SSP | GP Portogallo 2021: volata finale per Gara 2, Odendaal batte Cluzel per 0”011

Il sudafricano torna al successo da Gara 1 di Most, a podio anche Caricasulo; Aegerter quinto. Kevin Manfredi vince il titolo europeo.


Nonostante il mondiale abbia preso la direzione di Dominique Aegerter già da qualche gara, la SSP sta continuando a regalare gare emozionanti e degne di esser ricordate. Gara 2 del GP Portogallo ha visto il ritorno alla vittoria di Steven Odendaal e del team Bardahl Evan Bros., per quello che è il quinto centro stagionale del sudafricano. Il #4 non vinceva da Gara 1 del Gran Premio della Repubblica Ceca di Most.

Odendaal ha dovuto vedersela con Jules Cluzel in un confronto durato fino all’ultimo metro, col vincitore della prima manche giunto secondo per soli 0”011. Per il galletto francese si tratta comunque di un weekend molto positivo, sicuramente il migliore in un 2021 nuovamente funestato dagli infortuni e dalla sfortuna. A concludere il podio Federico Caricasulo, che ha regolato Manuel González nel giro finale.

Questa gara ha anche segnato il successo nella WorldSSP Challenge europea di Kevin Manfredi, giunto 11°. Essendo Caricasulo iscritto come partecipante del campionato mondiale e non l’europeo, è bastato questo arrivo a punti per consegnare al #34 questo premio.

LA CRONACA

Dopo una Gara Sprint della SBK disputata sulla pista bagnato, l’asfalto di Portimão si asciuga sensibilmente e i piloti della 600 possono così utilizzare le gomme d’asciutto.

Alla partenza Cluzel ed Aegerter scattano bene, al contrario di Tuulli che viene superato da Odendaal e De Rosa alla prima staccata; il finlandese riesce però a recuperare entrambe le posizioni prima di sopraggiungere a curva 3. E’ comunque una gran partenza quella del sudafricano, che sul finire del primo giro riesce, grazie a tre sorpassi, ad andare addirittura al comando.

Il terzetto di piloti formato da Odendaal, Aegerter e Cluzel guadagna qualche metro di vantaggio, ma il ritmo non esagerato della corsa permette agli inseguitori (De Rosa, Tuuli, González e gli altri) di rimanere a distanza ravvicinata. Al quarto giro Aegerter e Cluzel attaccano Odendaal, superandolo in contemporanea alla staccata della Primeira; è ora l’elvetico a comandare, ma il ritmo rimane lo stesso anche in questa fase.

I piloti in grado di giocarsi la vittoria diventano quindi otto ed il più in difficoltà nella fase centrale della corsa è Jules Cluzel: egli scende addirittura al settimo posto dopo aver subito quattro sorpassi, rimanendo a lottare col compagno Yari Montella. Davanti è tornato invece Odendaal, seguito dalla coppia italiana De Rosa-Caricasulo.

Ad otto giri dalla fine il pilota Evan Bros. prende un rischio colossale in uscita dal curvone, entrando largo e dando una spallata a Manuel González nel tentativo di rientrare in traiettoria. Il #4 scende al sesto posto, ma ad approfittarne non sono né Caricasulo (largo a sua volta) né De Rosa, bensì Cluzel che torna così davanti a tutti.

Dopo il contatto con Odendaal ed un largo alla 1, González si mette al comando della gara per la prima volta superando Cluzel in uscita da curva 4. Mancano sei giri alla fine e lo spagnolo tenta lo strappo decisivo, ma il gioco delle scie lo svantaggia sul rettilineo e tutti gli inseguitori tornano a soffiargli sul collo. A tre tornate dal termine “Julo” ritorna al comando, mentre Tuuli fa il giro più veloce sul ’44.9.

La gara del pilota MV Agusta termina però al penultimo giro, quando perde il posteriore in uscita dalla 4 finendo a terra; fortunatamente il pilota è illeso e riesce a mettersi in salvo anziché rimanere in traiettoria. Aegerter, che poco prima aveva sbagliato completamente la staccata in curva 1, si mette così sesto e guadagna poi un’ulteriore posizione quando anche De Rosa scivola alla 13.

All’inizio dell’ultimo giro sono rimasti in quattro a contendersi il successo, ovvero Cluzel, Odendaal, Caricasulo e González. I primi due sembrano avere qualcosa in più ed in fondo al lungo rettilineo il #4 sorpassa il #16 tornando davanti a tutti. Un inciampo di Cluzel alla Lagos permette ad Odendaal di guadagnare qualche metro prezioso, ma nell’ultimo settore Cluzel è decisamente più veloce e recupera addirittura tre decimi all’avversario. In uscita dal curvone finale “Julo” affianca Steven, ma lo slancio datogli dalla scia non è sufficiente per vincere.

Steven Odendaal ottiene la quinta vittoria stagionale per 0”011 su Cluzel e poco più di 0”3 su Caricasulo e González, mentre Dominique Aegerter limita i danni col quinto posto finale. Sesto un ottimo Yari Montella, seguito da Krummenacher, Öttl, Sebestyen ed Öncü.

La prima guida di Evan Bros. raggiunge così i 300 punti tondi ed ha ora un distacco di 54 dall’alfiere Ten Kate, ancora saldamente in testa a questa Supersport. González ha invece 17 punti di vantaggio su Philipp Öttl (249 a 232), con anche Cluzel in avvicinamento sul tedesco a quota 191.

Ecco i risultati della seconda gara e la classifica piloti della SSP.

Fonte immagine: evanbrosracing.com

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM