Supercross | Marvin Musquin rinnova con KTM per il 2022: correrà solo nell’indoor

Il francese resta legato a KTM anche per il 2022 ma non gareggerà nel National


Si rinnova per un’altra mezza annata il sodalizio tra Marvin Musquin e KTM, nato burrascosamente nel corso del mondiale motocross MX2 del 2009 vinto poi dal pilota francese. Musquin si vestirà di arancione anche nel 2022 ma correrà solo nel Supercross, preludio ad una separazione della quale già si vocifera da mesi.

Con la Casa di Mattighofen, il 31enne di La Réole si è aggiudicato due titoli mondiali MX2 nel 2009 e nel 2010 per poi prendere la strada degli Stati Uniti. Pur avendo conquistato solo un titolo nella lunga esperienza americana, quello del Supercross 250cc Costa Est nel 2015, Musquin è sempre stato uno dei principali rappresentanti del marchio austriaco diventando anche uno dei piloti di maggior successo nella storia del motocross americano, con un totale di 37 vittorie e 123 podi tra indoor e outdoor.

L’annata 2021 è stata particolarmente difficile per Musquin. Il ritorno alle gare nel Supercross, dopo avere saltato la stagione 2020 per infortunio, si è rivelata piuttosto complicata e dopo un sorprendente podio al debutto si sono susseguiti tanti incidenti, anche pesanti. L’unica vittoria è arrivata a Salt Lake City #1 e il campionato si è concluso al nono posto. Nel National, Musquin ha conquistato un solo podio assoluto (terzo a Unadilla) e subito dopo ha contratto il Covid-19, che lo ha costretto a saltare le gare di Crawfordsville e Pala #2. Nonostante ciò tornerà a disputare il Motocross delle Nazioni a distanza di sei anni dall’ultima volta, dopo avere pacificato i propri rapporti con la Federazione francese.

La squadra KTM 450cc per il 2022, oltre a Musquin e al confermatissimo Cooper Webb campione in carica del Supercross, dovrebbe vedere anche l’ingresso di Aaron Plessinger. L’ufficialità arriverà comunque dopo la conclusione di questa stagione.

Queste le dichiarazioni ufficiali di Musquin: “Sono molto contento di prolungare ancora questo contratto, al termine del quale avrò passato 12 stagioni negli Stati Uniti e 14 con KTM. Non è un segreto che questo team sia come una famiglia per me. Lavorare sulla nuova moto sarà un’altra divertente sfida, ci sarà tanto lavoro da fare ma sarà esaltante! Concentrerò i miei sforzi sul Supercross e sul programma del campionato, che da gennaio tornerà alla normalità con la prima gara di Anaheim”.

Ian Harrison, team manager di KTM USA, ha aggiunto: “Marvin è stato parte integrante del nostro team per tanti anni e siamo felici di proseguire insieme per un’altra stagione. Ha raggiunto grandi risultati con il nostro team ed è stato parte dei tanti traguardi che abbiamo raggiunto negli ultimi 12 anni. Tra alti e bassi, ha superato tanti ostacoli e infortuni nel corso degli anni e sempre mostrando tanta voglia di vincere, come ha dimostrato nel corso dell’ultima stagione nel Supercross”.

Roger de Coster, direttore di KTM Motorsport USA, ha concluso: “Marvin resterà per un’altra stagione di Supercross e vuole dimostrare di essere come il vino, che migliora invecchiando. Dopo un brutto infortunio ad un ginocchio due anni fa, ha lavorato duramente per recuperare e ora è tornato in forma, quindi pensiamo tutti che, dopo l’ottimo finale di stagione 2021 con una vittoria ed un secondo posto, possa tornare a giocarsela costantemente al top”.

Immagine copertina: KTM Media Site

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM