TCR | Girolami-Pelatti vincono a Misano, Miller-Taylor di nuovo davanti a tutti. I Rejón conquistano la 12 Ore in Messico

TCR | Girolami-Pelatti vincono a Misano, Miller-Taylor di nuovo davanti a tutti. I Rejón conquistano la 12 Ore in Messico

TCR
Tempo di lettura: 16 minuti
di Marco Colletta @MarcoColletta
25 Giugno 2024 - 10:00
Home  »  TCR

Vittoria all’esordio nell’endurance per Franco Girolami che ha affiancato Sandro Pelatti nel TCR European Endurance. Miller-Taylor ottengono il quarto successo in cinque gare, mentre i Rejón trionfano per la prima volta anche nel TCR México Endurance.

Sei eventi TCR si sono disputati nel fine settimana appena concluso, di cui tre appartenenti a categorie endurance che hanno visto tra i protagonisti equipaggi già affermati nei campionati stessi o in altre serie. In Francia, il leader Paget non riesce a imporsi, ma resta nelle zone alte della classifica.

TCR EUROPEAN ENDURANCE | MISANO, ROUND 3

A Misano è andata in scena la terza tappa del TCR European Endurance in cui a dominare, questa volta, non è stato il solito equipaggio. Sin dalle prove libere a imporsi è stata infatti l’Audi del PMA Motorsport con Sandro Pelatti e Franco Girolami. I due hanno subito ottenuto il miglior tempo sia nella prima che nella seconda sessione di prove, prima di imporsi anche nelle qualifiche conquistando la pole position fermando il cronometro complessivo delle due qualifiche su 3:25.896.

Il secondo posto è invece andato alla vettura dei leader del campionato, l’Audi di Brigliadori-Konukoglu, che con la somma dei tempi ha accusato un ritardo di due secondi dalla compagina italo-argentina.

STAGE 1 – Nonostante il weekend sia partito in salita per gli attuali leader del campionato, Brigliadori è riuscito a tenere gioco con Girolami nelle fasi iniziali della corsa, mentre alle loro spalle il rientrante Comini ha dovuto difendersi da Özen e Okyay per mantenere il terzo posto.

I primi giri hanno visto una dura battaglia tra Girolami e Brigliadori, con i due che si sono più volti scambiati la posizione di testa, fino a quando l’argentino non è riuscito a staccare leggermente la vettura gemella. La lotta per il successo si è chiusa però dopo pochi minuti dato che la vettura #2 ha subito una penalità di dieci secondi per aver violato il regolamento durante la procedura di partenza.

Comini è invece riuscito a mantenere la terza piazza per il primo quarto d’ora, prima di commettere un’errore in uscita dalla Tramonto che ha permesso a Özen di salire sul terzo gradino del podio, per mantenerlo quasi fino al termine dello stage.

Poco prima di metà stage, Özen è stato il primo a effettuare il pit stop, seguito da Comini e Okyay. I due piloti di vetta hanno invece aspettato il passaggio della mezz’ora per rientrare ai box e darsi il cambio con i corrispettivi compagni di squadra.

A meno di 15 minuti dal termine, Pinar ha commesso un errore prima del Carro, lasciando così nuovamente il terzo posto a Cappelli con la prima delle vetture DSG. La Volkswagen è riuscita a conservare il podio provvisorio per meno di una decina di minuti, prima che l’Audi #3 riuscisse nuovamente a tornare davanti.

La prima fase si è conclusa con il successo di Girolami-Pelatti che hanno rifilato 35 secondi alla coppia Brigliadori-Konukoglu. Özen-Pinar hanno chiuso a un giro dalla vetta, riuscendo però a conservare il terzo posto del podio per solo tre secondi sulla coppia Comini-Cappelli.

  1. Franco Girolami / Sandro Pelatti (Audi, PMA Motorsport)
  2. Eric Brigliadori / Turgut Konukoglu (Audi, Texaxo Team AMS)
  3. Zekai Özen / Barkin Pinar (Audi, Texaco Team AMS)

STAGE 2 – La seconda manche si è invece disputata sotto le luci della Luna di Misano, per la prima gara notturna del TCR European Endurance. Al via Pelatti e Konukoglu hanno lottato per la prima posizione, ma l’italiano è riuscito dopo poche curve a rifilare qualche decimo di distacco all’avversario turco. Dietro di loro, l’Audi DSG è invece riuscita a mettersi alle spalle la Volkswagen DSG, salendo così al quarto posto e il primo di classe.

Questa volta abbiamo assistito a meno battaglie rispetto alla prima fase, infatti i piloti hanno mantenuto la propria posizione fino all’apertura della pit lane. I team hanno optato, questa volta, per una sosta più anticipata per il cambio gomme e pilota.

Al ventinovesimo giro, con meno di una decina di minuti alla bandiera a scacchi, la coppia dei leader del campionato Brigliadori-Konukoglu ha dovuto alzare bandiera bianca ritrovandosi ferma fuori pista. Ad approfittarne è stata dunque la Volkswagen DSG che è così salita in terza posizione.

Dopo 33 giri, Girolami-Pelatti sono passati per primi sotto la bandiera a scacchi, vincendo per la prima volta nella categoria endurance europea. Per l’argentino si tratta di una vittoria all’esordio, oltre che della terza serie TCR in cui è riuscito a imporsi. Il successo di Girolami arriva sullo stesso circuito su cui ha ottenuto il primo nel TCR Italy nel 2021.

Al secondo posto l’Audi #3 di Özen-Pinar, mentre la coppia Comini-Cappelli aveva inizialmente conquistato il terzo posto. Un penalizzazione di 5 secondi per un sorpasso irregolare ha spinto la Volkswagen in quarta posizione, promuovendo Okyay-Kaçan sul podio.

Nella classifica generale, però, la vettura DSG del Faro Racing è comunque riuscita a ottenere il podio, grazie al vantaggio accumulato nella prima manche. Per lo svizzero si tratta quindi del primo podio nel TCR dalla vittoria a Dubai nel finale di stagione del TCR International Series 2017.

  1. Franco Girolami / Sandro Pelatti (Audi, PMA Motorsport)
  2. Zekai Özen / Barkin Pinar (Audi, Texaco Team AMS)
  3. Stefano Comini / Ottavio Cappelli (Volkswagen DSG, Faro Racing)

CLASSIFICHE E PROSSIMO APPUNTAMENTO

Nonostante il quinto posto finale, la coppia Konukoglu-Brigliadori riesce a rimanere in testa alla classifica, anche se il distacco sugli avversari si riduce notevolmente.

  1. Eric Brigliadori / Turgut Konukoglu – 123 pts
  2. Zekai Özen / Barkin Pinar – 102 pts (-21)
  3. Ibrahim Okyay / Seda Kaçan – 95 pts (-28)
  4. Sandro Pelatti – 85 pts (-38)
  5. Franco Girolami – 47 pts (-76)

Il weekend di Misano ha già assegnato tre dei quattro titoli in palio nel corso di questa stagione. Il Texaco Team AMS, con i suoi 233 punti e un vantaggio di 148 lunghezze su PMA Motorsport, ha già conquistato il titolo a squadre. Essendo gli unici partecipanti di classe, Pinar e Özen hanno invece matematicamente portato a casa il campionato di classe Gen 1, mentre grazie ai 136 punti accumulati, contro i 45 dei primi inseguitori (Comini-Cappelli), Okyay e Kaçan hanno già portato in cascina il titolo DSG.

Il TCR European Endurance ritornerà in pista tra due mesi, nel weekend del 24-25 agosto, per l’appuntamento conclusivo della stagione che si disputerà allo Slovakiaring e assegnerà il titolo piloti.

Il podio conclusivo della gara di Misano, con i vincitori Girolami-Pelatti – Copyright: TCR European Endurance

COPPA ITALIA TURISMO | MISANO, ROUND 3

Sulla stessa pista di Misano si è svolta anche la terza tappa della Coppa Italia Turismo, organizzata da PNK Motorsport. Nelle qualifiche a ottenere il miglior tempo per quanto riguarda le vetture TCR è stato Samuele Piccin, con il secondo riscontro assoluto registrato in 1:44.114. La seconda vettura più veloce è stata l’Audi di Riccardo Ruberti che, con il quarto tempo più rapido della sessione, ha subito un gap di quasi un secondo dalla TCR migliore.

GARA 1 – Nella prima corsa, il successo assoluto è andato alla BMW dell’austriaco Markus Weege, mentre per quanto riguarda la classe TCR, la prima posizione (terza assoluta) è andata a Samuele Piccin, con la Honda del MM Motorsport. Alle sue spalle le Audi di Riccardo Ruberti e Daniele Verrocchio, con quest’ultimo che era arrivato a solo 1.2 secondi dal vincitore, ma è stato successivamente penalizzato di dieci secondi per un sorpasso effettuato in condizioni di bandiere gialle. Quarto è invece il leader del campionato Demir Eroge.

  1. Samuele Piccin (Honda, MM Motorsport)
  2. Riccardo Ruberti (Audi, PMA Motorsport)
  3. Daniele Verrocchio (Audi, BF Motorsport)

GARA 2 – Anche nella seconda corsa, Piccin è partito dalla seconda posizione in griglia, con la seconda TCR meglio piazzata in terza fila con Ruberti, che – come secondo miglior tempo registrato in qualifica – aveva subito un gap di 1.1 secondi dal battistrada.

Pure sotto la pioggia romagnola – che ha portato alla bandiera a scacchi con sette minuti di anticipo – il vincitore assoluto è stato Markus Weege, mentre per quanto riguarda quello della classe TCR, la vittoria è andata a Fabrizio Fede (terzo assoluto) con la Cupra del Team Cars Racing. Alle sue spalle l’austriaco Philipp Mattersdorfer con la Opel Astra del Duller Motorsport, quindi Riccardo Ruberti con l’Audi di PMA. Ritiro dopo solo un giro per Samuele Piccin per un contatto nelle fasi iniziali, ma anche per Giulio Valentini. Anche nella gara conclusiva, il turco Eroge non è andato oltre il quarto posto di classe.

  1. Fabrizio Fede (Cupra, Team Cars Racing)
  2. Philipp Mattersdorfer (Opel, Duller Motorsport)
  3. Riccardo Ruberti (Audi, PMA Motorsport)

PROSSIMO APPUNTAMENTO

La Coppa Italia Turismo affronterà un lungo momento di stop prima di tornare in pista per il quarto dei sei appuntamenti in programma. Il prossimo evento si disputerà infatti il 14-15 settembre a Vallelunga, dando inizio al “girone di ritorno” della stagione.

TC FRANCE | SPA-FRANCORCHAMPS, ROUND 3

Tappa extra-francese in occasione del terzo evento della stagione del TC France che nell’ultimo fine settimana è approdato a Spa-Francorchamps, in Belgio. Già dalla qualifica si è potuto capire quale team avrebbe dominato il weekend belga. Nelle due sessioni ufficiali, il tempo più veloce è stato registrato dal padrone di casa Giovanni Scamardi che nella Q1 ha fermato il tempo su 2:49.293 rifilando 5.3 secondi a Stéphane Codet, mentre nel Q2 si è migliorato in 2:47.269, mettendo tra sé e il compagno di squadra Sylvain Pussier solo 1.2 secondi.

Nelle quattro gare disputate, Scamardi è riuscito però a conquistare solo la prima, precedendo di 3 secondi Sébastien Thome e di 3.4 Julien Paget in rimonta dal decimo posto sulla griglia. Per il belga, che ha esordito lo scorso anno nelle categorie TCR, questa è stata la prima affermazione. Prima di domenica il suo miglior risultato è stato un terzo posto nella gara conclusiva della stagione 2023 del TC France.

Gara 2 è andata a Thomas Leal, con Thome capace di prendersi ancora una volta la seconda piazza, mentre Sylvain Pussier è riuscito ad agguantare il terzo posto ai danni di Julien Paget. Non è andata bene invece a Scamardi che ha chiuso con un giro di anticipo la propria corsa.

In Gara 3 e Gara 4 il successo è invece andato a Sylvain Pussier che prima ha preceduto sul podio Giovanni Scamardi e Julien Paget e poi nuovamente il compagno di squadra belga, con il terzo gradino del podio andato a Thomas Leal. In questo caso il leader del campionato Paget si è dovuto accontentare del quinto posto.

CLASSIFICHE E PROSSIMO APPUNTAMENTO

Per la terza volta in stagione è cambiato il leader della classifica che, dopo il round di Spa è Sylvain Pussier, il quale ha scavalcato l’ex numero 1 Julien Paget di appena una lunghezza. L’esordiente Thome, invece, ha accorciato di un punto il proprio svantaggio sulla prima posizione, ma ne ha mangiati ben sette dalla terza piazza che è rimasta nelle mani di Codet.

  1. Sylvain Pussier – 100 pts
  2. Julien Paget – 99 pts (-1)
  3. Stéphane Codet – 75 pts (-25)
  4. Sébastien Thome – 68 pts (-32)
  5. Gilles Chauvin – 55 pts (-45)

La serie francese ritornerà in patria per affrontare il prossimo round di Magny Cours che si disputerà tra due mesi, nel fine settimana del 23-25 agosto.

Il nuovo leader della classifica TCR del TC France, Sylvain Pussier – Copyright: FFSA Tourisme

MICHELIN PILOT CHALLENGE | WATKINS GLEN, ROUND 5

A due settimane dall’evento in Mid-Ohio che ha visto interrompere il dominio della coppia Miller-Taylor, il Michelin Pilot Challenge è tornato in pista a Watkins Glen per il quinto round stagionale. In qualifica i migliori si sono confermati ancora una volta i piloti del Montreal Motorsport Group che hanno ottenuto la terza pole stagionale, la seconda per la coppia Montour-Ortiz che ha siglato il tempo più veloce (secondo assoluto) in 1:55.423. La seconda posizione di classe TCR (settima assoluta) è andata ai campioni in carica Gottsacker-Wickens che hanno pagato un ritardo di quattro decimi. Terzo tempo per i poleman dell’ultimo round, Yoshihara-Wittmer, e quarto per Wilkins-Filippi. Solo quinta posizione per i leader della classifica Miller-Taylor.

GARA – L’epilogo della quinta corsa stagionale è tornato ad essere quello a cui ci eravamo abituati a inizio stagione con la coppia Miller-Taylor che è andata a conquistare la quarta affermazione dell’anno. I portacolori del JDC-Miller Motorsport si sono portati in seconda posizione dopo solo due tornate, quindi sono saliti al comando durante il corso della prima caution avvenuta al quinto giro. Da allora hanno lasciato il comando solo in occasione delle varie soste effettuate.

La vittoria non è stata comunque semplice dato che dopo due ore di gara, l’Audi ha preceduto di soli due secondi la prima delle quattro Hyundai del Bryan Herta Autosport. A chiudere alle spalle dei vincitori sono stati i campioni in carica Gottsacker-Wickens, mentre sul podio sono giunti i trionfatori del Mid-Ohio, Brown-Dupont. Fuori dal podio Wilkins-Filippi, mentre i poleman Montour-Ortiz non sono andati oltre il nono posto.

  1. Chris Miller / Mikey Taylor (Audi, JDC-Miller Motorsports)
  2. Harry Gottsacker / Robert Wickens (Hyundai, Bryan Herta Autosport)
  3. Preston Brown / Denis Dupont (Hyundai, Bryan Herta Autosport)

CLASSIFICHE E PROSSIMO APPUNTAMENTO

Continua ad aumentare il vantaggio dei leader incontrastati di questo campionato che, dopo cinque gare su dieci in calendario, contano già 1700 punti su un massimo di 1750 accumulabili. I punti che separano i capoclassifica dai primi inseguitori salgono dunque ad 170 a 220.

  1. Chris Miller / Mikey Taylor – 1700 pts
  2. Preston Brown / Denis Dupont – 1480 pts (-22)
  3. Harry Gottsacker / Robert Wickens – 1390 pts (-310)

Il Michelin Pilot Challenge riaccenderà i motori tra tre settimane per l’unica tappa extra-statunitense dell’anno, quella al circuito Mosport a Bowmanville in Canada. L’evento si terrà nel fine settimana del 12-14 luglio.

Chris Miller e Mikey Taylor hanno trionfato per la quarta volta in stagione – Copyright: IMSA

TCR MÉXICO ENDURANCE | 12 HORAS CDMX, ROUND 3

Il TCR México è tornato all’Autodromo Hermanos Rodríguez di Città del Messico per il terzo appuntamento stagionale della serie endurance. Come avvenuto anche nei precedenti due eventi, la pole position è andata all’Audi #12 del RE Motorsport che con il tempo di 1:28.465 ha preceduto di soli 76 millesimi l’Alfa Romeo #8 del Peralta Racing Team. Terzo tempo per la Cupra del Z Motors, a due decimi dal battistrada, quindi la vettura gemella del ProRally #1. Solo sesto tempo, con quasi 1.4 secondi di ritardo dalla vetta per i dominatori del campionato dell’Orea Ross Racing.

GARA – Nelle prime ore della corsa a contendersi la vittoria sono state l’Audi del RE Motorsport #12 e la Cupra dello Z Motors #45. Pochi giri al comando anche per l’Alfa Romeo del Peralta Racing, che poi dopo poche tornate è sprofondata in classifica. Al termine di un terzo di gara, chi ha però mostrato un passo eccezionale è stata l’altra vettura spagnola, quello del ProRally che è salita in terza posizione alla caccia delle due auto in testa.

Poco prima di metà corsa, l’Audi dei poleman ha ceduto nuovamente la testa della corsa alla Cupra del Peralta Racing che l’ha mantenuta per circa un centinaio di giri, prima di darla nuovamente nelle mani della vettura tedesca. In risalita la Hyundai dei leader del campionato dell’Orea Ross che, dal secondo terzo di gara ha continuato a districarsi tra la seconda e la quarta posizione.

Nelle ultime ore della gara a rendere il tutto più difficile non è bastato il calare della notte, ma si è aggiunta anche la pioggia che ha rimescolato le carte. A sole due ore dal termine davanti a tutti è salita la vettura dei leader del TCR México Sprint, quella della famiglia Rejón, seguita dall’Audi del RE Motorsport e dalla Hyundai dell’Orea Ross.

La Cupra del ProRally, dopo aver conquistato la testa della corsa, non l’ha più mollata fino alla bandiera a scacchi riuscendo ad arrivare a un vantaggio di quasi due minuti, mentre la lotta per le tre posizioni alle spalle è rimasta aperta fino agli ultimi giri. Si interrompe così il dominio dell’Orea Ross, con il ProRally che diventa la prima squadra a imporsi nelle due serie TCR messicane.

Il secondo posto è andato alla Cupra dello Z Motors, con il terzo posto finito nelle mani dei leader della classifica dell’Orea Ross. Prima gara fuori dal podio per il RE Motorsport che ha chiuso in quarta posizione con l’Audi #12 – a cinque secondi dalla terza piazza -, mentre è stata costretta al ritiro a 60 giri dal termine con la Cupra #80.

  1. Gerardo, Gerardo Jr., Julio e Rodrigo Rejón (Cupra, ProRally)
  2. Santos Zanella / Santos Zanella Adame / Franco Zanella Adame (Cupra, Z Motors / Autoforum)
  3. Andrés Orea Jr. / Jerónimo Guzmán (Hyundai, Orea Ross Racing)

PROSSIMO APPUNTAMENTO

Il TCR México prende ora più di un mese di pausa e tornerà in pista ad agosto con un doppio appuntamento. Nel fine settimana del 17-18 andrà in scena il quarto round della serie sprint che scenderà in pista a Puebla, mentre il weekend successivo – quello del 24 e 25 – si svolgerà la quarta tappa del campionato endurance: la 6 Ore di Querétaro.

La Cupra León VZ del ProRally, vincitrice della Endurance 12 con la famiglia Rejón – Copyright: TCR México

SPORTS CAR CHAMPIONSHIP CANADA | CALABOGIE, ROUND 2

La pista di Calabogie è stata la sede del secondo round 2024 dello SCCC che in qualifica ha fatto esaltare il 15enne Anthony Martella che, al suo secondo evento nel TCR, ha ottenuto la pole position in 2:22.926, rifilando circa un paio di secondi al pilota che avrebbe poi dominato le due gare.

Infatti, i due successi della seconda tappa sono andati a Gary Kwok che sotto la pioggia, in Gara 1, ha preceduto proprio il poleman Martella di un paio di secondi e Megan Tomlinson che è giunta sul podio anche se con un gap di 16 secondi dal vincitore.

La pilota protagonista in Mid-Ohio durante il round del TCR World Tour, dopo aver conquistato il primo podio in carriera in Gara 1, si è replicata in Gara 2 giungendo proprio alle spalle del vincitore anche se con quasi 10 secondi di ritardo. Richard Boake – quinto in Gara 1 – ha completato la Top3 a breve distanza dalla compagna di marca.

CLASSIFICHE E PROSSIMO APPUNTAMENTO

Con il doppio successo di Kwow e il singolo podio del leader Boake, cambia il numero uno in classifica che ora è proprio il pilota della Honda, il quale si ritrova davanti con un vantaggio di appena due lunghezze.

  1. Gary Kwok – 134 pts
  2. Richard Boake – 132 pts (-2)
  3. Ron Tomlinson – 113 pts (-21)

Il SCCC tornerà in pista tra un mese per in occasione dell’evento sul tracciato cittadino di Toronto, che si disputerà nello stesso weekend in cui sarà presente anche la IndyCar.

Il due volte vincitore di Calabogie e nuovo leader della classifica Gary Kwok – Copyright: FEL Motorsports

Immagine di copertina: TCR European Endurance

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live