SSP | GP Repubblica Ceca 2021: rivincita per Dominique Aegerter in Gara 2

Il leader della classifica conquista il sesto successo stagionale, Odendaal limita i danni col secondo posto. Cluzel out per incidente.


Non ci è voluto molto prima che Dominique Aegerter riconquistasse il gradino più alto del podio. Dopo essersi accontentato della medaglia di legno in Gara 1, lo svizzero di casa Ten Kate ha conquistato la sesta vittoria dell’anno in SSP, battendo di pochi decimi il rivale per il titolo Steven Odendaal.

Per il sudafricano è stata una gara in salita sin da subito, con un errore in curva 1 al secondo giro che l’ha costretto a rimontare dalla nona posizione. Anche Manuel González, partito dalla pole position come ieri, ha parecchio da recriminare per una vittoria sfumata a causa di qualche sbavatura di troppo; lo spagnolo si consola col terzo posto.

LA CRONACA

Anche nella Supersport la scelta degli pneumatici Pirelli è parecchio importante: Odendaal e González optano per una SC0 di mescola media, mentre Aegeter ed Öttl puntano sulla SCX morbida. Prima della partenza Alcoba, Hobelsberg e Hendra Pratama vengono dichiarati non fisicamente idonei a correre (il primo per una frattura al radio sinistro, il secondo per la sindrome compartimentale al braccio destro ed il terzo per un problema al bicipite).

Allo scatto González non parte benissimo e, nell’inserimento in curva 1, finisce nella via di fuga perdendo diverse posizioni. Cluzel, partito invece bene, arriva troppo lungo alla staccata e rischia di finire nella ghiaia, scendendo addirittura al nono posto. Al comando ci va quindi Öttl, seguito da Aegerter, Öncü e Caricasulo. Il primo giro si conclude con l’elvetico al comando, che supera alla 20 il pilota Kawasaki.

Sempre alla prima chicane, nel secondo giro, succede di tutto: Öncü sbaglia la frenata e, come Cluzel alla partenza, perde diverse posizioni scendendo in sesta piazza; “Julo”, invece, vede la sua gara terminare proprio in quel momento, con Kevin Manfredi che lo prende in pieno dopo esser arrivato totalmente scomposto in staccata. Il francese, furibondo, è costretto al ritiro per la seconda volta quest’anno per colpe altrui.

Nel frattempo, in testa al gruppo, González recupera fino al quarto posto, mentre Odendaal a sua volta sbaglia la chicane e rientra addirittura in nona posizione, con parecchio terreno da recuperare sui primi. Il più veloce in questa fase è il pilota ParkinGo e lo conferma superando prima Bernardi e poi Öttl, entrambi in curva 1.

Ben presto anche Aegerter finisce nel mirino del giovane spagnolo, il quale si dimostra molto coriaceo in tutto il primo settore della pista. Del loro duello non riesce ad approfittarne Philipp Öttl, che viene infilato nel cambio di direzione 1-2 proprio dal sanmarinese, a sua volta molto aggressivo. Odendaal, intanto, è risalito fino al sesto posto.

Nelle retrovie si ritirano Michel Fabrizio e Randy Krummenacher per noie tecniche, ma davanti, per qualche giro, la situazione rimane in divenire senza nessuno stravolgimento. Chi si rimette in lizza per la vittoria è Odendaal, che passa Öttl alla prima staccata ed approfitta anche dell’errore di Bernardi alla stessa curva; il pilota di CM Racing precipita al sesto posto, alle spalle di Federico Caricasulo.

Con González impossibilitato a trovare uno spiraglio su Aegerter, chi se ne avvantaggia è Odendaal, che gira su un ritmo del ’35 alto e raggiunge il duo di testa. A sei giri dalla fine sono i tre yamahisti a giocarsi il successo ed al quartultimo giro è González a commettere uno sbaglio, mancando la corda di curva 20 e dando la chance ad Odendaal d’infilarsi.

Questo permette ad Aegerter di respirare, avendo a disposizione circa sette decimi di vantaggio sui duellanti. Odendaal è più concretato sul difendersi che sull’attaccare e alla fine è proprio il #77 a vincere, con 1”0 di vantaggio sul sudafricano ed un ulteriore decimo sullo spagnolo. Quarto Öttl davanti a Bernardi, Caricasulo, Debise, Tuuli, Öncü e De Rosa.

Il mondiale continua a delinearsi verso una lotta a due. Dopo i 12 punti persi ieri, Aegerter ne recupera cinque e può ora contare su un margine di 37 lunghezze (207 punti contro i 170 di Odendaal). Già staccatissimo Öttl a -70, mentre González balza al quarto posto col podio ottenuto oggi, superando Bernardi e distanziando lo sfortunato Cluzel.

Ecco i risultati di Gara 2 della Supersport e la classifica mondiale piloti.

Fonte immagine: domi77.com

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM