TCR Europe | Salzburgring 2024, Gara 2: Volt e Losonczy firmano la doppietta Honda ALM

TCR Europe | Salzburgring 2024, Gara 2: Volt e Losonczy firmano la doppietta Honda ALM

TCR
Tempo di lettura: 7 minuti
di Marco Colletta @MarcoColletta
2 Giugno 2024 - 15:40
Home  »  TCR

Seconda doppietta consecutiva in Gara 2 per ALM Motorsport che, con Ruben Volt e Levente Losonczy, chiude al meglio il weekend del Salzburgring. Contatto contro le barriere per Girolami mentre tentava il sorpasso su Comte.

Dal Salzburgring – Dopo due giorni pieni di pioggia e una mattinata nuvolosa, a Salisburgo il sole fa la sua comparsa proprio in occasione del via di Gara 2 del TCR Europe, creando ancora più indecisione dato che i piloti hanno avuto modo di provare su pista asciutta solo per la mezz’ora finale dei test di venerdì.

A trarre il meglio da queste condizioni è stato Ruben Volt che ha preceduto il compagno di squadra Levente Losonczy. Podio importantissimo per Aurélien Comte che riesce così a riprendere la vetta della classifica, persa nel corso del fine settimana austriaco.

CRONACA DELLA GARA

Dopo che la gara è stata rinviata di 30 minuti rispetto al programma originale, alle 13:30 è stata sventolata la bandiera verde che ha permesso ai semafori di spegnersi, dando così il via alla seconda corsa del weekend austriaco. A sfruttare al meglio la partenza in prima fila è stato Ruben Volt che nei primi metri è riuscito a portare il muso della propria Honda Civic davanti a quello della Cupra León di Giovanni Scamardi.

Il pilota belga ha comunque tentato di difendere la posizione alla staccata di curva 1, ma tagliando la prima curva ha rimesso la propria vettura davanti a quella dell’estone, salvo poi ricedere la vetta della corsa al pilota ALM al termine del secondo giro.

Alle spalle dei due, ottima partenza da parte di Comte che dal sesto posto si è portato in quinta piazza, ma anche per Girolami che dalla quinta fila è risalito fino alla sesta posizione.

Nel corso del secondo giro, Losonczy – rimasto in quarta posizione – ha tentato l’attacco su Rubén Fernández, riuscendo a completarlo e salendo così in posizione da podio. Durante la terza tornata, lo spagnolo è stato attaccato anche da Aurélien Comte che, dapprima, lo aveva superato in curva 10, ma con una giusta difesa alla chicane finale, l’iberico è riuscito a tornare davanti.

Questo botta e risposta tra i due ha permesso a Girolami di portarsi a ridosso del rivale in campionato, riuscendo quasi a chiudere il sorpasso sul rettilineo principale. Alla staccata della prima curva, però, il francese non ha lasciato spazio costringendo il leader del campionato a tagliare la prima curva, rendendosi vulnerabile anche a Ignacio Montenegro che – nella tornata precedente – si era liberato di Felipe Fernández.

Dopo un attimo di respiro nel corso del quinto giro, al termine dello stesso Scamardi non ha avuto un ottimo spunto in uscita dall’ultima chicane, dando il via libera a Losonczy che, dopo averci provato in curva 1, è riuscito a sorpassare il belga al tornante di curva 5.

L’ardua lotta tra gli sfidanti in campionato – Comte e Girolami – è ripresa al settimo giro, ma l’argentino ha dovuto desistere ancora una volta, non riuscendo a completare l’azione. Al termine dello stesso giro, Rubén Fernández, commette un altro errore in uscita dall’ultima curva perdendo la quarta piazza. Lo spagnolo è poi finito a muro in curva 5 costringendo la Safety Car ad entrare in pista.

Date le difficoltà nel rimuovere la sua Honda notevolmente danneggiata, la direzione gara ha deciso dopo appena un giro di esporre la bandiera rossa per una ventina di minuti.

La gara è ripresa con altri cinque giri ancora da disputare. Il più agguerrito di tutti è stato certamente Franco Girolami che ha provato a disfarsi in un sol boccone delle Cupra di Scamardi e Comte. L’argentino però ancora una volta ha fallito l’azione ritrovandosi sempre in quinta piazza.

Il pilota di Monlau non si è dato per vinto riprovando a sbarazzarsi di Comte al giro successivo e, quando ormai sembrava fatta, mentre il transalpino ha tagliato la prima curva, Girolami è riuscito a percorrere la chicane perdendo però il controllo in uscita e finendo contro le barriere.

Con Girolami ormai fuori dai giochi e in fondo al gruppo, la gara di Comte poteva sembrare ormai tranquilla, ma a infilarsi nella lotta si è aggiunto Montenegro. L’argentino ha provato ad attaccare il francese sempre in curva 1, ma in questo caso è stato lui a uscire dal tracciato. Poco dopo, chi è riuscito a completare un sorpasso è stato Nicola Baldan salito in ottava posizione dopo aver superato Felipe Fernández.

Alla penultima tornata è stato Comte ad entrare in azione, provando a guadagnare posizioni e – al suo primo tentativo – è riuscito a lasciarsi alle spalle il compagno di squadra Scamardi. Anche Montenegro ha sfruttato l’occasione per tentare l’assalto e, dopo essere riuscito a piazzarsi davanti all’avversario in curva 10, è dovuto tornare alle spalle della Cupra in approccio della chicane finale. Negli stessi istanti, Baldan è invece riuscito a superare altri due piloti portandosi così sesto proprio dietro alla Honda di ALM.

L’ultimo tentativo, all’ultimo giro, è stato quello decisivo per il campione sudamericano che sempre in curva 10 è riuscito – grazie anche all’incrocio di traiettoria – a mettere la sua Honda davanti alla Cupra del belga.

Al termine dei 15 giri, Ruben Volt ha archiviato la sua terza vittoria nel TCR Europe, ottenendo anche il suo sesto podio nella serie di cui il quarto consecutivo. Per l’estone si chiude in modo positivo un weekend iniziato male. Dopo la qualifica non perfetta di ieri, il 18enne ha lamentato problemi all’impianto frenante (anche dopo Gara 1 di questa mattina, ndr) oltre che poca velocità sui rettilinei.

Con Levente Losonczy in seconda posizione si palesa una doppietta per la Honda di ALM Motorsport, a posizioni invertite rispetto a quella di Gara 2 a Zolder. Terza posizione del podio per Aurélien Comte con la prima delle Cupra.

  1. Ruben Volt (Honda, ALM Motorsport)
  2. Levente Losonczy (Honda, ALM Motorsport)
  3. Aurélien Comte (Cupra, SP Competition)

Fuori dalla Top3 Ignacio Montenegro che comunque continua ad accumulare punti importanti in ottica campionato, stabilizzandosi al terzo posto. Segue Giovanni Scamardi, autore di un ottimo quinto posto nel giorno del suo 30esimo compleanno.

Chiusura positiva anche per Nicola Baldan che, dopo aver trascorso tutto il weekend in fondo alla classifica, è riuscito a portare a casa un buon sesto posto. Santiago Concepción, Viktor Andersson, Felipe Fernández e Viktor Davidovski chiudono la Top10. Al di fuori di questa troviamo quello che è ormai l’ex leader del campionato Franco Girolami.

RISULTATI COMPLETI GARA 2

CLASSIFICHE E PROSSIMO APPUNTAMENTO

Nonostante dopo Gara 1 la classifica sorridesse abbondantemente a favore di Franco Girolami, al termine del terzo round del TCR Europe è Aurélien Comte a comandare ancora una volta la graduatoria. Grazie al terzo posto e al pessimo risultato dell’argentino, il francese guarda il resto del gruppo dall’alto del suo singolo punto di vantaggio sul primo inseguitore.

Con la vittoria di Volt, Baldan – dopo aver perso la terza piazza in Gara 1 – perde anche la quarta posizione a favore dell’estone.

  1. Aurélien Comte – 206 pts
  2. Franco Girolami – 205 pts (-1)
  3. Ignacio Montenegro – 169 pts (-37)
  4. Ruben Volt – 164 pts (-42)
  5. Nicola Baldan – 154 (-52)

Nella classifica dedicata al Diamond Trophy, Nicola Baldan riesce a riprendersi la testa con 123 punti contro i 116 di Felipe Fernández. Il Rookie Trophy invece continua a vedere saldamente davanti a tutti Ignacio Montenegro con 270 punti e 116 lunghezze di vantaggio su Santiago Concepción.

Per quanto concerne la classifica dei team, i quattro podi registrati oggi da ALM Motorsport contro il singolo di Monlau Motorsport permettono al team estone di ereditare la vetta della classifica. La squadra che schierà le tre Honda Civic sale in testa con 346 punti e un vantaggio di 36 punti sul team spagnolo. SP Competition si avvicina a sole cinque lunghezze dalla compagine iberica.

Il TCR Europe ritornerà in pista tra un mese per il quarto appuntamento della stagione che si svolgerà nel weekend del 4-6 luglio sul circuito di Spa-Francorchamps.

Immagine di copertina: TCR Europe

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live