Supercross di Parigi 2022: Musquin a caccia della quarta vittoria

di Federico Benedusi @federicob95
10 Novembre 2022 - 13:30

Il pilota KTM cercherà di essere nuovamente profeta in patria, ma tra gli avversari spicca un Tomac a caccia dell’ennesimo successo del 2022


La stagione 2022 del grande motocross internazionale si concluderà ufficialmente questo weekend con il Supercross di Parigi, la più grande corsa indoor a ruote tassellate d’Europa, arrivata alla sua 39esima edizione.

Dopo il cauteloso ritorno sulle scene del 2021, con uno spettacolo a ranghi ridotti su una sola giornata, la Défense Arena di Nanterre tornerà ad ospitare grandi nomi provenienti anche dal campionato americano e l’evento riassumerà una fisionomia più “storica” con un programma su due giorni. I titoli di King e Prince of Paris torneranno ad essere assegnati in base alla somma dei piazzamenti nelle sei finali che si svolgeranno tra sabato e domenica, con la classe SX2 che sarà valida anche come terzo dei quattro round del campionato francese.

Il pilota da battere nella classe regina è Marvin Musquin, che si è già aggiudicato il titolo di Re di Parigi in tre occasioni e ora cercherà di ottenere la quarta corona per raggiungere il recordman David Vuillemin in cima all’albo dei vincitori. Dopo il quarto posto nel campionato americano e un Motocross delle Nazioni complicato a causa della sua inattività nell’outdoor (nonché sulla 250cc), l’ultimo traguardo stagionale è rappresentato dalla gara di casa e c’è da scommettere che il pilota KTM non si farà trovare impreparato.

Il suo primo avversario sarà il vincitore dell’edizione 2014, Eli Tomac. Sul 2022 del pilota del Colorado è stata già spesa ogni parola possibile e immaginabile, una nuova vittoria a Parigi dopo otto anni completerebbe un percorso praticamente perfetto. La Yamaha #3 è pronta a dare l’assalto ad un nuovo successo di prestigio.

Curiosità anche per Cooper Webb, chiamato ad un 2023 di rivincite dopo un’annata deludente. Tanto passerà per il feeling con la nuova versione della KTM SX-F 450, considerate le enormi difficoltà incontrate con il modello 2022. Per il due volte campione del mondo, quello della Défense Arena sarà già un primo banco di prova nell’ottica di quello che vedremo dal prossimo mese di gennaio.

Per la prima volta Ken Roczen si misurerà con una gara professionistica di supercross a Parigi e lo farà con la stessa Honda con cui si è laureato campione del mondo, la CRF 450 preparata da Genuine Racing. A livello tecnico il tedesco partirà un passo indietro rispetto ai tre avversari sopracitati, ma la determinazione del 28enne di Mattstedt non è mai da mettere in dubbio. Al suo fianco Justin Brayton, vincitore nel 2009 e terzo lo scorso anno.

Ben cinque i piloti francesi che hanno partecipato anche ai due eventi iridati FIM a Cardiff e Melbourne: Anthony Bourdon, Maxime Desprey, Adrien Escoffier, Thomas Ramette e Cédric Soubeyras. Particolare attenzione a quest’ultimo, secondo classificato nel 2021 e settimo nel mondiale 2022.

Tanti nomi della classe SX2 potranno risultare sconosciuti ai più, ma leggendo la classifica del campionato francese si possono trovare indizi su chi saranno i favoriti a Parigi. Brice Maylin non ha ancora conquistato una vittoria assoluta ma guida la graduatoria generale con due punti di margine su Lucas Imbert, vincitore a Saint Georges, ma anche Thomas Do sarà tra i protagonisti assoluti dopo il primo posto centrato a Brienon.

Diversi anche i nomi internazionali invitati. Quentin-Marc Prugnières è stato tra i migliori interpreti dell’europeo 250cc di motocross, oltre ad avere dato grande contributo alla vittoria della squadra francese nel Motocross delle Nazioni Europee, mentre Chris Blose e Matthew Moss si sono ben distinti nella serie iridata. Attenzione anche a Justin Starling, uno dei privati più veloci nei campionati americani 2022.

Per quanto riguarda la pista, la principale novità rispetto al 2021 è il ritorno delle whoops, la cui assenza dello scorso anno aveva reso il tracciato fin troppo semplice. Tante e variegate sono le sezioni ritmiche.

Supercross di Parigi 2022: Musquin a caccia della quarta vittoria

Come detto, l’evento si svolgerà su due giorni con programma analogo. La schedule riprende quella delle ultime edizioni del Supercross di Parigi e ha affinità anche con il format del campionato mondiale. Dopo una superpole con i migliori piloti delle qualifiche, la SX1 correrà due sprint da sei e otto minuti prima di una finale da 12 minuti, mentre la SX2 disputerà due sprint da cinque minuti e una finale da otto.

Ad oggi non è stata ancora comunicata la possibilità di vedere le gare sul canale ufficiale YouTube dell’evento, come nel 2021, certa è invece la trasmissione del Supercross di Parigi su MXGP TV per gli abbonati al servizio di streaming del mondiale motocross.

Sabato 12 novembre
19:25 Superpole SX1
19:40 Sprint #1 SX2
19:52 Sprint #1 SX1
21:00 Sprint #2 SX2
21:12 Sprint #2 SX1
22:12 Finale SX2
22:33 Finale SX1

Domenica 13 novembre
15:25 Superpole SX1
15:40 Sprint #1 SX2
15:52 Sprint #1 SX1
17:00 Sprint #2 SX2
17:12 Sprint #2 SX1
18:12 Finale SX2
18:35 Finale SX1

Entry list SX1:
#2 Cooper WEBB (USA – KTM Red Bull Factory)
#3 Eli TOMAC (USA – Yamaha Star Racing Monster Energy)
#6 Thomas RAMETTE (F – Yamaha GSM Dafy Michelin)
#10 Justin BRAYTON (USA – Honda Genuine)
#20 Grégory ARANDA (F – KTM Tech 32)
#21 Julien ROUSSALY (F – Yamaha)
#25 Marvin MUSQUIN (F – KTM Red Bull Factory)
#57 Kevin MORANZ (USA – KTM VHR)
#85 Cédric SOUBEYRAS (F – MM85 CBO Honda)
#87 Alex RAY  (USA – Honda FR 25 Suttel)
#94 Ken ROCZEN (GER-Honda Genuine)
#137 Adrien ESCOFFIER (F – Husqvarna CRC)
#141 Maxime DESPREY (F – Yamaha GSM Dafy Michelin)
#747 Hugo BASAULA (Port – KTM)
#848 Joan CROS (SP – Seakings Kawasaki Euromoto85)
#945 Anthony BOURDON (F – Yamaha GSM Dafy Michelin)

Entry list SX2:
#12
 Justin STARLING (USA – 737 Performance Gas-Gas Oxmoto)
#14 Arnaud AUBIN (F – Husqvarna OB1 Milwaukee)
#22 Mickaël LAMARQUE (F – Honda)
#66 Chris BLOSE (USA – Bud Racing 9mm Kawasaki)
#67 Cullin PARK  (USA – Honda SR Motoblouz Ship to Cycle)
#72 Lucas IMBERT (F – Yamaha)
#102 Matt MOSS (AUS – Bud Racing 9mm Kawasaki)
#170 Yannis IRSUTI (F – Kawasaki)
#221 Kevin BALLANGER (F – Yamaha)
#259 Julien LEBEAU (F – KTM)
#319 Quentin PRUGNIERES (F – Bud Racing 9mm Kawasaki)
#324 Maxime CHARLIER (F – KTM Tech 32)
#335 Enzo POLIAS (F – Husqvarna OB1 Milwaukee) 
#411 Nicolas DERCOURT (F-Gas-Gas CLT)
#773 Thomas DO (F – Honda SR Motoblouz Ship to Cycle)
#831 Brice MAYLIN (F – 737 Performance Gas-Gas Oxmoto)
#965 Hugo MANZATO (F – Husqvarna)

Immagini: supercrossparis.com