Matomo

Supercross | Joe Gibbs Racing lascia le competizioni

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Il team ufficiale di Suzuki per Supercross e National non ha trovato uno sponsor, incerto il futuro della Casa giapponese


Nella serata italiana di ieri è arrivato l’addio alle competizioni del team Joe Gibbs Racing. L’ex team ufficiale del marchio Suzuki non gareggerà più nel Supercross e nel National USA a partire dal 2021, non essendo riuscito a trovare un nuovo sponsor alla scadenza del contratto con la Casa giapponese.

Difficoltà che erano già state confermate un mese fa a P300.it da Jeremy Albrecht, team manager della squadra. Da qualche anno la progressiva riduzione dell’impegno nel motocross (negli Stati Uniti ma anche nel mondiale) di Suzuki, per concentrarsi sul progetto MotoGP, ha avuto riflessi anche sul team JGR, problemi amplificati dalla perdita del main sponsor Autotrader alla fine del 2018.

La chiusura del contratto con Suzuki, che a questo punto non dovrebbe più schierare moto ufficiali nelle competizioni americane dal 2021, e la pandemia di Covid-19 hanno fatto il resto. Joe Gibbs Racing si concentrerà solo sul suo programma Nascar, terminando un’avventura nel motocross iniziata nel 2008.

Il team JGR ha debuttato nel 2008 come team satellite Yamaha, con Joshua Hansen e Joshua Summey come piloti. Nel 2009 l’arrivo di Joshua Grant e le prime vittorie, nel Supercross ad Anaheim #1 e nel National a Red Bud. Divenuto team ufficiale Yamaha, nel 2012 JGR si assicurò le prestazioni di James Stewart, arrivato tuttavia in situazione di profonda crisi personale e fisica: il rapporto si deteriorò velocemente e “Bubba” lasciò improvvisamente la squadra alla fine del Supercross, per firmare con Suzuki due giorni dopo. Nel 2017 anche il team Gibbs passò a Suzuki in forma satellite, per poi rilevare la struttura di Ricky Carmichael come squadra ufficiale l’anno dopo. Proprio da quel momento, tuttavia, fu l’impegno di Hamamatsu a diminuire sempre più, cosa che ha reso JGR un team di secondo piano pur con uno status ufficiale fino alla definitiva chiusura.

Joe Gibbs Racing lascia dunque con sette vittorie in 13 stagioni. Oltre alle due del 2009 già citate, si annoverano le due di Stewart nel Supercross 2012 (Oakland e Daytona), le due di Justin Barcia nel National 2015 (Budds Creek e Red Bud) e quella di Justin Hill, l’unica in 250cc, nel Supercross 2018 (San Diego).

Questo il comunicato rilasciato da Suzuki: “Suzuki Motor America ha concluso la sua partnership con Joe Gibbs Racing. Lo sforzo combinato di Suzuki e JGRMX ha garantito solidi risultati e ha innalzato il livello di tutti i piloti che qui hanno corso. Insieme, Suzuki e JGRMX hanno mostrato il potenziale delle Suzuki RM-Z 250 e RM-Z 450 lungo diverse stagioni. Suzuki annuncerà i suoi piani per la stagione 2021 di Supercross e Pro Motocross nei prossimi giorni”.

Così si è espresso Chris Wheeler, support manager di Suzuki: “Suzuki Motor America è onorata di avere lavorato con un partner come Joe Gibbs Racing. Questa partnership ha prodotto successi di rilievo e molti rapporti di amicizia nelle ultime stagioni e vogliamo ringraziare tutto il team JGRMX per il loro duro lavoro, per la passione e per la dedizione al marchio Suzuki”.

Immagini: Racer X

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Federico Benedusi
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

ALTRI DALL'AUTORE