Supercross | Cinquina storica di Eli Tomac a Daytona

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Nella leggendaria cornice di Daytona si è corso il main event numero 700 della storia del Supercross e la vittoria, la 36esima in carriera nella top class, è andata ad Eli Tomac. Il campione in carica ha spazzato via, con una gara perfetta già dalla partenza, un periodo non felicissimo rilanciandosi in campionato. Per Tomac è il quinto successo a Daytona, al pari di Ricky Carmichael, nella classifica all-time.

Secondo posto arrivato in “zona Webb” per lo stesso Cooper Webb, all’ennesima grande prova nonostante una KTM non all’altezza di Kawasaki, Honda e Yamaha, che sulla pista di Daytona si è mostrata come la moto più competitiva. Il campione 2019 ha prima portato sull’esterno Ken Roczen in partenza, facendo perdere diverse posizioni al tedesco, e dopo aver subito il sorpasso di Aaron Plessinger ha resistito all’attacco del pilota Honda tornando infine all’attacco della Yamaha numero 7. Il sorpasso decisivo per il secondo posto lo ha portato a termine a pochi metri dal traguardo, complice un piccolo errore nelle triple finali dello stesso Plessinger.

Per il campione 2018 della 250 Costa Ovest il podio conquistato a Daytona è il primo di carriera nella classe 450. Una gara eccezionale quella di Plessinger, bravissimo nel duello con Webb e nella gestione del main event, nonostante l’errore che gli è costato il secondo posto.

Il grande deluso di giornata è sicuramente Roczen, quarto sul traguardo finale e incapace, nonostante un mezzo superiore, di andare all’attacco di Webb nel momento decisivo della gara. Per il numero 94 anche un piccolo errore che lo ha costretto a sua volta a battagliare con Malcolm Stewart, velocissimo e quinto di giornata, mentre era in piena lotta con Webb. In classifica ora il pilota Honda ha solamente due punti di vantaggio su Webb e 24 su Tomac.

Pacchetto di mischia che va dal sesto all’ottavo posto con, nell’ordine, Justn Barcia, Jason Anderson e il rientrante Chase Sexton. Di questo gruppo faceva parte anche Marvin Musquin, out sul finire della gara per un problema tecnico alla sua KTM numero 25.

Grande prova di Justin Bogle, nono davanti ad un Dean Wilson qualificatosi grazie alla successo nella LCQ. Malissimo Dylan Ferrandis, in relazione alla velocità mostrata nelle qualifiche e nella heat di qualifica: il francese ha chiuso in 11esima posizione e il suo rammarico per non aver sfruttato una grande Yamaha a Daytona sarà sicuramente tanto.

Cameron McAdoo ha conquistato il primo successo di carriera nella gara della 250 Costa Ovest, riportando alla vittoria anche la Kawasaki del team Pro Circuit. Il numero 31 ha avuto la meglio sull’Husqvarna di Stilez Robertson, velocissimo al via e leader della corsa fino al sorpasso subito dal pilota della Kawasaki. Per Robertson si tratta del primo podio, così come per Pierce Brown che portato al terzo posto la Gas Gas.

Tutti e tre hanno approfittato di una partenza piuttosto “strana”, con diversi big della categoria finiti nelle retrovie dopo le prime curve. A partire da Justin Cooper, autore di partenze piuttosto complicate sia nella batteria di qualifica che nel main event. Il quarto posto finale non gli ha permesso di conservare la tabella rossa, conquistata da McAdoo con un vantaggio in classifica di quattro punti.

Quinto al traguardo il vincitore dello scorso anno, Garrett Marchbanks, davanti a Hunter Lawrence. Il pilota HRC aveva illuso dopo la sua prima vittoria ottenuta nella batteria di qualifica, ma una partenza complicata e un ritmo non eccezionale ne hanno condizionato il risultato finale. Ottimo il settimo posto di Alex Martin, in zona podio per qualche minuto e al rientro dopo il volo di Orlando #2 che ha costretto al forfait il più titolato fratello Jeremy. Delusione per Jordon Smith, non al top della forma e soltanto decimo sotto la bandiera a scacchi.

Appuntamento con il Supercross a sabato prossimo, con la prima delle tre gare consecutive di Arlington.

Classifica 450:

Campionato 450:

Classifica 250:

Campionato 250:

Immagini: Supercross Twitter

Avatar of Andrea Ettori
Andrea Ettori
Vivo a Mirandola, e sono un grande appassionato di sport. Jenson Button è il mio idolo, e il Milan la mia squadra del cuore. Sono una persona positiva, e vedo sempre il bicchiere mezzo pieno in ogni situazione. #StayPositive #ForzaEmilia

P300 MAGAZINE

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE