Supercross | Cooper Webb si aggiudica anche Arlington #2

Il pilota KTM vince un’autentica lotta di nervi contro Tomac e Roczen

Senza timore di smentita, quello di Arlington #2 è stato il main event più teso di questa stagione del Supercross. I tre piloti più forti del campionato sono partiti davanti a tutti e subito si è percepito quanto fosse forte la lotta di nervi in corso. Ancora una volta ne è uscito vincitore Cooper Webb, che ha conquistato forse il successo “di tappa” più importante della sua carriera.

Webb ha controllato per tutta la finale Eli Tomac, partito alle sue spalle e rimasto lì fino agli ultimi tre minuti. Poi il campione in carica ha forzato una staccata, alla seconda curva, e nel ridare gas alla sua Kawasaki ha rischiato di cadere; la lotta per la vittoria, che non ha visto alcun attacco da parte del pilota del Colorado ma solo tanto studio, è finita in quel momento.

Terzo, e decisamente sconfitto in questa seconda serata alle porte di Dallas, Ken Roczen. Il tedesco è partito terzo ma non ha mai costituito una seria minaccia per i due avversari. Semplicemente, il #94 non ha retto il ritmo sostenuto di Webb e Tomac e questo deve suonare anche come un campanello d’allarme, visto che con tutta evidenza il Roczen attuale non è più quello che ha dominato ad Indianapolis un mese fa.

Gli altri piloti hanno fatto da cornice. Quarto Justin Barcia, autore di una rimonta fenomenale dal 16° posto, quinto un ottimo Chase Sexton in costante recupero dopo l’infortunio di Houston, sesto un Jason Anderson su cui pende un’investigazione per taglio di pista. Il pilota Husqvarna, infatti, ha saltato l’intero tratto di whoops per evitare le Honda di Vince Friese e Broc Tickle, rimaste bloccate dopo la caduta del primo.

Friese “gentilmente” accompagnato al suolo da Aaron Plessinger, vincitore anche qui della sua heat ma solo settimo in finale. Ottavo Dylan Ferrandis sulla seconda Yamaha, quindi la KTM privata dell’intramontabile Martín Davalos e la Husqvarna di Dean Wilson. Solo 13° Malcolm Stewart, mentre Marvin Musquin ha dichiarato forfait dopo l’incidente di sabato scorso.

Con questo successo, Webb si è portato a +12 su Roczen nella generale. Un gap non ampio in termini di punti, ma sicuramente più largo dal punto di vista del morale.

La 250cc Costa Ovest ha continuato a regalare grandi emozioni. Cameron McAdoo è incappato nella prima serata storta dopo tre podi consecutivi terminando solo settimo a seguito di una caduta. Intoppo che non è passato inosservato ai commissari di gara poiché il pilota Kawasaki è ripartito tagliando la pista, pertanto potrebbe arrivare una penalità in punti che gli toglierebbe la tabella rossa.

Leadership del campionato che dunque passerebbe nelle mani del vincitore di Arlington #2, Hunter Lawrence. L’australiano della Honda si è finalmente aggiudicato il suo primo successo a stelle e strisce e lo ha fatto correndo un’altra finale molto solida, culminata nel doppio sorpasso ai danni di Mitchell Harrison e Jalek Swoll.

Proprio il pilota Husqvarna ha concluso secondo, centrando così il tanto atteso primo podio di carriera. Terzo Kyle Peters, di nuovo in top 3 a distanza di tre anni dall’ultima volta.

Dopo l’ennesima cattiva partenza, Justin Cooper è volato a terra un’altra volta e la sua rimonta si è conclusa al quinto posto alle spalle di Garrett Marchbanks. Un’altra occasione perduta dopo la quarta pole position in quattro gare.

Passo indietro anche per Seth Hammaker, che dopo la vittoria di sabato è scattato male incappando poi a sua volta in una caduta. 11° posto finale per il rookie della Kawasaki.

In attesa delle decisioni della Direzione Gara, McAdoo comanda la classifica con 86 punti contro gli 84 di Lawrence, gli 82 di Cooper, i 76 di Marchbanks e i 74 di Swoll: a fronte di una Costa Est deludente, anche a causa dei tanti infortuni, la Costa Ovest sta offrendo un campionato molto divertente.

Appuntamento a sabato, con la terza gara consecutiva dall’AT&T Stadium di Arlington.

Immagine: Twitter / RacerX

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS