Supercross | Yamaha finalmente davanti a Daytona

Nel main event di Daytona, Aaron Plessinger ha centrato il primo podio in classe regina su una Yamaha particolarmente competitiva


Un lampo blu ha illuminato la notte di Daytona nella classe 450. Finalmente la Yamaha YZ-450F ha mostrato un potenziale piuttosto elevato anche nel Supercross, nel weekend che ha visto vincere agli Internazionali d’Italia la “sorella” europea guidata da Glenn Coldenhoff.

La versione americana, rispetto a quella che vediamo nel mondiale, non ha aggiornamenti costanti provenienti dal Giappone, e la gestione delle moto è affidata al team Star Racing. Nonostante questo Aaron Plessinger, Malcolm Stewart e Dylan Ferrandis (soltanto nelle cronometrate e nella heat di qualifica) hanno conquistato degli ottimi risultati e portato al limite la moto giapponese.

Il campione 250 Ovest 2018 del Supercross, al di là del primo podio, ha guidato con costanza e precisione al netto dell’errore che sul finale di gara gli è costato il secondo posto a vantaggio di Cooper Webb. Una guida aggressiva assecondata da un mezzo tecnico finalmente all’altezza.

Il ritmo sia di Plessinger che di Stewart è stato del tutto simile, se non superiore, a quello dei vari Webb e Ken Roczen, con il solo Eli Tomac totalmente fuori concorso. Star Racing sta lavorando molto sulle regolazioni delle sospensioni e il setup trovato a Daytona, anche in partenza, ha dato i suoi frutti. Yamaha però continua, come in passato, a non dare un supporto adeguato e le prossime settimane ci diranno, già dalle tre gare di Arlington, se la gara di Daytona avrà un seguito.

Immagine copertina: Yamaha

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS