Supercross | Tomac vince la gara di casa a Denver, Webb secondo

SUPERCROSS
Tomac vince la gara di casa a Denver, Webb secondo

Il pilota della Kawasaki riduce a 18 i punti di distacco dal leader di 15 Aprile 2019, 10:48

Eli Tomac si è ritrovato a correre uno dei round cruciali del Supercross 2019 vicino a casa sua, a Denver, e non ha fallito. La finale del Mile High Stadium è andata al pilota Kawasaki, quinto al termine del primo giro ma capace di liberarsi di tutti i suoi avversari in pochi minuti. Per il #3 è la quinta vittoria della stagione ma è necessario ribadire anche la sua proverbiale incostanza: per la prima volta a Denver, infatti, Tomac è salito sul podio dopo esserci riuscito anche nella gara precedente, in questo caso con il successo di Nashville.

Non ha perso colpi Cooper Webb, partito male e costretto ad osservare Tomac da molto lontano. Il leader del campionato ha comunque dato il 100% per limitare al minimo i danni, rifilando peraltro l'ennesimo schiaffo a Marvin Musquin. Il sorpasso del pilota del North Carolina ai danni del francese è arrivato a tre minuti dalla conclusione e per Musquin questo episodio ha tutta la parvenza di essere stato il colpo del kappaò. Secondo Webb, terzo Musquin: per la decima gara su 15, sono salite sul podio almeno due KTM.

Quarta posizione per un'altra moto arancione, quella privata del team Rocky Mountain guidata da un rinsavito Justin Bogle. Il campione 250cc Costa Est del 2014 ha preceduto in volata due piloti del calibro di Joey Savatgy e Blake Baggett, eguagliando il piazzamento ottenuto nel mare di fango di San Diego. Per Savatgy e Baggett, due gare all'opposto: ottima partenza e progressivo calo per il primo, rimonta dal decimo posto per il secondo.

Settimo posto per un Ken Roczen che ormai non vede l'ora di lasciarsi alle spalle un campionato deludente per concentrarsi sul National. Quasi impercettibile la presenza del tedesco a Denver, partito male e uscito sconfitto senza nemmeno troppa resistenza dal duello con Baggett. Top ten chiusa dalla Husqvarna di Zach Osborne, dall'unica Yamaha ufficiale di Joshua Grant e dalla Suzuki di Justin Hill. Per quanto concerne la Casa dei Tre Diapason, Justin Barcia ha preferito disertare gli ultimi tre round indoor per ristabilirsi fisicamente in vista del campionato outdoor. Da segnalare inoltre la caduta di Dean Wilson, soccorso dai medici di pista, e l'ottima partenza della privatissima Yamaha di Ryan Breece, poi 14° al traguardo.

Il successo casalingo ha permesso a Tomac di limare a 18 le sue lunghezze di distacco da Webb, ancora capoclassifica con 332 punti. Più difficile la situazione di Musquin, che a due gare dalla conclusione è lontano 23 punti ma potrebbe avere definitivamente accusato il finale di gara a Denver. Per quanto riguarda i costruttori, KTM potrebbe festeggiare il titolo con una gara d'anticipo qualora non dovesse perdere più di 11 punti dalla Kawasaki a East Rutherford.

Il penultimo round del Supercross 2019 si svolgerà proprio al Metlife Stadium di East Rutherford, New Jersey. Anche qui si osserverà la settimana di pausa pasquale, dunque l'appuntamento è per il 27 aprile.

Classifica di gara
Classifica di campionato



Condividi