TCR | Baptista torna al successo dopo 3 anni. Doppietta di Paladini, Rossi e Pernia subito davanti

TCR | Baptista torna al successo dopo 3 anni. Doppietta di Paladini, Rossi e Pernia subito davanti

TCR
Tempo di lettura: 12 minuti
di Marco Colletta @MarcoColletta
27 Maggio 2024 - 15:30
Home  »  TCR

Nel TCR South America le vittorie sono state divise tra Rodrigo Baptista, al primo successo dal 2021, e Fabián Yannantuoni, con Juan Ángel Rosso – vincente nel TCR Brasil – a completare una doppietta Paladini Racing. Trionfo anche per Galid Osman nella serie brasiliana, mentre Matías Rossi e Leonel Pernia subito a podio all’esordio.

Le uniche quattro gare TCR che si sono disputate nell’ultimo weekend sono andate in scena tutte a Cascavel, nello stato del Paraná, in Brasile. Qui la serie sudamericana ha corso due volte durante la giornata della domenica, ma quella brasiliana ha raddoppiato lo spettacolo con altre due gare extra disputate il sabato pomeriggio.

TCR SOUTH AMERICA | CASCAVEL, ROUND 2

Il fine settimana di Interlagos assolutamente da cancellare per la Squadra Martino è stato dimenticato quasi subito grazie a Rodrigo Baptista che sabato ha registrato la pole position fermando il cronometro sul tempo record di 1:04.863. Un riferimento che abbatte di quasi due secondi il tempo record firmato la passata stagione da Rafael Suzuki a bordo della Lynk & Co.

Il pilota della Honda ha preceduto di tre decimi il connazionale Galid Osman, anche lui alla ricerca di riscatto dopo l’incidente paulista. Terza posizione e terza vettura differente con la Toyota Corolla del TTA portata in pista dall’esordiente Matías Rossi che non ha avuto bisogno di troppo tempo per entrare in confidenza con le vetture TCR, mancando la prima fila di appena 34 millesimi. Dietro di lui Juan Manuel Casella con la seconda Honda della Squadra Martino.

A seguire Raphael Reis, il leader del campionato, che ha accusato un gap di oltre mezzo secondo, mentre Pedro Cardoso – con il sesto tempo è il primo dei piloti PMO Racing. Gli altri (Pernia e Regadas) sono chiusi a sandwich in ottava e nona posizione dalle due Toyota del Paladini Racing con Rosso settimo e Yannantuoni decimo.

GARA 1 – La prima gara del TCR South America è partita con un ottimo spunto da parte del poleman Rodrigo Baptista che ha subito iniziato a creare un gap importante tra sé e gli inseguitori. Alla fine del primo giro, infatti, Osman era già distaccato di quasi 1.5 secondi dal battistrada.

Non è partito bene invece Casella che dal quarto posto è retrocesso di diverse posizioni, facendo progredire Reis – che ha spinto Rosso sull’erba, ricevendo poi 5 secondi di penalità -, Cardoso, Rossi e Pernia. Partenza anticipata invece per Maglione che è stato costretto a scontare un Drive Through.

Non solo un ottima partenza da parte di Rossi, ma anche dell’altro esordiente Pernia che alla fine del primo giro è riuscito ad assestarsi in sesta posizione.

Dopo una partenza scoppiettante, i piloti sono entrati in una fase di studio, prima di passare all’attacco nella seconda metà di corsa.

Al decimo minuto della gara, il colpo di scena della corsa. Marcos Regadas, leader del momento della Copa Trophy, fora l’anteriore destra e finisce contro le barriere mentre si trovava in nona posizione. Ad approfittarne è Juan Manuel Casella che fa un passo avanti, mentre in Copa Trophy Fabio Casagrande conquista la prima piazza. Un paio di minuti più tardi, Casella riesce a sbarazzarsi anche di Yannantuoni alla Curva Seis.

Quando mancavano cinque minuti si è riaccesa la sfida nelle posizioni di testa, con Reis che è riuscito a passare Rossi per la terza posizione, mentre negli stessi istanti – alle loro spalle – Pernia ha provato a superare Cardoso per la quinta posizione, con un’azione all’esterno della Esse. Il campione argentino ha però concluso la sua corsa contro il pilota brasiliano facendolo finire fuori pista e quindi in ottava posizione.

Al termine del giro in cui Rossi ha perso la sua posizione a podio, il pilota Toyota è stato costretto a rientrare ai box perdendo così anche la quarta piazza.

Conclusi i 24 giri di gara, Rodrigo Baptista ha colto la sua quarta vittoria nel TCR South America, un successo che mancava da Gara 2 di El Pinar del 2021. Alle sue spalle Galid Osman e Pedro Cardoso a completare un podio totalmente brasiliano. I tre piloti hanno formato anche il rostro per quanto concerne il TCR Brasil.

  1. Rodrigo Baptista (Honda, Squadra Martino)
  2. Galid Osman (Cupra, W2 Pro GP)
  3. Pedro Cardoso (Peugeot, PMO Racing)

Quarta posizione per la prima delle Toyota con Juan Ángel Rosso seguito da Juan Manuel Casella con la Honda della Squadra Martino, quindi Raphael Reis (che aveva concluso terzo, ma è stato penalizzato di cinque secondi), poi Leonel Pernia in settima piazza. Yannantuoni, Vivacqua e Casagrande chiudono la Top10, con quest’ultimo che porta a casa il successo per quanto riguarda la Copa Trophy.

GARA 2 – Frutto della griglia invertita, Yannantuoni è scattato dalla pole in Gara 2 precedendo il leader della Copa Trophy Marcos Regadas, con Pernia e Juan Ángel Rosso a formare la seconda fila e Cardoso e Reis in terza.

Allo spegnimento dei semafori ottimo spunto da parte di tutti i piloti ad eccezione di Regadas che invece è stato sfilato da Rosso che è salito in seconda posizione, con Pernia rimasto in terza. Dopo la Baçiao, Cardoso e Penia sono entrati in contatto, con il pilota brasiliano che ne ha pagato le conseguenze intraversandosi e retrocedendo dalla quarta all’undicesima posizione.

Il pilota di PMO Racing però non si è dato per vinto ed entro la fine del giro era già in nona posizione davanti al vincitore di Gara 1, Rodrigo Baptista.

Trascorsa qualche tornata, Casella ha superato Regadas sul traguardo prendendosi il quinto posto. Nel tentativo di tornare davanti, il brasiliano ha leggermente tamponato l’uruguaiano che ha perso il controllo della sua Honda finendo così sull’erba. Alla Esse, il pilota della Peugeot è stato attaccato da Reis con una manovra sconsiderata che ha visto il leader del campionato tagliare la curva e speronare l’avversario che è poi finito sull’erba in testacoda.

Questo caos ha così generato una lotta a tre per la quinta posizione con Galid Osman, Pedro Cardoso e Raphael Reis in mezzo a separare i due. Siccome i tre piloti erano molto vicini tra loro, il minimo spostamento di Osman verso Reis ha portato alla perdita di controllo della sua Cupra che è finita contro la Peugeot dell’avversario. Questo ha costretto i due al ritiro, mentre Reis è rientrato ai box con una gomma forata.

La Safety Car è dunque scesa in pista per sette minuti per permettere ai commissari di rimuovere le due vetture incidentate e rimuovere tutti i detriti e la terra sparsa alla Cinco.

Durante la neutralizzazione, i commissari hanno deciso di penalizzare Regadas per il contatto con Casella, aggiungendogli 10 secondi al tempo finale di gara, mentre a Reis è stato inflitto un Drive Through per la sportellata a Regadas.

Nonostante la penalità, Regadas non si è dato per vinto e alla ripartenza ha iniziato a scalare la classifica passando in primo luogo Casagrande e riprendendosi la vetta della Copa Trophy. Il giro successivo si è sbarazzato anche di Fontana per l’ottavo posto e nelle fasi finali anche di Vivacqua prendendosi la settima piazza.

Al termine della corsa, Fabián Yannantuoni ha colto il terzo successo in carriera precedendo il compagno di squadra Juan Ángel Rosso con cui ha regalato al Paladini Racing la terza doppietta nel TCR South America. Terzo posto all’esordio per Leonel Pernia con la Peugeot del PMO Racing. Non essendo lui iscritto al TCR Brasil, nella serie verdeoro a cogliere il podio è dunque l’altro esordiente, Matías Rossi, per una tripletta Toyota.

  1. Fabián Yannantuoni (Toyota, Paladini Racing)
  2. Juan Ángel Rosso (Toyota, Paladini Racing)
  3. SA | Leonel Pernia (Peugeot, PMO Racing)
    BR | Matías Rossi (Toyota, TTA)

Lo stesso Rossi ha conquistato la quarta posizione nel TCR South America, con Huan Manuel Casella primo dei pilota Honda, seguito dal compagno di squadra Rodrigo Baptista. Settima e ottava posizione per le due Toyota del Cobra Racing Team con Thiago Vivacqua e Norberto Fontana, quindi le altre due Honda della Squadra Martino con Fabio Casagrande – vincitore della Copa Trophy, al 40esimo podio nella coppa – ed Enrique Maglione a chiudere la Top10. A nulla è servita la rimonta di Marcos Regadas che da settimo è stato retrocesso in undicesima posizione a 5.5 secondi dal vincitore del trofeo.

CLASSIFICHE

L’incidente in Gara 2 ha sicuramente condizionato l’andamento della classifica del TCR South America che ha rivoluzionato le graduatorie. A prendere il comando è ora Rosso con quattro lunghezze di margine sull’ex leader Reis che è seguito a stretto contatto dai connazionali Baptista e Cardoso.

  1. Juan Ángel Rosso – 78 pts
  2. Raphael Reis – 74 pts (-4)
  3. Rodrigo Baptista – 72 pts (-6)
  4. Pedro Cardoso – 70 pts (-8)
  5. Fabián Yannantuoni – 63 pts (-15)

Per quanto concerne la Copa Trophy dopo la qualifica che aveva visto Marcos Regadas prendersi la vetta, le due gare piene di errori e sfortune da parte del pilota Peugeot hanno ripremiato Guilherme Reischl che è tornato davanti con un ampio vantaggio sul resto del gruppo. Il pilota della Honda comanda con 107 punti, 22 in più di Fabio Casagrande e 25 su Regadas.

Terza doppietta per il Paladini Racing nella serie sudamericana – Copyright: TCR South America

TCR BRASIL | CASCAVEL, ROUND 2-3

Come detto in precedenza, il TCR Brasil qui ha corso due gare esclusive nella giornata di sabato, la prima con poco spettacolo, la seconda decisamente più movimentata grazie anche alla pioggia caduta prima della bandiera verde.

GARA 1 – Il primo colpo di scena è la mancanza di Fabio Casagrande e Juan Ángel Rosso al via della corsa, i quali hanno lasciato un buco in settima e dodicesima posizione nella griglia di partenza.

Allo spegnimento dei semafori, pessimo scatto da parte del poleman Rodrigo Baptista che ha stallato rimanendo fermo con la sua Honda sulla piazzola di partenza. Il brasiliano è stato sfilato da tutti, in particolar modo da Osman che ha preso la prima posizione, seguito da Rossi e Cardoso.

La gara non ha offerto spunti lungo tutti i 20 minuti disputati, ad esclusione della rimonta di Baptista che per poco non è riuscito a rientrare in Top5.

Sotto la bandiera a scacchi, il campione in carica Galid Osman è quindi riuscito a cogliere il primo successo stagionale, il quinto nel TCR Brasil precedendo Matías Rossi che ha conquistato subito il podio alla sua prima gara nel TCR, quindi Pedro Cardoso ha completato la Top3.

  1. Galid Osman (Cupra, W2 Pro GP)
  2. Matías Rossi (Toyota, TTA)
  3. Pedro Cardoso (Peugeot, PMO Racing)

GARA 2 – La seconda corsa ha visto invece molta più azione. Al via davanti a tutti c’è stato Thiago Vivacqua che ha preceduto Fabián Yannantuoni, con Regadas e Rosso in seconda fila e Cardoso e Reis in terza.

Anche in questa corsa, uno dei primi ha stallato, ma in questo caso non è stato il poleman bensì Regadas che è scivolato in fondo al gruppo. Mentre Vivacqua ha mantenuto la leadership, Rosso ha preso il secondo posto, con Yannantuoni che è invece scivolato in quinta. Errore anche da parte di Cardoso che è scivolato indietro. A salire in posizione da podio è quindi Reis.

Alla fine del primo giro, mentre Cardoso ha tentato di riprendere il posto su Rossi, ha toccato leggermente l’erba bagnata con la ruota posteriore destra, perdendo il controllo. Iniziando a controsterzare per rimettere in linea la vettura, il brasiliano ha usato la stessa Toyota come sponda per raddrizzare la sua Peugeot, riuscendo così a mantenere anche la posizione.

Intanto la caduta libera di Yannantuoni non si è conclusa, con il pilota argentino che ha dovuto cedere il passo anche agli stessi Rossi e Cardoso, quindi a Casella, Baptista e Osman, arretrando fino alla nona posizione in soli due giri. Qualche tornata più tardi, il pilota di Paladini – nuovamente di traverso – è arretrato al decimo posto lasciando spazio anche a Regadas.

All’ottavo minuto di corsa, l’altra Toyota del Paladini Racing, quella di Rosso ha avuto l’occasione di sopravanzare Vivacqua sul traguardo, completando l’azione all’entrata della Baçiao e prendendo così la prima posizione in gara.

A metà gara un errore di Reis ha portato l’agguerrito Rossi a conquistare subito la terza piazza e a non mollarla più per il resto della corsa. Verso le battute finali, lo stesso pilota Cupra ha rischiato anche di perdere la quarta posizione a vantaggio di Cardoso che però ha commesso un errore di valutazione, finendo sull’erba e perdendo anche la quinta posizione a vantaggio di Baptista.

Quest’ultimo, nel giro finale, ha provato a sua volta ad attaccare il connazionale sul traguardo, ma ha mancato il quarto posto per solo 18 millesimi per un arrivo al photo finish.

A conquistare il successo è stato quindi Juan Ángel Rosso, alla sua prima affermazione brasiliana e soprattutto al primo successo in Sud America da San Juan Villicum 2022 (l’ultima vittoria risale invece al primo round del TCR Spain dello scorso anno). Alle sue spalle altre due Toyota, quella di Thiago Vivacqua al primo podio in categoria, e quella di Matías Rossi che ha confermato quanto fatto vedere nella prima corsa.

  1. Juan Ángel Rosso (Toyota, Paladini Racing)
  2. Thiago Vivacqua (Toyota, Cobra Racing Team)
  3. Matías Rossi (Toyota, TTA)

CLASSIFICHE E PROSSIMO APPUNTAMENTO

Nel TCR Brasil, invece, Reis è riuscito a mantenere la leadership del campionato anche se i distacchi sono ora molto ridotti e tutti i piloti di testa sono molto più ravvicinati.

  1. Raphael Reis – 131 pts
  2. Rodrigo Baptista – 127 pts (-4)
  3. Galid Osman – 120 pts (-11)
  4. Pedro Cardoso – 120 pts (-11)
  5. Juan Ángel Rosso – 117 pts (-14)

Anche in questo caso Marcos Regadas, che aveva conquistato la vetta dopo le qualifiche, è stato costretto a cedere nuovamente il trono al Guilherme Reischl. Nella Copa Trophy brasiliana, Reischl comanda con 171 punti, ma solo 4 in più rispetto a Regadas. Al terzo posto c’è invece Maglione con un ritardo di 28 punti, mentre Casagrande è solo quarto con un gap di ben 81 lunghezze.

Il TCR South America e il TCR Brasil torneranno in pista nel weekend del 15-16 giugno all’autodromo di Velo Città per il terzo appuntamento stagionale, che si disputerà ancora una volta in Brasile.

Juan Ángel Rosso (Toyota, Paladini Racing) al primo successo nella serie brasiliana – Copyright: TCR Brasil

Immagine di copertina: TCR South America

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live