SSP | GP Indonesia 2021: Jules Cluzel vince l’ultima emozionante gara della stagione

Il francese del team GMT94 prevale nel confronto a quattro con Tuuli, Aegerter e Caricasulo. Il finlandese e lo svizzero a podio, fuori Odendaal.


Se già Gara 1 aveva dato tante soddisfazioni ai tifosi per lo spettacolo visto dando anche una bella risposta sull’effettivo valore del tracciato del Mandalika, Gara 2 del GP Indonesia 2021 ha saputo stupire ancora di più.

A vincere è stato Jules Cluzel su Yamaha, al suo quarto successo stagionale. Dopo una lotta a quattro senza quartiere contro Niki Tuuli, Dominique Aegerter e Federico Caricasulo, “Julo” ha completato una rimonta sensazionale dal 13° posto in griglia, chiudendo in positivo la sua stagione dopo la doppietta in Argentina. Potrebbe essere il giusto rilancio in vista del campionato 2022.

Tuuli ed Aegerter hanno concluso a podio in un rocambolesco finale, con lo svizzero ritrovatosi da primo a terzo nello spazio di poche decine di metri, quelli di curva 17. Per il finlandese si tratta del miglior risultato stagionale, magari anche capace di premiarlo con un rinnovo con MV Agusta per il prossimo anno, in vista del debutto del modello 800cc. Caricasulo mastica amaro invece, giunto quarto dopo una manovra un po’ troppo ottimista all’esterno di Aegerter.

LA CRONACA

Al contrario della gara SBK, la manche della Supersport parte ad orario regolare, nonostante le solite goccioline a fare capolino sul tracciato cittadino del Mandalika. In griglia manca Bergman, infortunatosi alla gamba sinistra nel WUP.

Alla partenza Caricasulo si porta al comando per i primi due settori del tracciato, prima di venir attaccato da un Can Öncü super aggressivo nel primo giro. Il pilota della Kawasaki si porta al comando alla 10, mentre González ed Aegerter non hanno uno scatto felice; l’elvetico è addirittura sesto alla fine del primo giro.

La gara dello spagnolo di ParkinGo finisce prestissimo, già al secondo giro: nel tratto più veloce della pista, la esse 8-9, González perde l’anteriore e finisce nella via di fuga, venendo soccorso dai barellieri. Il #81 pare aver preso una brutta botta alla testa, ma pochi minuti dopo lo si vedrà andare verso il centro medico, cosciente. La gara intanto prosegue col doppio duello Öncü-Caricasulo e De Rosa-Tuuli, col turco in difficoltà dopo la sfuriata iniziale ed il finlandese all’attacco del napoletano prima in curva 10 e poi alla 1.

In questa fase è la MV Agusta la più veloce in pista, permettendo così al terzetto formato anche da De Rosa ed Aegerter di ritornare in corsa per la vittoria. Da dietro sta recuperando a ritmo di carica anche Jules Cluzel, il quale è sesto e sembrerebbe poter raggiungere la coda di Aegerter.

Davanti, intanto, Caricasulo passa il pilota del team Puccetti nel tratto veloce, per poi subire la risposta in curva 16. Di questa bagarre ne approfitta Tuuli proprio nell’ultimo settore, passando due piloti in un colpo solo e salendo in testa davanti ad Öncü e Caricasulo. Nel giro successivo una perdita d’anteriore del turco lo rispedisce al sesto posto, mentre Cluzel guadagna la quarta posizione superando Aegerter. Più indietro si assiste alla caduta di Steven Odendaal in curva 8, con la sua R6 che continua da sola sui prati del Mandalika per diversi metri, fino a fermarsi del tutto.

Cluzel è scatenato ed anche De Rosa diventa una facile preda in curva 1. Rimangono solo i duellanti in testa alla gara da superare, con Tuuli ancora davanti prima di subire il sorpasso dal pilota di VFT Racing a quattro giri dalla fine. Sempre alla stessa curva del sorpasso, la 10, il pilota della MV finisce lungo e scende al quarto posto anche alle spalle di Aegerter, mentre Caricasulo viene passato da Cluzel ed anche da Aegerter, il quale comincia l’ultimo giro alle spalle di “Julo”.

Il campione del mondo fa vedere di che pasta è fatto alla 10, preparando il sorpasso in staccata alla perfezione e superando il francese. Dominique rovina però tutto con un lungo alla 13 che gli fa perdere velocità per l’ultimo tratto e le tre Yamaha arrivano in un fazzoletto alla 16. Cluzel va largo a sua volta ed Aegerter torna davanti, ma nella traiettoria più esterna per curva 17 c’è Caricasulo, che tenta di superare entrambi i piloti in un colpo solo; lui ed Aegerter finiscono però larghi e perdono velocità in uscita, permettendo a Cluzel di passare davanti e di vincere l’ultima gara della stagione, con Tuuli secondo in volata.

Aegerter conclude il podio dopo una gara folle, mentre Caricasulo si ritrova solo con un quarto posto. De Rosa è quinto davanti ad Öncü, Soomer, Krummenacher, Öttl è Sebestyen.

La vittoria di Cluzel non cambia la sua situazione nel mondiale piloti, ma gli permette di stare molto vicino al terzo posto ottenuto da González (286 a 279). Öncü chiude sesto nella generale davanti a De Rosa, mentre Caricasulo sorpassa Bernardi e chiude ottavo questo suo 2021 di ritorno in SSP. Il team Ten Kate Racing vince anche il titolo a squadre.

Qui i risultati di Gara 2 della SSP e la classifica piloti finale.

Fonte immagine: gmt94.com

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS