Supercross | Roczen cala il tris a Indianapolis!

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Ken Roczen ha vinto il sesto appuntamento della stagione del Supercross 2021. Il campione tedesco ha calato il tris ottenendo il terzo successo in sette giorni a Indianapolis.

Una vittoria costruita al via, con una grande partenza, e soprattutto nel finale di gara perché finalmente, dopo diverse sconfitte, Roczen ha saputo tenere testa al ritorno del poleman di giornata Cooper Webb.

I due hanno approfittato delle cadute alle loro spalle di Justin Barcia e Eli Tomac, con il pilota della Gas Gas troppo precipitoso nel tentativo di sorpasso a Vince Friese, doppiato in quel momento della gara. I due sono entrati in contatto, con Barcia a terra a sua volta centrato da un Tomac incolpevole.

Il campione in carica ha chiuso in settima posizione perdendo punti pesantissimi in campionato nei confronti di Roczen e Webb. Da valutare le condizioni di Barcia, rimasto a terra dopo la caduta.

Ritorna sul podio Marvin Musquin dopo una gara finalmente consistente, nonostante una guida ancora troppo “fallosa”. Grande prova di Malcolm Stewart, quarto al traguardo e prima Yamaha in pista davanti alla Kawasaki di un anonimo Adam Cianciarulo. Buona la prova di Jason Anderson, sesto nonostante una condizione fisica non all’altezza.

In classifica Roczen comanda con 16 punti di vantaggio su Webb e 24 su Tomac. Barcia si allontana a 42 lunghezze dal tedesco, superato anche da Cianciarulo.

Nella classe 250 Costa Est la vittoria è andata a Christian Craig davanti a Jo Shimoda e Colt Nichols. Il numero 29 della Yamaha ha quindi ottenuto il secondo successo della sua stagione dopo la vittoria nella prima gara di Houston. La terza gara di Indianapolis purtroppo ha registrato l’ennesimo infortunio della categoria, con la caduta di Michael Mosiman durante le cronometrate che ha causato al pilota della Gas Gas la frattura ad una mano.

Oltre al successo di Craig l’evento principale della serata è arrivato con la caduta del leader del campionato Colt Nichols, andato rovinosamente a terra subito dopo aver ottenuto l’holeshot. Il pilota della Yamaha si è prodotto in un rimonta furiosa culminata con il sorpasso all’ultimo giro ai danni di Jett Lawrence, dopo un duello incredibile tra i due in cui il pilota Honda ha sostanzialmente “giocato” con il leader del campionato.

L’australiano, ancora lontano da una forma accettabile dopo le cadute di Indy #2, ha rischiato di andare a terra a poche curve dal traguardo, perdendo il quarto posto a favore di un Mitchell Oldenburg protagonista di un Main Event eccezionale.

La serata ha visto diversi privati prendersi il loro proprio posto al sole approfittando dell’assenza di tanti ufficiali. Qualificato per il main event finale il nostro Lorenzo Camporese, che subito dopo la partenza ha alzato bandiera bianca risultando quindi 22° in classifica finale.

Il vantaggio in campionato di Nichols su Craig a tre gare dal termine è di sei punti e il prossimo appuntamento sarà sabato 13 febbraio ad Orlando.

Classifica 450:

Campionato 450:

Classifica 250 Costa Est:

Campionato 250 Costa Est:

Immagini: Supercross Twitter

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Andrea Ettori
Andrea Ettori
Vivo a Mirandola, e sono un grande appassionato di sport. Jenson Button è il mio idolo, e il Milan la mia squadra del cuore. Sono una persona positiva, e vedo sempre il bicchiere mezzo pieno in ogni situazione. #StayPositive #ForzaEmilia

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci