TCR Europe | Zolder 2024: Primo successo europeo per Baldan, arriva il primo assolo di Losonczy in carriera

TCR Europe | Zolder 2024: Primo successo europeo per Baldan, arriva il primo assolo di Losonczy in carriera

TCR
Tempo di lettura: 7 minuti
di Marco Colletta @MarcoColletta
21 Maggio 2024 - 11:15
Home  »  TCR

Prima vittoria TCR per Nicola Baldan dopo sei anni, la prima in assoluto nel campionato europeo. L’ungherese Levente Losonczy centra il primo successo in carriera in tutto il mondo TCR. Girolami e Comte in testa alla classifica a pari punti.

Secondo round del TCR Europe a Zolder, dove la serie europea è tornata a distanza di quattro anni. Il weekend ci ha lasciato con la conferma della lotta tra le Cupra di Franco Girolami e Aurélien Comte, ma anche con due prime volte: il primo successo europeo di Nicola Baldan, a sei anni dall’ultima vittoria nel TCR Italy, e la prima affermazione del giovane Levente Losonczy.

QUALIFICHE

Il fine settimana positivo di Nicola Baldan è già iniziato dalla qualifica con la pole position ottenuta con il tempo di 1:36.470 che gli ha permesso di distanziare di quasi mezzo secondo Aurélien Comte che è poi scattato al suo fianco. Seconda fila per la prima delle Honda ALM con Ruben Volt, quindi il leader della classifica generale Franco Girolami. Terza fila condivisa, invece, per Ignacio Montenegro a 7 decimi dal battistrada, e Viktor Andersson.

Sessione da dimenticare invece per le Honda del GOAT Racing con i fratelli Fernández che si sono qualificati nono e undicesimo, mentre l’esordiente e ospite del weekend belga Santi Concepción ha occupato l’ultima casella della griglia.

GARA 1

Allo spegnimento dei semafori, ottimo spunto da parte sia di Baldan che di Comte che hanno mantenuto le prime due posizioni. Girolami ha invece sopravanzato Volt portandosi al terzo posto. Dietro i primi, pessimo scatto da parte sia di Montenegro che di Andersson che sono scivolati in fondo al gruppo, facendo salire Davidovski in quinta posizione.

La prima metà di gara non ha avuto particolari azioni salienti, con i piloti che hanno studiato i propri avversari. Il primo a rompere gli indugi è stato Anderrson che si è portato in sesta posizione con un sorpasso su Felipe Fernández dopo dieci minuti.

Qualche minuto più tardi, invece, Volt ha provato a riprendersi la terza posizione su Girolami, ma l’argentino è riuscito a rimanere davanti. Una tornata dopo, l’estone ha riprovato l’attacco e dopo un paio di sportellate è stato capace di ristabilirsi sul podio.

Negli ultimi frangenti della corsa Montenegro, che è poi rimasto alle spalle di Felipe Fernández fino a fine gara, ha passato lo spagnolo al penultimo giro riuscendo ad ottenere il settimo posto.

La gara si è conclusa dopo 14 giri con il primo successo europeo di Nicola Baldan, seguito da Auréline Comte e Ruben Volt che per la prima volta sale sul podio regionale senza conquistare la vittoria.

  1. Nicola Baldan (Audi, Comtoyou Racing)
  2. Aurélien Comte (Cupra, SP Competition)
  3. Ruben Volt (Honda, ALM Motorsport)

A chiudere al quarto posto è Franco Girolami, seguito dal compagno di squadra Viktor Davidovski. Dopo la pessima partenza, il duo Viktor Andersson-Ignacio Montenegro è riuscito a risalire in sesta e settima posizione, lasciando l’ottava e la nona a Felipe e Rubén Fernández. A chiudere la Top10 è Levente Losonczy.

GARA 2

In Gara 2 la prima fila ha visto Losonczy partire davanti a tutti con Felipe Fernández al suo fianco. Dietro di loro il padrone di casa Scamardi affiancato da Davidovski, mentre i protagonisti del campionato sono scattati dalla quarta e quinta fila.

Al via Losonczy non ha avuto un buono spunto, scivolando al terzo posto, con Fernández salito al comando davanti a Scamardi. Ottimo scatto per Girolami e Comte che si sono portati in quinta e sesta posizione.

È invece bastato mezzo giro per permettere al pilota di casa, Scamardi, di portarsi davanti allo spagnolo alla chicane Villeneuve, ereditando così la prima posizione. Il pilota di GOAT Racing, persa la vetta, ha dovuto battagliare con Davidovski per difendere la seconda, ma il macedone ha spinto l’iberico di traverso, facendolo relegare in quarta piazza, con il portacolori di Cupra sceso in quinta. Ad approfittarne sono stati quindi Losonczy e Girolami che sono saliti in posizione da podio.

Durante il settimo giro, grande battaglia per l’ottavo posto con Andersson, Baldan e Comte impegnati. Lo svedese, nel tentativo di difendere la posizione le ha perse entrambe, mentre il francese è riuscito a sopravanzare i due piloti. L’alfiere della Lynk & Co ha però commesso una sbavatura che lo ha relegato in undicesima piazza.

Nella stessa tornata, un problema all’impianto frenante ha invece negato il primo successo in categoria e soprattutto in casa a Giovanni Scamardi che ha dovuto rallentare il passo e cedere il primo posto a Losonczy. Un giro più tardi, il belga ha provato a riprendersi quanto meno la seconda posizione, rimanendo però alle spalle di Girolami. Qualche curva più tardi, lo stesso pilota locale ha avuto a che fare anche con il compagno di squadra dell’argentino, ma questa volta le sportellate sono state più decise e i due hanno terminato la propria gara insabbiati alla staccata della Bolderberg.

Ruben Volt è salito quindi in terza posizione, mentre Felipe Fernández ha ereditato così la quarta. La posta in palio ha portato i due ad avviare una battaglia forzata nelle prime curve, con lo spagnolo che – nel tentativo di guadagnare il podio – ha provato la via dello sterrato, rimanendo però quarto.

Pochi istanti più tardi è scesa in pista la Safety Car per rimuovere le due Cupra di Scamardi e Davidovski. La vettura di sicurezza è rimasta in azione fino al termine del dodicesimo giro. Alla ripresa Comte ha provato a superare Montenegro per il quinto posto, ma l’argentino – dopo aver perso momentaneamente il piazzamento – è riuscito a tornare davanti al francese.

Davanti a loro Girolami ha invece provato l’attacco per la vittoria, ma l’errore di valutazione da parte dell’argentino lo ha fatto precipitare al quarto posto, poi diventato subito dopo terzo. Ne ha quindi approfittato Volt che si è portato in seconda posizione.

Una tornata più tardi Comte è riuscito nuovamente a sopravanzare Montenegro, questa volta mantenendo la posizione grazie a un sorpasso costruito in curva 1. Il francese ha tentato anche di accaparrarsi la quarta posizione ai danni di Felipe Fernández, ma lo spagnolo è riuscito a stringere i denti e far rimanere l’avversario alle sue spalle.

Dopo sedici giri è arrivato così il primo successo in carriera per Levente Losonczy che ha riportato l’Ungheria sul gradino più alto del podio dopo sei anni. L’ultimo a vincere fu infatti Attila Tassi in Gara 1 a Barcellona nel 2018. Ruben Volt ha completato invece la prima doppietta di ALM Motorsport nel campionato europeo, mentre Franco Girolami ha chiuso le posizioni a podio.

  1. Levente Losonczy (Honda, ALM Motorsport)
  2. Ruben Volt (Honda, ALM Motorsport)
  3. Franco Girolami (Cupra, Monlau Motorsport)

Ai piedi del podio si è piazzato Felipe Fernández, quindi Aurélien Comte in quinta posizione. Solo un sesto posto per Ignacio Montenegro che ha preceduto il vincitore di Gara 1 Nicola Baldan. Segue Rubén Fernández in ottava posizione, quindi Viktor Andersson e Santi Concepción a chiudere la Top10.

Losonczy e Volt regalano la prima doppietta ad ALM Motorsport nel campionato europeo – Copyright: TCR Europe

CLASSIFICHE E PROSSIMO APPUNTAMENTO

La classifica piloti vede sempre il duo Cupra Girolami-Comte contendersi il titolo, ma se dopo Vallelunga i punti di distacco erano solo cinque, ora i due piloti si trovano a pari merito. La lotta fratricida sorride leggermente a Nicola Baldan che ha di poco accorciato il distacco sui due.

  1. Aurélien Comte – 146 pts
  2. Franco Girolami – 146 pts
  3. Nicola Baldan – 123 pts (-23)

Compattissima è invece la classifica a squadre che vede tre compagini racchiuse in appena quindici punti, con il Monlau Motorsport che riesce a mantenere la vetta.

  1. Monlau Motorsport – 208 pts
  2. ALM Motorsport – 202 pts (-6)
  3. SP Compétition – 193 pts (-15)

Per quanto concerne i due trofei in palio, la classifica del Diamond vede ancora Nicola Baldan al comando con 86 punti contro gli 80 di Felipe Fernández. Nella graduatoria riservata ai rookie, Ignacio Montenegro sale a quota 180, mettendo una seria ipoteca sul titolo, avendo avuto il solo Santi Concepción come rivale.

Il TCR Europe si prende ora una settimana di pausa e tornerà in pista il prossimo weekend, quello del 31 maggio-2 giugno dove esordirà su una nuova pista: il Salzburgring, per la tappa austriaca della stagione.

Il leader della classifica Aurélien Comte, davanti grazie ai miglior piazzamenti ottenuti rispetto a Franco Girolami – Copyright: TCR Europe

Immagine di copertina: TCR Europe

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live