Supercross / National | Team Kawasaki 2022: in 450cc arriva Anderson, in 250cc debutta Jett Reynolds

Stagione di novità per il “Green Team”: Anderson affiancherà Cianciarulo, cinque piloti per la squadra 250cc


Contestualmente all’addio di Eli Tomac, Kawasaki ha confermato i suoi programmi per la stagione 2022 di Supercross e National. I piloti ufficiali della Casa di Akashi saranno sette, due in 450cc e cinque in 250cc.

Tanto vociferato era il passaggio di Tomac in Yamaha quanto lo era il nome del suo futuro sostituto, Jason Anderson. “El Hombre” lascia il team Husqvarna per vestirsi di verde ma soprattutto abbandona il suo storico sponsor Rockstar Energy, che lo aveva supportato sin dal suo debutto da professionista nel 2011, per passare alla concorrenza di Monster Energy. Un cambiamento epocale per Anderson, considerata la cultura dei marchi e del legame con essi radicata nello sport americano in generale.

Il pilota del New Mexico affiancherà naturalmente Adam Cianciarulo, reduce da un terribile 2021. Entrambi dovranno riprendersi da recenti operazioni, ad una mano per il primo e ad un braccio per il secondo, pertanto le loro condizioni fisiche ad inizio 2022 saranno piuttosto un’incognita, ma dopo la perdita di un assoluto riferimento come Tomac non può che esserci aria di grande ricostruzione in seno a Kawasaki. Si procederà per gradi.

Kawasaki avrà tra le sue fila anche un tester ufficiale d’eccezione, Broc Tickle. Il pilota del North Carolina cesserà la sua attività a tempo pieno dedicandosi allo sviluppo della KX450 con la Casa che gli ha dato il suo unico titolo professionistico, il Supercross 250cc (ai tempi Lites) Costa Ovest del 2011.

Lo squadrone Pro Circuit di Mitch Payton dovrà invece dimenticare ben due stagioni di 250cc molto complicate, soprattutto a causa di una serie interminabile di infortuni. Il “capitano” sarà nuovamente Austin Forkner, ancora alla ricerca di un’annata senza guai fisici, e insieme al pilota del Missouri ci saranno quattro piloti molto competitivi, come vuole la tradizione della squadra.

La rivelazione del 2021 è stata senz’altro Jo Shimoda, arrivato alla corte di Payton all’ultimo minuto e capace addirittura di giocarsi il titolo Supercross Costa Est fino all’ultimissima gara. Concluso il campionato indoor al secondo posto, con una storica vittoria a Salt Lake City #1, il giapponese si è messo in mostra anche nel National centrando tre podi assoluti. La carta d’identità è ancora giovane, Shimoda compirà 20 anni nel 2022, e la prossima stagione potrebbe essere quella dell’esplosione definitiva.

Seth Hammaker è stato invece il rookie of the year della categoria cadetta e con buona ragione. La sua prima vittoria nel Supercross è arrivata già al terzo tentativo e almeno nell’indoor sembra già destinato ad essere una star. Lo spettacolare Cameron McAdoo dovrà mettersi alle spalle le terribili cadute del 2021 e soprattutto l’infortunio di Pala #1 per compiere quell’ulteriore passo avanti che gli servirà per diventare un top della categoria.

Ultimo ma non ultimo è il neo-pro Jett Reynolds. Classe 2004, Reynolds porta in dote ben nove titoli amatoriali e un successo nella Monster Energy Cup 2017 in categoria Supermini: un ottimo biglietto da visita per un giovane pilota in rampa di lancio, che completerà la line-up di uno dei migliori team nel panorama mondiale del motocross.

Immagine copertina: Kawasaki Media Site

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM