Supercross | Tim Gajser contro Eli Tomac nella Monster Energy Cup

SUPERCROSS
Tim Gajser contro Eli Tomac nella Monster Energy Cup

Sabato si terrà il prologo della stagione del motocross USA indoor di 15 Ottobre 2019, 09:00

Nella notte italiana tra sabato e domenica, presso il Sam Boyd Stadium di Las Vegas, andrà in scena la nona edizione della Monster Energy Cup, evento che rappresenta il prologo della stagione di Supercross che partirà come di consueto a gennaio.

Uno show il cui format è stato ripreso dallo stesso Supercross per le gare denominate "Triple Crown", che nel 2020 si terranno a Glendale, ad Arlington e nella stessa Las Vegas: tre brevi manche da 10 giri che assegnano un punteggio in base alla posizione al traguardo, vince chi marca meno punti di tutti. 100.000 dollari di premio per il vincitore che però diventerebbero un milione qualora questo dovesse riuscire a vincere tutte e tre le gare, come successo a Ryan Villopoto nel 2011, a Marvin Musquin nel 2017 e ad Eli Tomac l'anno scorso.

Un Tomac che dopo avere confermato il titolo National per il secondo anno consecutivo cercherà di conservare la tabella #1 anche nella Monster Energy Cup, prima di dare l'assalto a quel titolo mondiale di Supercross che ancora gli sfugge a causa della sua proverbiale incostanza. Tra gli avversari da tenere maggiormente in considerazione, oltre ai soliti protagonisti dell'indoor d'oltreoceano, ci sarà Tim Gajser.

Il campione del mondo della MXGP ha deciso di ripresentarsi negli USA a due anni di distanza dalla sua prima e unica partecipazione all'evento di Las Vegas, esperienza che si concluse al quinto giro di gara-1 con una tremenda caduta che gli impedì poi di partecipare alle altre due manche. Lo sloveno, che nelle gare indoor ha già dimostrato le sue abilità nella Riders & Manufacturers Cup del 2016, è sicuramente determinato a concludere il suo meraviglioso 2019 dando l'assalto ai fenomeni a stelle e strisce e il bersaglio grosso non è assolutamente fuori portata.

Oltre al favorito Tomac ai cancelletti di partenza ci sarà anche il campione del mondo in carica, Cooper Webb. Il pilota del North Carolina sarà l'unico alfiere ufficiale KTM in pista, data l'assenza di Marvin Musquin, così come Gajser sarà l'unico pilota Honda visti i forfait di Ken Roczen e del neo arrivato Justin Brayton.

Sarà invece presente la seconda Kawasaki ufficiale, quella di Adam Cianciarulo, che dopo essere finalmente riuscito ad aggiudicarsi un titolo nel National 250cc è stato promosso dalla Casa di Akashi nella categoria regina. Formazione titolare al completo anche per Yamaha, con i confermati Aaron Plessinger e Justin Barcia, mentre Husqvarna si presenterà con il solo Dean Wilson, senza Jason Anderson e Zach Osborne.

Spicca poi la presenza di Chad Reed, in sella ad una Suzuki gestita dal team 22 Motorsports di sua proprietà, mentre Malcolm Stewart tornerà in gara dopo un lungo infortunio sulla Honda del team Smartop Bullfrog. Al via anche Mike Alessi, su una Yamaha del team ESR Racing contraddistinta dal suo simbolico #800. Per quanto concerne i privati non sarà della partita Blake Baggett, il quale ha deciso di prendersi una pausa dalle corse per dedicarsi al figlio appena nato, peraltro dopo essersi lasciato alle spalle un virus che lo ha debilitato per tutta la stagione outdoor.

Tra i piloti iscritti, quello di Gajser non è l'unico nome proveniente dal mondiale motocross. Al via ci sarà infatti anche Jordi Tixier, reduce da una MXGP 2019 alquanto avara di risultati e da un Nazioni andato poco meglio, in sella ad una KTM 350cc: il francese è ormai presenza fissa degli eventi indoor europei di fine anno, ma questa sarà la sua prima esperienza oltreoceano.

Come detto, l'evento si svolgerà su tre manche da 10 giri. Novità di quest'anno è che ogni gara si disputerà su un layout differente dello stesso circuito, come illustrato nei video sotto riportati. Le tre corse prenderanno il via a partire dalle 4:05 italiane di domenica.

Immagine copertina: supercrosslive.com



Condividi