riuscito finalmente a incontrare la dea bendata mettendo fine al digiuno che lo appesantiva nel TCR Italy.

Il leader del campionato, Salvatore Tavano, a bordo della Cupra León VZ della Scuderia del Girasole – Copyright: TCR Italy

Parlando invece del TCR Italy DSG, la leadership è passata ad Alessandro Alcidi che con i suoi 152 punti precede di dieci lunghezze l’ex capo classifica Luca Franca, autore di una prima gara a Pergusa non troppo felice. La graduatoria resta comunque compatta con Paolo Silvestrini e Luca Verdi che sono racchiusi in appena quaranta punti dal battistrada.

Anche in questo caso quattro vincitori in quattro gare differenti, con Franca – secondo in classifica – unico nella Top5 a non aver ancora scalato il primo gradino del podio. La ottima posizione deriva dal triplo secondo posto conquistato in quattro gare.

NOVITÀ

Nessun cambiamento a livello regolamentare, con le gare che anche per l’appuntamento toscano rimarranno della durata di 28 minuti più un giro, dopo i problemi riscontrati nell’evento di apertura a Misano.

Quel che cambia è invece la griglia di partenza sia del TCR Italy che della classe DSG, con diversi nuovi arrivi e anche una promozione.

TCR ITALY – Parlando della categoria sequenziale, a partire proprio da questo round il giovane Pietro Alessi – che ha debuttato in Riviera Romagnola a maggio -, dopo una sola gara nel DSG, questo weekend si ritroverà al volante dell’Audi RS 3 LMS del BF Motorsport, affiancando Tommaso Fossati.

TCR DSG – Tante new entry sono invece quelle che andranno a infoltire lo schieramento delle DSG: due Cupra DSG saranno affidate a Federico Scionti (Event E Service) e Gabriele Foglia (Pro Race), altrettante Audi RS 3 LMS DSG andranno a Andrea Palazzo (RC Motorsport) e Temel Camlidag (Aikoa Racing), mentre l’ultima aggiunta è la Volkswagen Golf GTI del 17enne Federico Desiderio che si unirà al Progetto E20 Motorsport.

COMPENSATION WEIGHT – Per quanto riguarda la classe sequenziale, il più appesantito al Mugello sarà Volt con 40 kg, seguito da Tavano e Taylor che caricheranno 30 kg, quindi 20 per Imberti e 10 per Baldan. Passando alla serie DSG, il più appesantito sarà Luca Verdi con 40 kg, seguito dal leader del campionato Alcidi e da Silvestrini con 30. Solo 20 saranno affidati Franca, mentre 10 spetteranno ad Antonello.

ALBO D’ORO

Quella del Mugello è una tappa da sempre presente nel calendario del TCR Italy e che nelle sole eccezioni del 2015 e 2021 si è disputata in ottobre anziché nel mese di luglio. Quella toscana è una pista che sorride spesso a piloti che hanno conquistato o che avrebbero ottenuto un titolo nel TCR. Nelle diciotto gare fin qui disputate hanno vinto Valentina Albanese (campionessa TCR Italy 2015), Roberto Colciago (campione nel 2016) Nicola Baldan (campione nel 2017), Salvatore Tavano (tre volte campione), Antti Buri (campione nel 2021), Niels Langeveld (campione nel 2022) e Aurélien Comte (campione TCR Europe nel 2017).

In poche parole solo nel 2019 e lo scorso anno nessuno dei due vincitori del Mugello è poi riuscito a conquistare il titolo a fine stagione.

Sicuramente il costruttore che meglio riesce a interpretare i saliscendi toscani è quello spagnolo, infatti tra SEAT e Cupra la metà dei successi si è diretta nella penisola iberica. Un solo successo per Honda che risale al lontano 2016, Opel (2017), Alfa Romeo (2018) e Audi che invece è riuscita a sbloccarsi solo la passata stagione con Felice Jelmini. Hyundai prova a tener testa con cinque successi, gli stessi di Cupra.

Per quanto concerne i vincitori, in diciotto gare disputate, solo Salvatore Tavano è riuscito a imporsi più di una volta: nel 2018, nel 2020 e nel 2022 con quest’ultima che rimane ad ora anche l’ultima affermazione del pilota siciliano nel TCR Italy.

ORARI E TV

Il tradizionale weekend del campionato italiano si mantiene su tre giornate con le prove libere – che tornano a essere due, dopo l’eccezionalità di Pergusa – e le qualifiche al venerdì, seguite dalle due gare per ogni classe che si svolgeranno rispettivamente sabato pomeriggio e domenica mattina. Tutte e quattro le corse potranno essere seguite sul canale ufficiale del TCR Italy o su ACI Sport TV.

Immagine di copertina: ACI Sport

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live