TCR Europe | Spa-Francorchamps 2024, Gara 2: Montenegro coglie il primo trionfo europeo, Girolami-Comte di nuovo a pari punti

TCR Europe | Spa-Francorchamps 2024, Gara 2: Montenegro coglie il primo trionfo europeo, Girolami-Comte di nuovo a pari punti

TCR
Tempo di lettura: 6 minuti
di Marco Colletta @MarcoColletta
6 Luglio 2024 - 14:20
Home  »  TCR

Weekend perfetto per le Honda dell’ALM Motorsport che trionfano anche con Ignacio Montenegro, alla prima affermazione nel TCR Europe. Il rimescolamento della classifica all’ultimo giro riporta Girolami e Comte a pari punti in testa alla classifica.

Non si conclude il periodo positivo delle Honda di ALM Motorsport nel TCR Europe che, dopo il primo successo di Levente Losonczy a Zolder, la doppia vittoria consecutiva di Ruben Volt tra Salzburgring e Spa, in Gara 2 trova la prima affermazione anche di Ignacio Montenegro.

Con il suo risultato e da centro classifica dei piloti contendenti al titolo, l’argentino si rilancia a sua volta per un posto tra i grandi con ancora due appuntamenti da disputare, entrambi a settembre.

CRONACA DELLA GARA

Ha vinto qui nel TC France due settimane fa e con la pole di Gara 2 l’occasione ghiotta per interrompere il digiuno nel TCR Europe si stava per presentare. Per Giovanni Scamardi, però, il sogno di vittoria europea è durato giusto il tempo di spegnere i semafori, infatti il belga ha stallato la sua vettura, facendosi superare da tutto il gruppo.

A ottenere il primo posto è stato dunque Losonczy, seguito da Andersson e Montenegro, con lo svedese che è riuscito a rimanere davanti all’argentino giusto per qualche centinaia di metri. Alle loro spalle invece ottimo spunto per i contendenti al titolo Girolami e Comte che dopo poche curve erano già a ridosso del podio, in quarta e quinta posizione, mentre Volt si è portato in settima.

Per Montenegro è bastato un solo giro per portarsi alle spalle di Losonczy e prendersi la sua posizione alla staccata della Source. Intanto, dietro di loro il compagno di squadra Volt ha guadagnato il sesto posto passando Concepción a Les Combes.

Il terzo giro ha visto ancora una volta Losonczy protagonista in negativo, con l’ungherese che dopo essere stato attaccato da Andersson non è riuscito a mantenere la posizione cedendola al pilota della Lynk & Co a Les Combes. Dietro di loro invece i contendenti al titolo Comte e Girolami si scambiano posizione con il francese salito davanti all’argentino.

Al termine della stessa tornata, Volt ha provato a liberarsi di Girolami con un lungo affondo alla Bus Stop. Sacrificando l’uscita sul rettilineo principale, l’estone ha dovuto cedere posizione anche all’altra Cupra del Monlau, quella di Gené che è salito in sesta piazza. Il pilota ALM è entrato in una spirale negativa che poco dopo all’Eau Rouge gli ha fatto perdere il settimo posto a vantaggio di Baldan.

Poco prima dell’inizio del sesto giro è stata mandata in pista la Safety Car, causata anche questa volta dal ritiro di Rubén Fernández, come già accaduto in Gara 1. La vettura di sicurezza è rimasta davanti al gruppo giusto per sette chilometri, prima di rientrare ai box.

Nella ripartenza, i piloti hanno ricominciato a darsi battaglia, con Comte che ha provato a infilarsi su Losonczy per il terzo posto, portando di traverso la Honda dell’ungherese. Questa manovra gli ha però fatto perdere posizione su Girolami che è così tornato quarto. La battaglia a tre che si è protratta anche su Eau Rouge-Raidillon ha premiato nuovamente il portacolori di Honda che è tornato davanti alle due Cupra.

I vari botta e risposta ai tre hanno permesso a Baldan di passare Comte, portandosi in quinta posizione, nonostante l’italiano fosse rimasto bloccato dietro a Gené – in ripartenza -, quando lo spagnolo ha sgranato il gruppo permettendo a Girolami di avere un po’ più di respiro al termine della neutralizzazione. Questa manovra lo ha posto inoltre sotto investigazione.

L’alfiere di Audi, durante l’ottavo giro, ha poi provato a liberarsi anche di Girolami dapprima entrando in contatto con lui alla Source poi sbarazzandosene dopo Les Combes.

L’ultimo giro ha regalato grande spettacolo anche grazie alla pioggia che è tornata a cadere copiosamente sul tracciato di Spa. Felipe Fernández ha provato l’attacco su Girolami alla Source, permettendo a Comte di passare l’avversario finito di traverso. L’argentino ha però perso posizione anche sullo spagnolo, che si è comunque riportato davanti a entrambe le Cupra, e anche a Volt, nel corso delle ultime curve. La corsa si è poi conclusa con il fuori pista di Gené finito contro le barriere della Blanchimont.

Ignacio Montenegro, dopo nove giri, è dunque transitato per primo sotto la bandiera a scacchi di Gara 2 a Spa, cogliendo il primo successo in carriera nel campionato europeo, nonché l’ottavo relativo al Rookie Trophy. Alle sue spalle Viktor Andersson e Levente Losonczy a completare il podio.

  1. Ignacio Montenegro (Honda, ALM Motorsport)
  2. Viktor Andersson (Lynk & Co, MA:GP)
  3. Levente Losonczy (Honda, ALM Motorsport)

Fuori dal podio Nicola Baldan – vincitore del Diamond Trophy -, autore di un’ottima rimonta soprattutto dopo la neutralizzazione, quindi Felipe Fernández in quinta posizione. Solo sesto posto per la prima delle Cupra con Aurélien Comte, seguito da Ruben Volt e quindi da quello che era il leader del campionato Franco Girolami. Nona piazza per Santiago Concepción, mentre decimo è il padrone di casa Giovanni Scamardi. Fuori dalla Top10 Jimmy Clairet e Viktor Davidovski.

CLASSIFICHE E PROSSIMO APPUNTAMENTO

Per la seconda volta nel corso di questa stagione, ma questa volta con solo due round ancora da disputare, Franco Girolami e Aurélien Comte si trovano a pari punti in testa alla classifica. Il primo è però l’argentino grazie alle due vittorie conquistate, contro la singola del francese.

Ruben Volt mangia altri tre punti alla vetta della classifica e si porta a 30 lunghezze dal vertice, anche se viene sorpassato dal compagno di squadra Ignacio Montenegro che, grazie ai risultati di oggi, si erge al terzo posto con solo 26 punti di distacco.

  1. Franco Girolami – 259 pts
  2. Aurélien Comte – 259 pts
  3. Ignacio Montenegro – 233 pts (-26)
  4. Ruben Volt – 229 pts (-30)
  5. Nicola Baldan – 199 pts (-60)

Grazie al primo e terzo posto, ALM Motorsport continua ad aumentare il proprio vantaggio in classifica sugli avversari. La squadra estone comanda con 489 punti contro i 388 di SP Compétition che scavalca di due lunghezze Monlau Motorsport.

Per quanto concerne il Diamond Trophy, dopo l’aggancio di ieri di Felipe Fernández, Nicola Baldan torna al comando assoluto con 166 punti contro i 159 dello spagnolo. Nel Rookie Trophy, invece, Ignacio Montenegro sale a quota 360, mentre Santiago Concepción si porta a 231. L’argentino potrà portare a casa il titolo riservato ai debuttanti già nel prossimo appuntamento.

Il TCR Europe si prende ora una lunga pausa che durerà due mesi prima di tornare in pista per gli ultimi due round della stagione. Il prossimo si terrà nel fine settimana del 6-8 settembre a Brno, una pista inedita per il campionato europeo, dove quest’ultimo sarà affiancato dalla serie est-europea.

Immagine di copertina: TCR Europe

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live