Supercross | Intervista esclusiva a Cooper Webb

Supercross | Intervista esclusiva a Cooper Webb

Cooper Webb è molto probabilmente il pilota più felice di tornare in pista dopo il lungo periodo di stop che anche il Supercross ha dovuto rispettare a causa del Covid-19. Il campione in carica è infatti pronto a dare la caccia a Eli Tomac e Ken Roczen, nelle ultime sette gare che si correranno in 22 giorni nella cornice di Salt Lake City.

Un campionato che riprenderà il 31 maggio e che il pilota della KTM proverà a vincere nuovamente dopo una prima parte di stagione complicata (anche a causa di qualche problema di setup della moto) e riscattata solo nelle ultime gare. P300.it ha avuto il piacere di intervistare l’americano ad una settimana dal ritorno in pista.

Cooper, come hai passato il periodo di stop legato al Covid-19 e come ti sei preparato?
“È stato un grande cambiamento per tutti e una nuova esperienza. È stato difficile pianificare i nostri allenamenti senza sapere una data certa per ritornare a correre. Sono rimasto fermo per due settimane, per farti capire fino al week-end in cui avremmo dovuto correre a Indy. Da allora mi sono allenato in piste da motocross, ma poi appena ho saputo del possibile ritorno del Supercross mi sono allenato in questo nelle ultime quattro settimane”.

Quanto è difficile per un grande pilota come te rimanere comunque concentrato sulla stagione e non sapere quando il campionato ricomincerà?
“Non è per niente difficile. Lo è stato pianificare il futuro e gli allenamenti perché l’attenzione prima si è spostata sul National e poi di nuovo sul Supercross. Ma l’attenzione non è mai stata persa perché voglio vincere e quando ti concentri su questo è abbastanza facile”.

Questo stop forzato ti ha permesso di recuperare al 100% la tua condizione fisica?
“Direi che nel complesso ho recuperato, ma questa stagione è stata un po’ su e giù. Affrontare una malattia nei primi tre round è stato molto difficile, poi la mia stagione ha iniziato a girare positivamente quando ho vinto la mia prima gara dell’anno a San Diego. Poi, purtroppo, ho avuto uno dei peggiori incidenti della mia carriera a Dallas. Quindi nel complesso ho recuperato, ma vorrei essere più vicino ai primi due in classifica, quindi vedremo!”.

La sensazione dall’esterno è che soprattutto nei tratti più tecnici la KTM non sia al livello di Honda e Kawasaki e che tu sia molto bravo a metterci così tanto del tuo talento, hai trovato qualche soluzione per migliorare?
“Posso solamente dire che la KTM è una moto fantastica e semplice”.

Con la stagione che riprenderà come pensi di poter lottare per conquistare il tuo secondo titolo nella 450?
“Farò del mio meglio per vincere questo campionato. Sono sotto di 29 punti con sette gare da correre e il distacco è comunque tanto. Ho intenzione di fare del mio meglio per vincere”.

Come pensi possa cambiare il mondo del Supercross dopo la crisi causata dal virus?
“Queste sette gare saranno molto diverse senza tifosi, questo è certo, ma per il 2021 penso che tutto tornerà alla normalità!”.

Ringraziamo Cooper Webb per l’intervista, augurandogli un buon proseguimento di 2020.

Immagine copertina: KTM

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

920FollowersFollow
1,676FollowersFollow
Supercross | Intervista esclusiva a Cooper Webb 2
Andrea Ettori
Vivo a Mirandola, e sono un grande appassionato di sport. Jenson Button è il mio idolo, e il Milan la mia squadra del cuore. Sono una persona positiva, e vedo sempre il bicchiere mezzo pieno in ogni situazione. #StayPositive #ForzaEmilia

NEWSLETTER

Resta aggiornato su P300.it iscrivendoti alla nostra mailing list

ALTRI DALL'AUTORE