SSP600 | GP Teruel: Locatelli recordman, vince davanti a Mahias e Viñales

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Gruppo Discussione

Twitter

Instagram

Nona vittoria consecutiva per il “Loka”, è record nella Supersport. Mahias secondo davanti ad Isaac Viñales. Incidente tra De Rosa e Cluzel in curva 1, il francese portato al centro medico.


Visto l’andamento della stagione era solo questione di tempo prima che Locatelli diventasse il pilota più vincente nella storia del mondiale Supersport. Il pilota italiano, singolo alfiere del team Evan Bros., ha conquistato il suo nono successo stagionale, diventando così il pilota con più vittorie in assoluto in una singola stagione della classe. E’ stata un’altra gara di dominio, passata a “scherzare” con gli avversari più forti nella prima fase e poi in fuga solitaria nella seconda, a suon di giri veloci. Attualmente, nessuno sembra in grado di fermare l’italiano.

I due piloti che potevano provarci in maniera più convincente non sono arrivati al traguardo. Raffaele De Rosa e Jules Cluzel, dopo aver raggiunto il podio ieri, hanno terminato anzitempo la loro corsa autoeliminandosi, quando il napoletano ha centrato il retrotreno della Yamaha #16 in curva 1. Oltre alla delusione per il mancato risultato, c’è anche apprensione per le condizioni del francese, attualmente al centro medico.

A chiudere il podio ci hanno quindi pensato Lucas Mahias e Isaac Viñales: il francese ha fatto tutto quello che era in suo potere per fermare la cavalcata di Locatelli, ma alla fine ha dovuto cedere e accontentarsi della piazza d’onore; lo spagnolo ha invece ottenuto il gradino più basso del podio in volata sulla seconda Kawasaki del team Puccetti, guidata da Philipp Öttl.

LA CRONACA

Prima della partenza, viene annunciata l’assenza di Hikari Okubo, dichiarato non fisicamente idoneo a partecipare al Gran Premio. Tempo sempre bello sopra la pista di Aragón.

Alla partenza lo scatto di Locatelli non è granché e l’italiano si ritrova terzo in curva 1, dietro ad Isaac Viñales e Jules Cluzel, partiti meglio. La leadership del cugino di Maverick dura però solo qualche curva, poiché già alla 7 “Julo” si libera di lui e passa in testa. Dietro alle tre Yamaha ci sono Mahias e De Rosa, con i due che si scambiano di posizione in curva 1 all’inizio del secondo giro. Alla stessa curva anche Locatelli passa Viñales e si porta in seconda posizione.

Il pilota di Kallio Racing perde altre due posizioni nel giro seguente, quando alla 1 sia De Rosa che Mahias lo sorpassano. Locatelli in questa fase non sembra in grado d’imprimere il ritmo visto ieri, tanto che sbaglia in uscita da curva 10 e viene superato da De Rosa alla staccata successiva. Il napoletano è scatenato e pare avere il ritmo anche per passare Cluzel, ma all’inizio del quarto giro accade ciò che non ci si aspetta: De Rosa tenta un attacco alla 1 ma Cluzel stacca forte difendendosi, mentre la MV Agusta #3 si scompone e non rallenta a sufficienza, andando a centrare il francese. Nell’incidente il piede destro di Cluzel, già infortunato in passato, rimane sotto la moto e il pilota dev’essere portato via in barella. De Rosa riuscirà a ripartire a tornare ai box dopo un paio di giri, mentre Jules verrà portato al centro medico. Si ritira, nel giro seguente, anche Can Öncü.

Con i due avversari principali, la strada sembra nuovamente spalancata per Locatelli che si ritrova primo, seppur impensierito da Mahias. Per tre giri l’ex-campione del mondo rimane appiccicato alla Yamaha gialla-blu, ma a otto tornate dalla fine Locatelli smette di scherzare, girando in 1:53.9 e rifilando sette decimi al pilota Kawasaki. Nel frattempo Perolari sorpassa Öttl per il quarto posto, ma il figlio d’arte si rifarà poco dopo superando anche Viñales per la terza posizione.

A sette giri dal termine la battaglia per la prima posizione si conclude, con il vantaggio di Locatelli che sale a 1”4. L’unico spunto d’interesse rimane la lotta per la terza posizione, con Perolari autore di un gran doppio sorpasso in curva 1 su Viñales e Öttl, ma col tedesco che lo ripassa immediatamente alla 4. La sfida a tre continua, con il gruppo che viene raggiunto anche da Soomer, González e Sebestyen. Il campione in carica della 300 sfrutta un errore dell’estone in uscita dalla 14 per passarlo al penultimo giro, ma verrà poi riattaccato sia da lui che dall’ungherese alle sue spalle.

Andrea Locatelli domina invece per la nona volta in questa stagione, vincendo con sei secondi di vantaggio su Mahias. Nella lotta per il terzo posto Viñales riesce a passare di scia il #5 e i due, sul traguardo, sono divisi da 32 millesimi. Quinto è Soomer davanti a Sebestyen, mentre Perolari per un errore scende al settimo posto.

Continua la marcia inarrestabile di Locatelli verso il titolo iridato: sono 225 i punti all’attivo adesso, 79 in più rispetto a Cluzel (fermo a quota 146), e ben 106 in più rispetto a quelli che ha Mahias al terzo posto. De Rosa perde invece la posizione su Öttl in campionato e scende al quinto posto, seguito da Perolari a sole tre lunghezze.

Qui i risultati di gara-2 e la classifica iridata.

Fonte immagine: worldsbk.com

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

SSP600 | GP Teruel: Locatelli recordman, vince davanti a Mahias e Viñales 2
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

ALTRI DALL'AUTORE